Crea sito

Colomba classica glassata alle mandorle

Kcal 420 circa a persona
La colomba classica glassata alle mandorle è la colomba per eccellenza che in genere viene preparata a Pasqua, io vi presento la mia versione.
La colomba pasquale inventata in Lombardia all’incirca nel 1930 dalla Motta e poi diventata quella commercialmente più diffusa in tutta Italia, l’altro dolce tipico di più antica tradizione è la colomba pasquale diffusa in Sicilia e chiamata anche i palummeddi o pastifuorti.
Entrambe sono state ufficialmente inserite nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani
La difficoltà di questo dolce e la sua lavorazione è piuttosto lunga e laboriosa, l’importante è non avere fretta per permettere all’impasto una lunga lievitazione.
Allora seguite la mia ricetta e realizzate la colomba classica glassata alle mandorle.
Se realizzate questa o altre mie ricette presenti sul mio blog, inviatemi pure le vostre foto e le metterò sulla mia pagina fb a vostro nome.

Colomba classica glassata alle mandorle
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione6 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni10 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti per realizzare la Colomba classica glassata alle mandorle

Per una colomba da 1 kg

Primo impasto

  • 18 gLievito di birra fresco
  • 30 mlLatte intero
  • 30 gFarina Manitoba

Secondo impasto

  • Primo impasto
  • 80 gFarina Manitoba
  • 110 mlacqua tiepida

Terzo impasto

  • Secondo impasto
  • 15 gBurro
  • 20 gZucchero
  • 80 gFarina Manitoba

Quarto impasto

  • Terzo impasto
  • La scorza di 2 arance grattugiate
  • La scorza di 1 limone grattugiato
  • 70 gBurro
  • 120 gZucchero
  • 2uova medie
  • 1 pizzicoSale
  • 1 cucchiainoEstratto di vaniglia
  • 30 gFarina di mandorle
  • 310 gfarina 0
  • 60 gUva sultanina

Per la decorazione della Colomba classica glassata alle mandorle

  • 30 gMandorle
  • 1albume
  • 100 gZucchero a velo
  • 50 gFarina di mandorle

Preparazione della Colomba classica glassata alle mandorle

  1. Per prima cosa prepariamo il lievitino facendo sciogliere il lievito con il latte tiepido, aggiungere la farina e impastare.

    Otterremo una pastella densa ma è così che deve essere !

    Mettere a lievitare per circa 30 minuti coperto in un luogo caldo.

  2. Trascorso il tempo, prendere l’impasto lievitato e aggiungerci l’acqua tiepida e la farina indicata per il secondo impasto.

    Lasciare lievitare coperto per 45 minuti circa.

  3. A lievitazione ottenuta a questo secondo impasto aggiungeremo gli ingredienti per il terzo impasto iniziando con lo zucchero e impastare bene, poi aggiungere il burro ammorbidito e impastare fino ad assorbimento, infine unire la farina un po’ alla volta fino a mettere tutta quella necessari al terzo impasto.

    Fino a questo punto io ho fatto con una spatola e comunque tutto a mano, ovviamente se avete un’impastatrice per proseguire nella lavorazione sarà molto meglio.

    Mettere a lievitare di nuovo coperto in luogo caldo per circa 1 ora.

    Nel frattempo mettere a mollo l’uvetta nell’acqua.

  4. All’impasto lievitato andremo ad aggiungere gli ultimi ingredienti per il quarto impasto e qui mi sono aiutata con la planetaria, ma altre volte ho fatto semplicemente con lo sbattitore per dolci.

    Iniziare unendo lo zucchero e impastare fino a quando non si sarà incorporato, poi uniamo le bucce di arancia e limone grattugiate mescolando sempre fino ad assorbimento.

    Aggiungere la farina un po’ per volta e impastare per qualche minuto fino a che la pasta non tornerà omogenea.

    A questo punto, mettere un pizzico di sale, impastare e poi unire le uova una la volta impastando bene all’aggiunta di ogni uovo.

    Unire il burro ammorbidito, impastare bene, aggiungere la farina di mandorle e impastare ancora bene per qualche minuto.

    Infine unire la vaniglia impastando ancora e poi sgocciolare l’uvetta per bene e unirla all’impasto lavorando a lungo fino a quando non risulterà tutto molto omogeneo e l’impasto prendendolo tra le mani e tirandone un po’ non si vedrà trasparente ed elastico.

    Se vi resterà un po’ troppo molle e appiccicoso, provate ad aggiungere poca farina in più e impastare bene, questo potrebbe dipendere dalle uova a volte troppo grandi.

    Mettere a lievitare in un contenitore per almeno 2 ore.

  5. A lievitazione finita, prendere l’impasto, metterlo su un piano da lavoro poco infarinato creando una palla

  6. Colomba classica glassata alle mandorle

    ….per poi dividerla in modo che siano distribuite in 2/3 e 1/3, una parte per il corpo e l’altra per le ali.

    Lavorate la parte più grande e create un salsicciotto che distribuirete per formare il corpo nello stampo da colomba e poi la parte di pasta più piccola la divideremo in due per creare 2 salsicciotti piccolini per le ali.

    A questo punto mettiamo a lievitare la nostra colomba coperta e in luogo caldo per circa 1 ora e comunque fino al raddoppio.

  7. Colomba classica glassata alle mandorle

    A lievitazione completata preparare la glassa montando un bianco d’uovo, poi aggiungerci lo zucchero a velo e la farina di mandorle mescolando bene fino a che il risultato sarà una pastella densa ma non troppo liquida.

    Spalmarla delicatamente bene su tutta la colomba, poi prendere le mandorle intere e distribuirle qua e la sulla superficie.

    A questo punto possiamo infornare a forno caldo a 170°C per 1 ora e qualche minuto controllando la cottura.

  8. La cottura può variare da forno a forno, ma la superficie a fine cottura dovrà risultare un po’ abbronzata.

    Generalmente la colomba, dopo la cottura andrebbe fatta raffreddare capovolta sospesa, ma devo dire che io non l’ho fatto ed è venuta lievitata benissimo e se posso….meglio di quelle comprate !

    Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter InstagramYoutube Telegram

    Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

Note

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da loscrignodelbuongusto

Ciao a tutti mi presento - Lo scrigno del buongusto e' il nome del mio blog, mi chiamo Francesca, sono abruzzese doc, e dopo alcuni anni con un sito web di cucina, ho deciso di aprire un blog, quindi molti di voi mi conoscono già' ! Mi piace cucinare e non sono ne' una chef ne' una cuoca di professione, ma c'e' solo la voglia di cucinare, preparare e inventare nuovi piatti. Le ricette non sono copiate,anche le foto non sono scaricate da internet, ma sono mie. Per i piatti che sono super conosciuti mi informo su come deve essere la base di quella data ricetta e ne realizzo una mia. Ho la passione per la cucina da quando ero piccola e adesso la condivido con tutte le persone che mi seguono ogni giorno. Questo blog e' dedicato alla cucina italiana e estera, e troverete ricette suddivise per categorie, per la cucina estera dove mi piace molto realizzare piatti di altri stati e vedere cosa mangiano e spero di incuriosire anche voi ! Non per questo tralascio la cucina tradizionale italiana ma troverete tante ricette sia italiane che estere ! Spero che le mie ricette vi piacciano e che continuerete a seguirmi anche in questo blog, sempre con ricette nuove e a volte curiose. Spero che "Lo scrigno del buongusto" vi faccia incuriosire e provare ricette che troverete qui e magari mi farete sapere anche come vi sono venute. Potete seguirmi su tutti i social e anche su youtube con qualche video, anche se per ora non sono molti. Se vi va lasciate qualche commento e se vorrete farmi felice, seguitemi sui social e condividete le mie ricette....mi aiuterete a farle conoscere, grazie ! Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter [wysija_form id="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.