Anatra ai frutti di bosco

Vi sembrerà inconsueto sentir parlare di anatra ai frutti di bosco, ma, se ci pensate bene, si tratta pur sempre di frutta, come nel caso dell’anatra all’arancia o dell’anatra all’ananas. Pare infatti le carni di questo animale si prestino ad essere accompagnate a certi frutti. Ma perchè – vi chiederete – io ho scelto proprio i frutti di bosco?

In alcuni dei miei viaggi all’estero, ho avuto modo di provare in più occasioni l’accostamento di composte o gelatine di frutta alle carni più svariate: dal maiale al manzo, senza tralasciare il vitello. Dopo un primo scetticismo, ho voluto assaggiare e l’ho trovato un modo delizioso e insolito (quantomeno per i sapori a cui noi italiani siamo abituati) di gustare la carne.

E così, poichè la stagione è quella giusta per parlarne, vi racconto del mio petto d’anatra ai frutti di bosco, un piatto primaverile in cui si trovano mille interessanti contrasti che si intrecciano sulle papille gustative.

Anatra ai frutti di bosco

•••••

anatra ai frutti di bosco

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | 2 persone

un petto d’anatra
250 g di frutti di bosco misti (more, ribes, lamponi, mirtilli)
un cucchiaino di zucchero (facoltativo)
5 bacche di ginepro
4 foglie di salvia
2 chiodi di garofano
un rametto di rosmarino
vino rosso secco
sale, pepe

procedimento

Pulire il petto di anatra, eliminando la pelle e il grasso, quindi dividerlo a metà. Trasferirlo in una ciotola insieme al ginepro, i chiodi di garofano, la salvia, il rosmarino, un pizzico di sale, quindi coprire con il vino rosso. Coprire con pellicola e far insporire la carne per almeno 4 ore in frigorifero.

Trascorso questo tempo, estrarre la carne dal frigorifero e farla acclimatare a temperatura ambiente. Nel frattempo, lavare accuratamente i frutti di bosco e trasferirli in un pentolino: cuocere a fiamma bassa fino a far ammorbidire completamente i frutti; omogeneizzare con un frullatore ad immersione e, se si preferisce, passare la salsa in un colino a maglia larga, in modo da trattenere (e eliminare) eventuali bucce e semini. Assaggiare e, qualora risultasse troppo aspra, unire senza timore lo zucchero.

Rimuovere i petti d’anatra dalla ciotola. A questo punto, scaldare bene una padella, adagiarvi due ciuffetti di rosmarino e posarvi sopra i petti d’anatra,  quindi rosolarli dorandoli qualche minuto da entrambi i lati. Se necessario, unire un cucchiaio di olio extravergine, tuttavia l’anatra è sufficientemente corposa da fornire naturalmente i grassi necessari senza bisogno di altri condimenti. Regolare di sale e pepe, versare mezzo bicchiere di vino rosso e far sfumare. Unire quindi la salsa ai frutti di bosco, coprire e portare a termine la cottura, girando i petti di tanto in tanto.

Quando i petti d’anatra saranno ormai cotti, completare la cottura senza coperchio, al fine di consentire alla salsa ai frutti di bosco di addensarsi: dovrà aderire bene alla carne, ma conservare una consistenza fluida. Servire l’anatra ai frutti di bosco in piatti individuali, accompagnando con la salsa.

•••••

Anatra ai frutti di bosco

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

2 Commenti su Anatra ai frutti di bosco in padella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.