[banner]

Pane integrale morbidissimo

La ricetta di oggi è “morbidissima”, parliamo infatti del pane integrale soffice soffice, o meglio, del pane semi integrale, poichè questi soffici panini usano due farine: quella integrale e la farina 0 manitoba.

Il pane integrale morbidissimo non nasce per caso; vi avevo raccontato il grande successo che aveva avuto la treccia integrale con pomodorini confit, sorprendentemente morbida, anche il giorno dopo. Così ho voluto riprendere il tipo di impasto, apportando alcune variazioni, partendo dall’idea di ottenere del pane integrale con le stesse caratteristiche di morbidezza, ma abbastanza “sobrio” da poter essere consumato a pasto, in accompagnamento alle nostre portate.

Sì, certo, anche la treccia con i pomodorini si può mangiare a pasto, ma bisogna riconoscere che è ben condita, al punto da far finire in secondo piano le portate principali. Questo pane integrale, invece, vuol proporsi come pane da uso quotidiano, adatto per un panino ma anche accostato alle nostre migliori pietanze; da gustare da subito, sfornato da poco, ma anche l’indomani, poichè conserva la giusta morbidezza. Un vero compagno gustoso e salutare da portare in tavola! ;-)

Pane integrale morbidissimo

•••••

pane integrale morbidissimo

scarica la ricetta stampabile

ingredienti

350 g di farina integrale biologica
210 g di acqua (circa)
150 g di farina manitoba
50 g di olio extravergine d’oliva
50 g di latte
10 g di lievito di birra
10 g di zucchero
10 g di sale
un cucchiaino raso di miele

procedimento

In una tazza, disciogliere il lievito e lo zucchero nel latte tiepido. Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), radunare le farine ed il miele, unire il lievito, ed iniziare a lavorare l’impasto unendo gradualmente l’acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido, ma non appiccicoso. Qualora risultasse troppo consistente, unire altra acqua; qualora risultasse appiccicoso e colloso, unire altra farina per riportarlo alla giusta consistenza: la quantità di liquido dipende infatti dalla qualità e dall’umidità delle farine, pertanto potrebbe essere soggetta a variazioni.

Unire l’olio ed il sale e lavorare l’impasto per una decina di minuti, fino ad ottenere un impasto liscio, morbido e ben raffinato. Trasferire su una spianatoia leggermente infarinata, arrotolare l’impasto su sè stesso fino a formare una palla, quindi mettere a riposare in una ciotola, coperta con pellicola trasparente, in un luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria fino al raddoppio (circa 4 ore).

Trascorso il tempo di lievitazione dell’impasto, prelevarlo dalla ciotola, e lavorarlo brevemente sulla spianatoia, quindi far riposare per almeno altri 20-30 minuti, coperto dalla ciotola rovesciata.

Trascorso questo tempo, dividere l’impasto in otto parti; schiacciare ciascun pezzo di impasto con le mani quindi arrotolarlo su sè stesso fino a formare un cilindro, quindi schiacciare il cilindro con le mani e arrotolarlo nuovamente su sè stesso, fino ad ottenere un panino non troppo allungato.

Trasferire i panini su una teglia coperta con carta da forno, inumidire l’impasto con uno spruzzino d’acqua e lasciar lievitare fino al raddoppio in luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria (circa un’ora e mezza).

Completata quest’ultima fase, cuocere il pane integrale in forno elettrico ventilato preriscaldato a 200°C per circa 15 minuti, o comunque fino a doratura. A cottura completata, sfornare i panini e lasciarli raffreddare su una griglia.

•••••

Pane integrale morbidissimo

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

[banner network=”adsense” size=”336X280″ type=”default”]

Guarda anche questa soffice idea:
TRECCIA INTEGRALE CON
POMODORINI CONFIT

Treccia integrale con pomodorini confit

6 Commenti su Pane integrale morbido morbido

  1. bellissima ricetta, la proverò sicuramente a breve, ma secondo voi, volendolo cuocere in un forno a legna ( o comunque statico) per quanto tempo andrebbe cotto?
    Grazie.

    • Ciao Alex, sul forno a legno non potrei darti risposte attendibili perchè in tutta sincerità non l’ho mai usato. Sul forno statico invece posso risponderti con più sicurezza: ti consiglio 210°C per circa 15-20 minuti. Presta comunque attenzione alla doratura: il forno ventilato infatti tende a cuocere e dorare prima di quello statico e, ad ogni modo, ogni forno ha il “suo carattere”.

      Fammi sapere come è andata, se ti fa piacere!

      A presto,
      Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.