Piadina nera

Dopo le tante ricette piuttosto ricche di questi giorni, oggi vi accolgo nel mio salottino con una ricetta semplice, da preparare in pochi minuti: la piadina nera all’olio extravergine d’oliva.

In passato, vi avevo già raccontato la piadina classica, quella che profuma di Romagna, di spiagge e di feste di paese. Quella di oggi è una piadina senza derivati animali, con olio extravergine, quindi adatta anche ai vegani o a chi deve limitare il consumo di grassi saturi.

Il colore particolare è dovuto al carbone vegetale: nella piadina nera, così come nel LiffBurger Halloween Edition che vi avevo raccontato un po’ di tempo fa, ho voluto utilizzare questo colorante naturale per dare un effetto un po’ insolito. Il carbone vegetale, ve lo ricordo, è un prodotto assolutamente naturale e insapore; si usa anche come integratore in grado di facilitare la digestione e la sua presenza non è indispensabile alla riuscita della ricetta (se desiderate, quindi, potete ometterlo). E’ venduto in polvere finissima e si trova in tutte le farmacie.

Facile da preparare, la piadina nera può essere impastata con la planetaria, a mano o con un robot da cucina, rendendo di fatto questo impasto alla portata di tutti, principianti compresi. Siete pronti a stupire tutti a tavola? :-)

Piadina nera

•••••

piadina nera

ingredienti | 8 pezzi

500 g di farina 0
190 g di acqua
55 g di olio extravergine d’oliva
5 g di carbone vegetale
un cucchiaino di bicarbonato
un cucchiaino di sale

procedimento

Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), riunire la farina, il carbone, il sale e il bicarbonato. Mescolare brevemente con una forchetta, al fine di ottenere una miscela omogenea di polveri.

Aggiungere quindi l’olio seguito dall’acqua, unita gradualmente, quindi impastare fino ad ottenere un impasto mediamente morbido, liscio ed omogeneo, ma non appiccicoso. Formare un cilindro, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciar riposare per 30 minuti. Il riposo non è indispensabile, ma renderà la pasta più lavorabile.

Trascorso questo tempo, dividere il cilindro in 8 fette. Sulla spianatoia leggermente infarinata, stendere una parte di impasto con l’aiuto di un mattarello, cercando di imprimere una forma circolare, ottenendo uno spessore di circa un paio di millimetri. Proseguire fino ad esaurimento dell’impasto, mantenendo le piadine coperte e senza sovrapporle, se non con un foglio di pellicola tra l’una e l’altra.

Scaldare un testo romagnolo o, in sua assenza, una padella antiaderente, e, quando è ben caldo, cuocervi la piadina nera su entrambi i lati, fino a che non diventerà opaca. Adagiare la piadina cotta su un piatto e coprire subito con un foglio di alluminio, quindi proseguire la cottura fino ad esaurimento delle piadine, impilando le piadine cotte una sull’altra ed avendo cura di coprirle sempre con l’alluminio. Questo accorgimento, oltre a mantenerle calde più a lungo, farà si che restino ben morbide.

Servire subito farcendo a piacere oppure in alternativa del pane.

•••••

Piadina nera

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia, seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+Pinterest e Instagram!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Vuoi dirmi o chiedermi qualcosa? Lascia un COMMENTO o CONTATTAMI! :-)

2 Commenti su Piadina nera all’olio extravergine d’oliva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.