Polpette con peperoni

Alcuni giorni fa, ho ricevuto dalla nonna Esterina dei peperoni: sono piccoli e un po’ ammaccati, d’altronde sono gli ultimi della stagione e, nell’ultimo periodo, il cielo stato anche generoso con la pioggia. Mi ha fatto un pacchetto, li ha chiusi in un sacchetto, in fretta e furia. Quando l’ho aperto ho trovato la confortante atmosfera di casa: peperoni imperfetti, irregolari, sporchi di terra, così come in effetti ci si aspetterebbe da qualcosa che è figlio proprio della terra. Che, d’altronde, quei peperoni passati al calibro che trovo al supermercato, lucidi, dai colori omogenei, puliti e anche un po’ umidicci, in realtà vogliono solo sedurre l’occhio, ma giunti nella pentola, del peperone rimane solo l’impressione, l’idea. Al contrario, i peperoni della nonna, nella loro imprecisione, esprimono tutta la generosità che la terra ha da offrire, dopo tutta una stagione trascorsa a regalare frutti come ricompensa delle cure ricevute. Ed è proprio da questi doni che nascono le polpette con peperoni: piccole palline di carne e peperoni, dalla crosticina appena accennata e dall’interno morbidissimo.

Le polpette con peperoni sono perfette per utilizzare i peperoni in modo alternativo, realizzando un piatto saporito e semplice, da gustare un bocconcino alla volta. Facili da preparare e tutto sommato veloci, le polpette con peperoni risolvono il pranzo o la cena e possono essere preparate sia in padella che in forno; queste simpatiche palline saporite faranno la gioia di grandi e piccini! :-)

Polpette con peperoni

•••••

polpette con peperoni

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | 4 persone

550 g di macinato misto
350 g di peperoni
2 uova
un ciuffetto di prezzemolo
uno spicchio d’aglio
pangrattato
sale, pepe

olio di semi per friggere o olio extravergine d’oliva per la teglia

procedimento

Lavare e mondare i peperoni, privandoli dei semi e dei filamenti bianchi, radunarli nella ciotola del robot insieme al prezzemolo e tritarli finemente. Unire l’aglio passato allo spremiaglio e la carne, lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi incorporare le uova, regolare di sale e pepe e aggiungere due cucchiai di pangrattato. Mescolare bene: l’impasto risulterà molto morbido e piuttosto appiccicoso, tuttavia è importante che non vi sia un accumulo di liquidi sul fondo della ciotola. In tal caso, regolare la consistenza con altro pangrattato.

Per la cottura in forno. Ungere una leccarda con poco olio. Con le mani inumidite, prelevare circa un cucchiaio di composto, formare delle palline e adagiarle sulla leccarda. Spennellare le polpette con peperoni con olio extravergine e cuocere in forno elettrico ventilato a 200°C per circa 15 minuti o comunque fino a cottura completa, girandole di tanto in tanto per uniformare la doratura. Si ricorda che la temperatura ed i tempi di cottura possono variare a seconda delle caratteristiche del proprio forno.

Per la cottura in padella. In una ciotolina radunare 6 cucchiai colmi di pangrattato. Con le mani inumidite, prelevare circa un cucchiaio di composto, formare delle palline e rotolarle nel pangrattato, premendo delicatamente con le dita affinchè aderisca bene. In una padella, scaldare abbondante olio di semi e, quando avrà raggiunto i 170-175°C circa (gettando un pizzico di pangrattato nell’olio, questo deve risalire subito a galla e sfrigolare), tuffarvi le polpette con peperoni e friggere fino a doratura e cottura completa.

Servire calde, possibilmente con contorno di verdure fresche o lessate.

•••••

Polpette con peperoni

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

2 Commenti su Polpette con peperoni, al forno e in padella

  1. Dopo le polpette finger food con salsa piccante e gli spiedini di polpette al forno, ricette entrambe molto apprezzate, ieri sera ho preparato queste polpettine con i peperoni, ortaggio che noi adoriamo. Come da te anticipato, sono morbidissime, ne ho fatte una trentina ed io e mio marito ce le siamo spazzolate tutte :) le ho cotte al forno, quindi sono venute anche leggere. Stasera ho intenzione di preparare quelle con tonno e patate, che ci attirano moltissimo. Insomma grazie come sempre per le tante ispirazioni che mi risolvono tante serate!!

    PS. Ho fatto di nuovo il pain au chocolat, la seconda volta é venuto persino migliore della prima, delizioso!

    Cecilia

    • Ma allora anche voi siete “polpettosi” come me! :D
      Mi fa piacere che le ricette che hai provato finora ti siano piaciute e spero che anche quelle con tonno e patate facciano al caso vostro: anche queste sono molto morbide, per cui se vi piace il genere, non potranno che piacervi.

      Sono contenta anche degli esiti del pain au chocolat: effettivamente, man mano che si acquisisce dimestichezza coi giri, diventa sempre più facile e… a quel punto non se ne può più fare a meno!

      Grazie ancora Cecilia, per i tuoi utili feedback! :)

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.