Ossibuchi di tacchino ai funghi

Oggi vi racconto un piatto semplice, ma anche tanto gustoso: gli ossibuchi di tacchino ai funghi pioppini.

Meno famosi di quelli bovini, gli ossibuchi di tacchino sono un taglio economico di carne bianca: io ho scelto di cucinarli con i funghi, accompagnando il tutto con una salsina cremosa e saporita.

Gli ossibuchi di tacchino ai funghi richiedono una cottura prolungata, al fine di ammorbidire bene la carne, ma il risultato vi ripagherà con un piatto caldo e piacevole, cremoso e avvolgente.

Preparare gli ossibuchi di tacchino ai funghi non è difficile: a parte la fase iniziale in cui è ovviamente richiesto un frequente intervento, la cottura prosegue autonomamente a fuoco basso. Il rischio, semmai, potrebbe essere quello di dimenticarli… ma non preoccupatevi: il profumino di cui si riempirà la cucina, vi terrà ben concentrati!

Potrete accompagnare questo piatto con patate arrosto o saltate, oppure una intramontabile insalata… ma non dimenticate un buon pane fresco: anche i più snob cederanno al fascino della scarpetta!

Ossibuchi di tacchino ai funghi

•••••

ossibuchi di tacchino ai funghi

ingredienti | 2 persone

500 g di ossibuchi di tacchino
400 g di funghi pioppini
40 g di burro
un bicchiere di brodo circa
un bicchiere di vino bianco
qualche cucchiaio di farina
un cucchiaio di prezzemolo tritato
uno spicchio d’aglio
sale, pepe

procedimento

Mondare e lavare i funghi, eliminando i residui di terriccio e le altre impurità.

Risciacquare gli ossibuchi sotto acqua fredda corrente e controllare che non vi siano schegge o residui di osso. Praticare qualche taglio lungo i bordi, affinchè mantengano la propria forma in cottura, usando un coltello affilato oppure le forbici. Asciugare bene tamponando con carta assorbente, quindi infarinarli accuratamente.

In un tegame ampio, scaldare il burro con l’aglio, pelato e schiacciato, quindi adagiarvi gli ossibuchi, rosolandoli da entrambi i lati fino a che non avranno assunto un colore dorato.

Unire quindi i funghi e far cuocere mescolando spesso; i funghi rilasceranno la propria acqua: proseguire la cottura fino a che questa non sarà evaporata. Versare quindi il vino e far sfumare, mescolando e girando gli ossibuchi di tanto in tanto. Regolare di pepe.

Quando sarà evaporato anche il vino, ridurre la fiamma, aggiungere il brodo, mettere il coperchio e proseguire la cottura per circa 40-50 minuti, o comunque fino a che la carne non risulterà ben tenera e tenderà a staccarsi agevolmente dall’osso, mescolando di tanto in tanto. Se durante la cottura i liquidi si riducono eccessivamente, unire un mestolino di brodo per regolare la consistenza.

Pochi minuti prima di ultimare la cottura, regolare di sale se necessario, cospargere con il prezzemolo tritato e mescolare. Servire subito, accompagnando con la salsina ottenuta.

•••••

Ossibuchi di tacchino ai funghi

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.