Maionese

Ho uno strano rapporto con la maionese: non la adoro e non la utilizzo tanto, ma capita talvolta che mi serva per preparare alcuni piatti. E, sistematicamente, quando arriva quel momento, i casi sono sostanzialmente due: o non ho la maionese, oppure, se ce l’ho, è scaduta. Voi non immaginate quanti barattoli ho buttato in questo modo e, soprattutto, non avete idea di quanto mi dia fastidio buttare via il cibo.

Eppure di tanto in tanto torna comoda: oltre che per preparazioni particolari che la richiedono, la maionese può essere utile per preparare qualche tartina in occasione di un buffet, oppure c’è chi la gradisce come accompagnamento alle patatine fritte.

All’ennesimo barattolo buttato nella spazzatura proprio nel momento in cui mi serviva, ho detto basta: adesso la faccio io! E così ho fatto: sono rimasta molto sorpresa della velocità e la facilità di esecuzione, tant’è che mi sono chiesta per quale motivo io l’abbia sempre comprata, nonchè come possa essere una delle salse più vendute. E quindi, alla Lifferia, la maionese non si compra più. :-)

La maionese fatta in casa ha un gusto un pochino più corposo di quella comprata, e la scelta dell’olio, presente in grande quantità in questa emulsione, ha forti ripercussioni sul gusto: l’ho provata con l’olio extravergine e, devo ammetterlo, ha un gusto deciso, troppo forte per il mio palato. L’ho preferita con l’olio di semi (di girasole o di arachidi, ma anche di mais) che conferisce un sapore più delicato, decisamente più simile alla maionese commerciale.

Maionese

•••••

maionese

scarica la ricetta stampabile

ingredienti

2 tuorli
200 g di olio
il succo di 1/2 limone
sale, pepe bianco

procedimento

Aprire le uova e separare i tuorli dagli albumi; disporre i tuorli nella ciotola della planetaria, unire il sale ed il pepe, quindi iniziare a sbattere i tuorli fino a che cominciano a cambiare leggermente colore e assumere una consistenza più densa.

Senza smettere di sbattere i tuorli, unire un cucchiaio di succo di limone, attendere che sia ben incorporato, quindi unire l’olio a filo, alternandolo al succo di limone, fino ad esaurimento degli ingredienti.

un consiglio in più

E’ importante e fondamentale, per la buona riuscita della maionese, unire l’olio e il succo di limone in modo estremamente graduale, in piccole quantità, avendo l’accortezza di attendere sempre il completo assorbimento prima di fare ogni altra aggiunta, altrimenti rischierà di “impazzire”.

E’ altresì importante utilizzare gli ingredienti a temperatura ambiente, per non compromettere la riuscita dell’emulsione.

La maionese fatta in casa può essere conservata in frigorifero per circa una settimana, avendo cura di chiuderla in un vasetto oppure in una ciotola coperta con pellicola.

E se “impazzisce”? Se la maionese diventa improvvisamente grumosa, è “impazzita”: si può recuperare sbattendo a parte un tuorlo con poco olio e, quando comincerà a cambiare consistenza, aggiungere gradualmente la maionese impazzita, fino ad incorporarla tutta.

•••••

Maionese

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

2 Commenti su Maionese | Ricetta facile per farla in casa

  1. Cavolo, mai provata a fare, ora eviterò di comprarla e provo a fare questa, visto che è più deliziosa e genuina, grazie!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.