Tzaziki

Da un po’ mi frullava per la testa l’idea di provare lo tzatziki, una preparazione che richiama subito la cucina greca, ma che in realtà è diffusa, con le opportune varianti, in tutta la zona balcanica meridionale.

I tratti comuni dello tzatziki in ogni area sono tuttavia lo yogurt, il cetriolo, l’aglio, l’olio e il sale, tuttavia dire “tzatziki” è alquanto riduttivo, poichè ne esistono molte versioni e varianti e pensare che lo tzatziki sia tutto uguale, è un po’ come credere che la pizza sia tutta uguale, ovunque. Sappiamo bene che non è così.

La mia idea era quella di preparare uno tzatziki che arricchisse le mie insalate: in questo periodo, infatti, ho approfittato dell’ampia disponibilità di verdure e frutta per prepararmi dei pasti freschi e leggeri a base di insalate miste.

Ecco quindi il mio tzatziki: una salsa dal sapore fresco, perfetta come condimento, ma… ottima anche semplicemente spalmata sul pane! :-)

Tzaziki

•••••

tzatziki

ingredienti

150 g di yogurt greco
un piccolo cetriolo
un piccolo spicchio d’aglio
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
un cucchiaio di succo di limone
qualche foglia di menta o qualche rametto di aneto
sale, pepe

procedimento

Sbucciare il cetriolo e grattugiarlo con una grattugia a fori larghi, quindi salare la polpa con un pizzico di sale e radunarla in un colino, posizionandovi sopra un peso; far riposare una decina di minuti, affinchè disperda il proprio liquido amarognolo.

Passare l’aglio allo spremiaglio, tritare finemente la menta (o l’aneto), e riunire il tutto in una ciotola. Aggiungere lo yogurt greco ed amalgamare con un spatola, quindi unire anche la polpa di cetriolo, incorporare l’olio e il limone e regolare di sale e pepe. Chiudere lo tzatziki in un contenitore e conservare in frigorifero fino al momento del servizio.

un consiglio in più

Lo tzatziki ha una consistenza piuttosto densa, caratteristica che lo rende idoneo alla preparazione di gustosi antipasti. Per ottenere una consistenza un po’ più fluida, perfetta come dressing (condimento) per le insalate, vi consiglio di passare la polpa di cetriolo in un tritatutto o con un frullatore ad immersione, in modo che la salsa risulti più scivolosa e si presti a rivestire meglio le verdure che intendete condire.

•••••

Tzaziki

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.