Crackers tipo Ritz fatti in casa

Crackers tipo Ritz fatti in casa. I crackers tipo Ritz fatti in casa sono una vera scoperta, sono quasi identici a quelli comprati e secondo me sono anche molto più buoni. Quando ci mettiamo davanti alla tv o al computer, generalmente ci viene voglia di sgranocchiare qualcosa. Istintivamente si cercano dei salatini, patatine, noccioline, crackers e affini, ma ogni volta che finiamo la porzione che ci siamo generosamente serviti, veniamo assaliti dai sensi di colpa….. quante calorie avrò ingerito? Quanti alimenti poco salutari avrò inserito nel mio corpo? Per questi ed altri motivi ho deciso di provare a fare in casa i deliziosi Ritz , almeno sono sicura degli ingredienti usati perché riguardo alle calorie, purtroppo credo, che non ci sia molta differenza!! Ora vi lascio la ricetta, provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta 😀

crackers tipo ritz fatti in casa

 

                        Crackers tipo Ritz fatti in casa

 

Ingredienti:

  • 250 g di farina + quella per la spianatoia
  • 16 g di lievito in polvere per torte salate
  • 90 g di burro freddo
  • 30 ml di olio vegetale
  • 160 g circa di acqua
  • 15 g di zucchero
  • 2/3 g di sale
  • burro e sale per la finitura
  • semi di papavero q.b

Procedimento:

 

Setacciate il lievito e la farina, inseriteli in un mixer con il burro freddo tagliato a tocchetti piccoli, frullate velocemente e aggiungete il sale e lo zucchero, frullate ancora per qualche secondo poi aggiungete l’olio vegetale e di seguito un po’ d’acqua.

Aggiungete l’acqua poca per volta, frullando per amalgamare. Fermatevi appena vi rendete conto che l’impasto potete manipolarlo con le mani. I grammi d’acqua segnati nell’elenco degli ingredienti potrebbero essere troppi, questo dipende dal potere che ha la vostra farina nell’assorbire i liquidi quindi, raccomando di aggiungere un  po’ d’acqua e frullare, aggiungerne di nuovo e se vedete che si è formata una palla l’impasto è pronto.

Spolverate leggermente la spianatoia e versateci l’impasto dei crackers, impastate velocemente per rendere l’impasto liscio e omogeneo.

Stendete l’impasto con il mattarello tra due fogli di carta forno, stendetelo sottile sottile, poi con un taglia biscotti ricavate i vostri crakers e bucherellateli con una forchetta su tutta la superficie, i buchini servono per far cuocere in modo uniforme i crackers.

Infornate a forno già caldo 180° per circa 8 minuti, sono pronti quando sono color nocciola.

Altra raccomandazione. Sempre nella ricetta originale si leggeva di cuocerli a 200° per 10 minuti, per il mio forno sono troppi e dopo due infornate ho trovato la giusta temperatura da impostare, quindi anche voi provate la cottura con pochi crackers per volta.

Una volta sfornati i crackers spennellateli con il burro fuso e salateli.

Per quelli con i semi di papavero io ho fatto così: Ho spennellato la superficie dei crackers con il burro ho aggiunto i semini il sale e poi messo in forno, una volta cotti non ho ritenuto necessario aggiungere di nuovo il burro ed il sale.

La ricetta originale potete trovarla qui  Ringrazio mia cognata per la traduzione, anche lei è una blogger e potete trovarla su I Know my Kitchen

Se questa ricetta dei Crackers tipo Ritz vi è piaciuta condividetela con i vostri amici e passate dalla mia pagina Facebook L’officina delle ricette vi aspetto! 😀

 

 

Precedente Pizza bianca con fave e pecorino Successivo Trofie salsiccia e crema di stracchino

20 commenti su “Crackers tipo Ritz fatti in casa

  1. filly il said:

    oddioooo… sono sempre stati i miei snack preferiti!!!! Adesso con la tua ricetta posso smettere di comprarli ahahhaha.
    Grazie mille!!!

  2. gaianna il said:

    sicuramente da sglutinare… per noi celiaci è difficile trovare questo tipo di biscotti… la proverò in versione gluten free…

  3. buonissimi i ritz! tra l’altro devo farti i complimenti per l’originalità della ricetta..è la prima volta che vedo una ricetta che riproduce i ritz! 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.