Focaccine in padella furbissime

Come saprete, io preparo sempre il pane, la pizza e le focacce in casa. La mia è un’abitudine consolidata da diversi anni e dovrei aver raggiunto un livello di organizzazione impeccabile. E invece no: sono affetta da un’adolescenza cronica che mi impedisce categoricamente di stabilire delle tabelle di marcia efficaci, da portare avanti con costanza. In altre parole, sono la pasticciona che dimentica di impastare il pane; quella che non si accorge che il pane di ieri è finito solo mezz’ora prima della cena di stasera. E adesso? Beh, adesso è giunto il momento di raccontarvi le focaccine in padella furbissime. :)

Un po’ di tempo fa, la mia bravissima amica Michela di Mollichedizucchero mi aveva parlato di queste sue focaccine in padella, veloci veloci. Mi ero ripromessa di provarle appena possibile, poi, per un motivo o per l’altro, non ho avuto occasione. O, almeno, non mi era capitato di nuovo di finire inaspettatamente il pane. Fino a ieri. Mi sono subito messa all’opera, con la ricetta di Michela alla mano (alla quale ho apportato qualche piccola modifica), pronta a preparare le focaccine in padella furbissime.

“Ma perchè furbissime?”, vi chiederete. Si preparano in circa dieci minuti, si cuociono in ancora meno tempo, senza nemmeno accendere il forno, ma con una semplicissima padella. Una padella possiamo trovarla ovunque: a casa propria, ma anche in vacanza o a casa di amici. Non contengono lievito chimico e sono quindi adatte anche alle persone intolleranti a questo prodotto.

Le focaccine in padella sono un valido sostituto del pane, ma non solo: ottime anche come merenda o come spuntino, buone da sole e perfette anche farcite con salumi, formaggi o verdure. Sono piccole e pratiche, tanto da essere una buona idea da portare con sè per le scampagnate, oppure da mettere in tavola per l’aperitivo in un pranzo o una cena in compagnia.

A dispetto della velocità con cui si preparano, le focaccine in padella farebbero presumere una certa mediocrità di risultato; al contrario si presentano morbidissime, con una alveolatura spugnosa che accoglie di buon grado anche le salse. Insomma, un vero successo!

Vi state ancora chiedendo perchè siano furbissime queste focaccine in padella? :P

Focaccine in padella furbissime

•••••

focaccine in padella furbissime

ingredienti | circa 10 pezzi

250 g di farina 00
75 ml di latte
60 ml di acqua
6 g di sale + un pizzico
4 g di bicarbonato di sodio
4 g di cremor tartaro
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
un rametto di rosmarino

procedimento

Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), riunire la farina, l’olio, il bicarbonato e il cremor tartaro, quindi iniziare a impastare aggiungendo gradualmente il latte, seguito dall’acqua e, infine, il sale. Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Infarinare leggermente la spianatoia, quindi stendere l’impasto in una sfoglia alta circa un centimetro. Togliere le foglie al rametto di rosmarino e distribuirle sulla superficie dell’impasto insieme ad un pizzico di sale; far rotolare delicatamente il mattarello sull’impasto, affinchè il rosmarino ed il sale aderiscano bene all’impasto.

Con un tagliapasta (o un bicchiere) ricavare dei dischi di 8 centimetri di diametro, quindi trasferirli su un vassoio coperto con un panno di cotone pulito.

Scaldare una padella antiaderente e, senza aggiungere condimenti, adagiarvi le focaccine e farle cuocere per circa un paio di minuti per parte, fino a che non risulteranno dorate su entrambi i lati. Servire calde o tiepide.

•••••

Focaccine in padella furbissime

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

14 Commenti su Focaccine in padella furbissime

  1. Salve, vorrei sapere 1. se è possibile usare un latte vegetale e 2. a cosa corrispondono 4g di cremor tartaro o bicarbonato? Grazie mille!

    • Ciao Claudia, non ho mai usato la farina autolievitante e quindi non saprei le proporzioni e il tipo di agenti lievitanti all’interno della farina. Suppongo che, in questo caso, potresti omettere il cremor tartaro ed il bicarbonato, anche se non conoscendo il prodotto, non posso darti la certezza del risultato.
      Se provi e ti fa piacere, fammi sapere come è andata: son curiosissima! :)

      A presto!

  2. Furbissime queste focaccine. Vorrei prepararle per pranzo, ma non ho in casa il cremor tartaro. È indispensabile metterlo? Posso sostituirlo con qualcosaltro? E dopo lo trovo? Al supermercato? Grazie Alessandra

    • Ciao Alessandra, scusami se sono riuscita a risponderti soltanto ora. Il cremor tartaro è una alternativa al lievito chimico, adatta di solito anche a chi ha problemi di intolleranze, e si usa spesso in coppia con il bicarbonato.
      Il cremor tartaro si trova di solito nei supermercati, nel reparto destinato ad aromi, dolci, lieviti in bustina. Io lo preferisco poichè è totalmente insapore e quindi non altera il gusto e la consistenza (nè dei dolci, nè dei salati, visto che si può usare per entrambi) e conferisce una particolare morbidezza.

      Se però non riesci a trovarlo e non sai come fare, puoi prendere il lievito istantaneo per preparazioni salate: con queste dosi, ne userai 8 grammi. Naturalmente, in questo caso, puoi eliminare anche il bicarbonato. :)

      Se hai qualche dubbio, chiedi pure.
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.