Crea sito

Ragù napoletano alla genovese

Kcal 2570 circa totali
Il ragù napoletano alla genovese è un condimento molto in uso appunto nella zona di Napoli e mio marito mi ha fatto una testa come un pallone che voleva provarlo e quindi non potevo che accontentarlo.
A lavoro mio marito ha un collega napoletano che spesso a casa mangia la pasta con questo condimento e quindi sotto le sue indicazioni ho realizzato la ricetta.
In effetti il ragù napoletano genovese si può realizzare in due modi, uno usando la cane indicata tagliata a spezzatino non molto grande e facendo cuocere almeno 4-5 ore fin quando la carne si sfalda un po’ in cottura, oppure nella versione come ve lo presento io.
Nella prima versione magari avrete bisogno di un po’ di vino in più durante la cottura, dato che si potrà asciugare il condimento, poi sarà consumato sia come secondo piatto, sia per condimento della pasta.
Nella seconda versione, secondo me più pratica, magari non si consumerà anche come secondo piatto, ma per condire la pasta è molto più pratico.
Non vi resta che provare a realizzare questa ricetta e mi direte !
Se realizzate qualche mia ricetta, inviatemi le foto che le pubblicherò sulla mia pagina a vostro nome.

Ragù napoletano alla genovese
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gdi manzo (girello, magatello o lacerto)
  • 1 kgcipolle
  • 2carote medie
  • 1/2costa di sedano
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • 1/2 bicchierevino bianco
  • 60 mlolio extravergine d’oliva

Preparazione del Ragù napoletano alla genovese

  1. In una pentola antiaderente a bordi alti, mettere l’olio e.v.o. le carote tritate (private della buccia ovviamente), il sedano lavato e tritato, le cipolle tagliate fine con la mandolina e lasciare cuocere a fuoco medio mescolando di tanto in tanto facendo appassire il tutto per qualche minuto.

  2. Una volta preparato il soffritto aggiungere la carne mescolando bene e lasciare cuocere, dopo un po’ aggiungere il vino, aggiustare di sale e pepe e lasciare cuocere a fuoco medio basso per circa 3-4 ore.

    Se in condimento si dovesse asciugare troppo aggiungere altro vino durante la cottura.

  3. Ragù napoletano alla genovese

    A cottura ultimata lo potete consumare per condire la pasta, oppure conservarlo in barattoli, congelarlo e tenerlo pronto per usi futuri.

    Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter InstagramYoutube Telegram

    Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da loscrignodelbuongusto

Ciao a tutti mi presento - Lo scrigno del buongusto e' il nome del mio blog, mi chiamo Francesca, sono abruzzese doc, e dopo alcuni anni con un sito web di cucina, ho deciso di aprire un blog, quindi molti di voi mi conoscono già' ! Mi piace cucinare e non sono ne' una chef ne' una cuoca di professione, ma c'e' solo la voglia di cucinare, preparare e inventare nuovi piatti. Le ricette non sono copiate,anche le foto non sono scaricate da internet, ma sono mie. Per i piatti che sono super conosciuti mi informo su come deve essere la base di quella data ricetta e ne realizzo una mia. Ho la passione per la cucina da quando ero piccola e adesso la condivido con tutte le persone che mi seguono ogni giorno. Questo blog e' dedicato alla cucina italiana e estera, e troverete ricette suddivise per categorie, per la cucina estera dove mi piace molto realizzare piatti di altri stati e vedere cosa mangiano e spero di incuriosire anche voi ! Non per questo tralascio la cucina tradizionale italiana ma troverete tante ricette sia italiane che estere ! Spero che le mie ricette vi piacciano e che continuerete a seguirmi anche in questo blog, sempre con ricette nuove e a volte curiose. Spero che "Lo scrigno del buongusto" vi faccia incuriosire e provare ricette che troverete qui e magari mi farete sapere anche come vi sono venute. Potete seguirmi su tutti i social e anche su youtube con qualche video, anche se per ora non sono molti. Se vi va lasciate qualche commento e se vorrete farmi felice, seguitemi sui social e condividete le mie ricette....mi aiuterete a farle conoscere, grazie ! Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter [wysija_form id="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.