Pasta con bresaola e rucola

In Emilia, manca poco che coi maiali facciano anche mobili e vestiti. E sono convinta che, se gli emiliani si applicassero, testardi come sono, ci riuscirebbero e anche bene!

Vi chiederete: cosa centrano i maiali con la bresaola? Assolutamente nulla, vi rispondo io. Ma crescere in Emilia significa trovarsi spesso circondati da salumi di ogni tipo e non ho nemmeno bisogno di citarli, li conoscono tutti, in Italia e all’estero. Nella mia città natale, addirittura, si produce quella famosa mortadella del Guiness dei Primati. ;-)

E così, tanto è radicata questa cultura del salume, che spesso fa compagnia a veri e propri piatti tipici del territorio emiliano, che spesso accade che anche piccoli nuclei familiari abbiano a casa propria salumi interi. No, non parlo solo dei salami, fatti in casa o meno, ma di prosciutti interi, coppe e via discorrendo. Perchè non possa mai mancare, suppongo.

Questa abitudine è naturalmente ben radicata anche in me: siamo solo in due, nella tana della Lifferia, ma cerchiamo di non scendere sotto i due o tre salumi nel frigorifero. Che sia una pancetta, un prosciutto crudo o cotto, uno speck… fresco di taglio è un’altra cosa. E poi, quelle vaschette che si trovano al supermercato non mi convincono: lo spessore della fetta spesso è approssimativo, l’odore che divampa quando viene aperta la confezione non mi garba e, infine, trovo surreale che si conservi così a lungo un salume che, affettato a casa, va consumato in pochi giorni e le motivazioni per cui questo è possibile, onestamente, non mi importano più di tanto.

E allora, questa bresaola? Ci arrivo: ogni anno, verso fine estate, la mamma del Socio Liffo va a fare una gita in Valtellina in compagnia e ne ritorna con un ricco bottino, tra cui anche una bresaola intera. E, ogni anno, la divide in due e me ne dà metà, sapendo che mi piace tanto. Ma, come tutti i salumi, si arriva sempre ad un punto in cui non si riesce più ad affettarli, perchè ormai sono troppo corti per maneggiarli senza rischi sull’affettatrice.

Alla Lifferia, però, detestiamo gli sprechi, così reinventiamo altri modi per trasformare gli ingredienti più sfortunati in un piatto interessante.

Tra l’altro, mi è capitato di vedere in vendita al supermercato i fondi dei salumi che loro vendono al taglio: anche se hanno affettatrici professionali che facilitano le operazioni di taglio, i salumi troppo corti sono ingestibili anche per loro, per questo li vendono, confezionati sotto vuoto, ad un prezzo ben inferiore rispetto al normale. Dunque, se non avete l’abitudine di acquistare salumi interi, potrete realizzare un primo semplice, gustoso e low cost.

Pasta con bresaola e rucola

•••••

pasta con rucola e bresaola

ingredienti

180 g di pasta (io ho preferito i fusilli)
100 g di bresaola
2 mazzetti di rucola
2 scalogni
4 cucchiai di panna da cucina
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Parmigiano Reggiano grattugiato o a scaglie
sale

procedimento

In una pentola, portare ad ebollizione abbondante acqua salata e lessatevi la pasta al dente.

Nel frattempo, mondare e pelare lo scalogno e lavare con cura la rucola, quindi tritarli con l’aiuto di un tritatutto. In un saltapasta, scaldare l’olio, unirvi il trito appena preparato e rosolarlo a fiamma dolce per qualche minuto.

Tagliare a cubetti la bresaola e tritarla nel tritatutto, quindi trasferitela nel saltapasta, avendo cura di “sgranarla” con un cucchiaio affinchè non rimanga a blocchetti grossi, e fare insaporire per qualche minuto, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.

Scolare la pasta e porla nel saltapasta; unire la panna e saltare a fiamma vivace, fino a distribuire uniformemente il condimento. Servire calda, cospargendo con abbondante Parmigiano Reggiano grattugiato oppure a scaglie.

•••••

Pasta con bresaola e rucola

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

4 Commenti su Pasta con rucola e bresaola

  1. Ciao Lifferia,
    da pochi mesi ho lanciato un nuovo portale (http://www.miglioriricette.it/) che vuole raccogliere e mettere in gara tra di loro le tante ricette pubblicate dagli appassionati di cucina su Internet.
    Vorrei inserire questa e altre tue ricette sul mio portale (inserirò solo titolo, autore, foto e un link alla pagina della ricetta sul tuo sito).
    Posso?

    • Ciao Danilo,
      ho dato un’occhiata al tuo portale: complimenti!

      Se vuoi puoi inserire le mie ricette sul tuo portale, purchè, come hai specificato, questa pubblicazione si limiti a titolo, autore, foto (non manipolata) e il link di rimando all’articolo originale sul mio blog.

      Se hai altre domande chiedi pure, qui o all’indirizzo email lifferia@email.it .

      Buona giornata! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.