Crea sito

Ramen gusto SHIO

Questo è un piatto che per gli amanti della cucina Giapponese scalda il cuore, per chi ancora non l’ha provato….. cosa state aspettando??? 😀

  • DifficoltàMedia
  • CucinaItaliana

Ingredienti

DASHI A

  • 1 lacqua
  • 5 gkatsuobushi
  • 5 galga kombu

DASHI B

  • ossa di un pollo intero
  • 500 glonza di maiale
  • 1carota
  • 1cipolla bianca
  • 1cipollotto
  • 1 spicchioaglio
  • 1pezzo di zenzero
  • 200 mlsalsa di soia
  • 200 mlsake
  • q.b.acqua
  • q.b.sale

MARINATURA MAIALE

  • 100 mlsalsa di soia
  • 150 mlsake
  • 1 cucchiainosale
  • 1 cucchiainozucchero

MARINATURA UOVA

  • 6uova
  • 50 mlsalsa di soia
  • 100 mlsake
  • 5 gkatsuobushi

PER LA PASTA

  • 500 gfarina 0
  • 5 gsale
  • 5 gbicarbonato
  • 230 mlacqua
  • q.b.fecola di patate (per lavorare l’impasto)

CONDIMENTI GUSTO SHIO

  • q.b.olio di sesamo
  • q.b.semi di sesamo bianchi
  • q.b.cipollotto
  • q.b.mais
  • q.b.fili di peperoncino
  • 5 gkatsuobushi

Preparazione

All’inizio della pagina potete trovare la video ricetta.

DASHI A

  1. Versiamo 1 litro di acqua in un recipiente con l’alga kombu e il kasuobushi, lasciando insaporire per 24 ore.

DASHI B

  1. Iniziamo la preparazione vera e propria del DASHI.

  2. Dopo aver disossato quasi completamente il pollo (se rimangono dei residui di carne non vi preoccupare, non fa niente), mettiamo le ossa in acqua calda per 1 ora, così rimuoveremo tracce di sangue.

  3. Sbollentiamo per 30 secondi il pollo, non di più.

  4. Rosoliamo da tutti i lati il pezzo di lonza, così racchiuderemo all’interno tutti i succhi e il sapore.

  5. Prendiamo una pentola molto capiente e adagiamo le ossa di pollo, la lonza, la carota, il cipollotto, la cipolla e copriamo con acqua fino a coprire tutti gli ingredienti.

  6. Aggiungiamo la salsa di soia e il sake e accendiamo il fuoco a media potenza intanto che si scaldi il brodo, poi abbassiamo al minimo.

  7. Cuociamo per 1 ora e mezza poi togliamo la lonza e lasciamola raffreddare.

  8. Man mano aggiungiamo al DASHI B il DASHI A, filtrandolo con un colino, fino ad esaurirlo.

  9. Continuiamo la cottura sempre a fiamma bassa per altre 5 ore.

    Aggiustate di sale se serve.

  10. Quando è passato il tempo filtriamo il brodo e lasciamolo da parte.

    Ne verrà tanto, volendo potete anche congelarlo.

MARINATURA MAIALE

  1. Mettiamo in un pentolino gli ingredienti a fiamma media per eliminare l’alcool.

  2. Prendiamo un sacchetto e adagiamo il maiale, versiamo la marinatura e adagiamo il sacchetto in un contenitore pieno d’acqua, così la pressione eliminerà l’aria e farà il sottovuoto.

    Lasciamo marinare per 24 ore in frigorifero.

PREPARAZIONE UOVA E MARINATURA

  1. Per ogni uovo facciamo un piccolo foro sul fondo con un coltello appuntito.

  2. Prendiamo una pentola con acqua e mettiamo sul fuoco, attendiamo il bollore.

  3. Quando adagiamo le uova nell’acqua dobbiamo inserirle gradualmente, quindi facciamo su e giù dentro l’acqua con le uova dentro un mestolo o una ramaiola per 4/5 volte.

  4. Cuociamo le uova per 7 minuti.

    Passato il tempo adagiamole in acqua fredda (o acqua e ghiaccio) e aspettiamo che diventino fredde.

  5. Prepariamo la marinatura delle uova mettendo la salsa di soia e il sake sul fuoco medio, quando la marinatura è bella calda aggiungiamo il katsuobuschi, cuociamo 1 altro minuto e spegniamo il fuoco.

  6. Facciamo la stessa cosa che abbiamo fatto col maiale:

    Prendiamo un sacchetto e adagiamo le uova, versiamo la marinatura e adagiamo il sacchetto in un contenitore pieno d’acqua, così la pressione eliminerà l’aria e farà il sottovuoto.

    Lasciamo marinare per 24 ore in frigorifero.

PREPARIAMO LA PASTA

  1. In un contenitore mescoliamo l’acqua, il sale e il bicarbonato.

    Prendiamo una ciotola per adagiarci la farina, a filo versiamo l’acqua e con una forchetta (io ho usato le bacchette), mescoliamo l’impasto.

  2. Spostiamo l’impasto sul tagliere e andiamo a formare un panetto liscio lavorando per bene la pasta.

  3. Ricopriamo il panetto da pellicola trasparente e lasciamolo riposare in frigo per 30 minuti.

  4. Passato il tempo prendiamo la pasta, stendiamola non troppo sottile, aiutiamoci con la fecola di patate in modo che la pasta non attacchi.

  5. Dopo aver tirato la sfoglia, risvoltiamola su se stessa, come se dovessimo fare più strati uno sopra l’altro. (VEDI VIDEO)

    Prendiamo un coltello facciamo delle strisce sottili (VEDI VIDEO) così da andare a creare i nostri noodles.

FINALMENTE…. RAMEN!

  1. Mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua, al bollore ci butteremo i nostri noodles.

    ATTENZIONE:

    per porzione contate 2 manciate di spaghetti.

  2. Andiamo a preparare tutti i nostri ingredienti per condire il ramen:

    tagliamo a fette sottili il maiale,

    a metà le uova, il cipollotto a fettine sottili, il mais e i fili di peperoncino (facoltativi).

  3. Prendiamo un pentolino dove andremo a riscaldare il nostro DASHI e a creare il gusto SHIO.

  4. Versiamo 600 ml di brodo DASHI nel pentolino (dosi per 2 persone) e aspettiamo che si riscaldi.
    Quando si è ben scaldato (ma non bolle) aggiungiamo il katsuobushi e lasciamo insaporire per altri 3/4 minuti.

  5. Prepariamo le nostre ciotole capienti dove andremo a servire il nostro ramen.

  6. Buttiamo la pasta e vedrete che in giusto 2 minuti cuocerà.

  7. Versiamo il brodo DASHI (FILTRATO) nelle ciotole.

    Aggiungiamo i nostri noodles e iniziamo a condire con gli altri ingredienti:

    – aggiungiamo un filo di olio di sesamo

    – i semi di sesamo

    – qualche fetta di maiale

    – mais a piacere

    – 2 mezze uova

    – cipollotto

    – fili di peperoncino (facoltativi)

  8. Gustate il vostro RAMEN GUSTO SHIO bello caldo, buon appetito 😛

Potete conservare i noodles in un contenitore chiuso ermeticamente per 3 giorni in frigorifero.

Il brodo potete congelarlo senza problemi, già diviso in porzioni:

300 ml ogni porzione.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Lisa Guidetti

Sono una ragazza semplice con una grande passione per la cucina fin da quando ero bambina, mi ha ispirato la mia nonna che purtroppo ora non c'è più. Porto avanti le tradizioni culinarie del mio paese e sperimento sempre cose nuove! Per vedere i video delle mie ricette seguitemi su instagram :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.