Tortelli allo speck e verza

Dopo aver finito di mangiare questi tortelli allo speck e verza, ho guardato compiaciuta il piatto vuoto davanti a me, ho finito il mio bicchiere di vino ed ho esclamato, senza pudore: «Beh, erano proprio buoni!». Il Socio Liffo, di tutta risposta: «Visto? Sono stato bravo!». Lo guardo con aria interrogativa. Lui replica, con un largo sorriso: «Se non ti avessi convinta ad aprire un blog, non avresti sperimentato così tanto in cucina».

Probabilmente è vero. Lifferia è un posticino davvero speciale per me: una sorta di cassa di risonanza per amplificare la mia passione per la cucina; un parco giochi in cui, tra fallimenti e successi, c’è studio, lavoro, dedizione e, alla fine, anche grandi, immense soddisfazioni. La prima fra tutte siete proprio voi, che mi seguite sempre più numerosi nelle mie avventure ai fornelli. Non ultimi, però, questi tortelli allo speck e verza, che non vedevo l’ora di raccontare.

Sapete, ormai, quanto io ami la pasta ripiena e, quando ho visto questa ricetta in uno dei libri che mia mamma mi ha portato nella sua ultima gita qui, sono stata letteralmente conquistata. Il ripieno era interessante, ed ancor di più questa pasta scura, con la farina di grano saraceno. E così, ho dovuto subito farli.

I tortelli allo speck e verza sono stati un vero successo: un abbinamento di sapori fantastico, corposo, ma al tempo stesso fine ed equilibrato. E’ il piatto che servirei ad ospiti speciali, o con il quale celebrare una ricorrenza importante o un giorno di festa. Oppure, quando volete semplicemente trattarvi proprio bene. Ricordate solo di prepararne in eccesso: qualcuno vi chiederà sicuramente il bis! :-)

Tortelli allo speck e verza

•••••

tortelli allo speck e verza

ingredienti | 4 persone

per la pasta
250 g di farina di grano saraceno
250 g di farina 00 calibrata
un uovo
mezzo cucchiaino di sale

per il ripieno
250 g di verza
100 g di speck affettato
125 ml di panna fresca
20 g di burro
una piccola cipolla
un cucchiaio di farina 00
un cucchiaio di parmigiano reggiano
un cucchiaio di aceto
un pizzico di noce moscata
sale, pepe

per condire
burro
un mazzetto di salvia
un mazzetto di timo

procedimento

Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), disporre la farina e l’uovo, quindi iniziare ad impastare aggiungendo gradualmente acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto compatto, omogeneo e non appiccicoso. Serviranno indicativamente 200 ml di acqua. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare per circa un’ora.

Nel frattempo, preparare il ripieno. Sbollentare la verza in abbondante acqua con un cucchiaio di aceto di mele, cuocendola per circa 5 minuti. Rimuovere la verza dall’acqua, far intiepidire ed affettarla sottilmente.Tagliare lo speck a listarelle, usando eventualmente delle forbici pulitissime.

In un tegame, far rosolare la cipolla tritata nel burro, quindi aggiungere lo speck e la verza e far insaporire qualche minuto. Spolverizzare quindi con la farina setacciata, unire la panna, la noce moscata, il Parmigiano Reggiano e regolare di sale e pepe. Mescolare bene, spegnere il fuoco e far raffreddare.

Stendere la pasta abbastanza sottile (spessore 5, in una scala da 0 a 10 della mia Atlas 150) e ricavare dei quadrati di 4 cm di lato con la rotella tagliapasta dentata. Prelevare una piccola quantità di ripieno e collocarla al centro di ciascun quadratino, quindi coprire con un altro quadrato di pasta e sigillare ai quattro lati.

In una pentola, portare ad ebollizione abbondante acqua salata e lessarvi i tortelli allo speck e verza per 3 minuti. A parte, in un saltapasta, far fondere il burro con le erbe aromatiche, lasciando insaporire a fuoco dolce per qualche minuto. Quando i tortelli saranno cotti, prelevarli delicatamente dall’acqua con una schiumarola e trasferirli nel saltapasta. Saltare velocemente per distribuire il condimento e servire subito.

•••••

Tortelli allo speck e verza

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.