Crea sito

Pasta al brodo ripiena

Questa ricetta – molto invernale – mi ricorda la mia infanzia, quando spesso la domenica, per riscaldarci, io e mia mamma preparavamo la pasta ripiena da mangiare con il brodino. Un´ottima idea per chi, ogni tanto, vuole dedicare un pó piú di tempo alla cucina e mangiare un piatto in brodo diverso dal solito.

  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gcarne trita
  • 2uova
  • 2cucchiai di formaggio grattuggiato
  • 2cucchiai di pan grattato
  • 1cipolla
  • 320 gdi pasta (conchiglioni o pipette)
  • brodo

Procedimento

Per iniziare, tagliare la cipolla a pezzettini sottolissimi e farla soffriggere in un pentolino. Quando é cotta, aggiungere la carne trita e un paio di bicchieri d´acqua. Far cuocere finché l´acqua non viene assorbita. Successivamente spostare la carne con le cipolle in una scodella e far raffreddare.

Una volta freddo, aggiungere il formaggio, il pane e le uova. Impastare bene, fino ad ottenere un composto morbido e non appiccicoso. Se necessario aggiungere pan grattato e formaggio grattuggiato. Aggiungere un pizzico di sale e condire con pepe o altre spezie, a seconda dei gusti.

A questo punto possiamo iniziare a riempire la pasta. per evitare che parte del ripieno fuoriesca dalla pasta durante la cottura nel brodo, vi consiglio di riempire completamente l´impasto, schiacciandolo bene dentro affinché risulti ben compatto.

Una volta finito di riempire la pasta, versare in una pentola abbastanza capiente il brodo e far bollire. Successivamente aggiungere la pasta e cuocere per 12-15 minuti (per via del ripieno, richiederá qualche minuto in piú di cottura rispetto alle indicazioni riportate sulla confezione).

Servire caldo e con una spolverata di formaggio grattuggiato.

Buon appetito

Conservazione

Se l´impasto per il ripieno risulta abbondante, potete conservarlo in freezer.

Potete decidere se congelare solo l´impasto o direttamente la pasta ripiena, in modo che quando vorrete mangiarla, dovrete solo far bollire il brodo e cuocerla.