Pasta o lievito madre

Pasta o lievito madre

Kcal 230 circa ogni 100 gr

La pasta o lievito madre è una di quelle ricette che volevo fare e poi rinviavo sempre, così un giorno ho iniziato il procedimento e adesso ho tanto lievito e sicuramente non lo compro più.
Il lievito fatto in casa è oltre che più genuino, anche più digeribile e conferisce ai lievitati un sapore più intenso.
E’ più difficile a spiegare il procedimento che non a metterlo in atto.
Ricordiamo che 300 gr di lievito madre sono un cubetto di lievito di birra da 25 gr.
Realizzate anche voi la pasta o lievito madre e non acquisterete più il lievito di birra al supermercato !

Pasta o lievito madre
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • acqua tiepida 100 ml
  • Farina 0 200 g
  • Sale 1 cucchiaino
  • 1 contenitore di vetro o plastica che si possa sigillare bene

Preparazione

  1. Pasta o lievito madre

    Prendere tutti gli ingredienti, impastarli e creare un panetto, riporlo in un contenitore con il coperchio e lasciarlo riposare per 24 ore.
    Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto, aggiungere 100 ml di acqua tiepida, 200 gr di farina e incorporare gli ingredienti in modo da riformare di nuovo un panetto, fate un taglio a croce, lasciare riposare a temperatura ambiente sempre sigillato in un contenitore con il coperchio per almeno 4-5 ore, poi riporlo in frigo per le restati ore a raggiungere le 24 ore.
    Ogni giorno seguire quest’ultimo procedimento per 15 giorni e ogni 24 ore quindi rinfrescare l’impasto con acqua e farina nelle dosi già descritte.
    Passati i 15 giorni, il nostro lievito naturale è pronto per essere utilizzato.
    Rinfrescare l’impasto unendo 100 ml di acqua tiepida e 200 gr di farina, amalgamare bene il tutto e formare di nuovo un panetto, riporlo in frigo sempre in un contenitore con coperchio e lasciare di nuovo a riposo per 7 giorni.

  2. Pasta o lievito madre

    Per mantenere il lievito madre, ogni 7 giorni aggiungere 50 ml di acqua e 100 gr di farina, riformare il panetto e a riposo in frigo.
    Generalmente, il rinfresco avviene gettando via una parte e mantenendone un po’ più di metà ed è quella la parte che va rinfrescata, ma io non ho voluto fare sprechi e così il rinfresco l’ho fatto sempre sull’impasto totale, è vero dopo la quantità di lievito sarà molta, ma se mantenuto bene non si rovinerà.
    Certo che quando diventerà una quantità troppo eccessiva, sarete costretti a buttarne una parte o cominciare ad utilizzarlo.
    L’unico consiglio è di fare attenzione se tra un rinfresco e l’altro, il nostro lievito avrà creato una crosticina in superficie, quella va tolta e gettata via.
    Quando avremo bisogno di utilizzarlo, si rinfresca l’intero impasto, si preleva la parte che ci necessita e si lascia coperto in luogo tiepido per alcune ore e il restante si conserva in frigo.
    Così abbiamo sempre il lievito naturale per i nostri dolci e salati lievitati che vi assicuro conferirà un risultato migliore alle nostre ricette.

    Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube

    Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

Altre ricette, Home, Impasti base

Informazioni su loscrignodelbuongusto

Ciao a tutti mi presento - Lo scrigno del buongusto e' il nome del mio blog, mi chiamo Francesca, sono abruzzese doc, e dopo alcuni anni con un sito web di cucina, ho deciso di aprire un blog, quindi molti di voi mi conoscono già' ! Mi piace cucinare e non sono ne' una chef ne' una cuoca di professione, ma c'e' solo la voglia di cucinare, preparare e inventare nuovi piatti. Le ricette non sono copiate,anche le foto non sono scaricate da internet, ma sono mie. Per i piatti che sono super conosciuti mi informo su come deve essere la base di quella data ricetta e ne realizzo una mia. Ho la passione per la cucina da quando ero piccola e adesso la condivido con tutte le persone che mi seguono ogni giorno. Questo blog e' dedicato alla cucina italiana e estera, e troverete ricette suddivise per categorie, per la cucina estera dove mi piace molto realizzare piatti di altri stati e vedere cosa mangiano e spero di incuriosire anche voi ! Non per questo tralascio la cucina tradizionale italiana ma troverete tante ricette sia italiane che estere ! Spero che le mie ricette vi piacciano e che continuerete a seguirmi anche in questo blog, sempre con ricette nuove e a volte curiose. Spero che "Lo scrigno del buongusto" vi faccia incuriosire e provare ricette che troverete qui e magari mi farete sapere anche come vi sono venute. Potete seguirmi su tutti i social e anche su youtube con qualche video, anche se per ora non sono molti. Se vi va lasciate qualche commento e se vorrete farmi felice, seguitemi sui social e condividete le mie ricette....mi aiuterete a farle conoscere, grazie ! Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter [wysija_form id="3"]

Precedente Frittata di patate in padella Successivo Pasta alla pizzaiola

2 commenti su “Pasta o lievito madre

  1. Caterina il said:

    La ricetta mi piace ma vorrei sapere se il primo impasto madre va lasciato riposare fuori o dentro il frigorifero.
    Grazie !

    • loscrignodelbuongusto il said:

      Ciao Caterina, le prime 24 ore, quindi il primo impasto lo tieni fuori dal frigo, poi quando nella ricetta trovi scritto di riporre l’impasto in frigo, segui come consigliato nella ricetta. Grazie per esere passata dal mio blog.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.