Delizie alle amarene e cioccolato fondente

La mia mamma, quando ero bambina, le conservava in frigorifero, nel loro vasetto, che con il passare degli anni ha sempre conservato la sua forma sinuosa ed il decoro sui toni del blu. Sto parlando delle amarene Fabbri, una celebre bontà nata nella mia amata Emilia. C’è chi le mette sul gelato, c’è chi le usa sulle zeppole, c’è chi le usa per completare svariati piatti. E poi c’è la Lifferia, che ha deciso di realizzare un dolce raffinato dal sapore travolgente: le delizie alle amarene e cioccolato fondente.

Si tratta di piccoli pasticcini, in cui i contrasti si intrecciano in modo armonioso: la croccante base streusel abbraccia la morbidezza compatta del cremoso, mentre la dolcezza dell’amarena si avvita intorno al gusto più secco del fondente.

Le delizie alle amarene e cioccolato fondente sono il perfetto fine pasto da offrire agli ospiti a cena, ma non solo: sono la golosa risposta alla vostra voglia di qualcosa di dolce, in ogni momento della giornata.

Delizie alle amarene e cioccolato fondente

•••••

delizie alle amarene e cioccolato fondente

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | 15-20 pezzi

per la base streusel
40 g di farina
20 g di cacao amaro
60 g di burro morbido
60 g di zucchero
60 g di mandorle

per la crema inglese
115 g di panna
50 g di latte
35 g di tuorli
20 g di zucchero

per il cremoso al cioccolato
la crema inglese
120 g di amarene Fabbri
20 g di miele
160 g di cioccolato fondente al 72%

per la decorazione
15-20 amarene Fabbri (ed il loro liquido di conservazione)

procedimento

Preparare la base streusel. Tritare finemente le mandorle. Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), radunare tutti gli ingredienti e miscelarli fino ad assorbimento completo delle polveri: si dovrà ottenere un composto granuloso e morbido. Coprire con pellicola e riporre in frigorifero per 30 minuti.

Foderare uno stampo da plum cake con carta da forno e sbriciolarvi il composto rassodato. Cuocere la base streusel in forno elettrico ventilato preriscaldato a 180°C per circa 15-20 minuti e, a cottura ultimata, lasciar raffreddare completamente senza rimuoverlo dalla teglia.

Preparare la crema inglese. In un pentolino, mescolare i tuorli con lo zucchero senza incorporare aria. Incorporare gradualmente il latte e la panna, quindi cuocere la crema a fuoco dolce (eventualmente usando un frangifiamma in ghisa, per uniformare il calore), mescolando continuamente, fino a raggiungere 82°C. Se non si possiede un termometro, la temperatura è raggiunta poco prima del bollore.

Preparare il cremoso alle amarene e cioccolato fondente. Mentre la crema comincia a raffreddare, tritare il cioccolato fondente con un coltello e, quando la crema sarà a 50-60°C incorporarvi il cioccolato. Mescolare e unire il miele e le amarene, quindi raffinare il cremoso con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema densa e liscia. Trasferire la crema sulla base streusel raffreddata e riporre in frigorifero, coperto con pellicola, per almeno 10 ore.

Trascorso questo tempo, con un coltello a lama liscia, ricavare dei cubetti regolari e simili tra loro. Disporre le delizie alle amarene e cioccolato fondente in un vassoio da portata o in piattini individuali, quindi procedere alla decorazione, ponendo un’amarena su ogni cubetto ed un cucchiaino abbondante del liquido di conservazione delle amarene. Servire subito.

un consiglio in più

Le delizie alle amarene e cioccolato fondente si conservano in frigorifero anche per 3-4 giorni, purchè coperte (per non farle asciugare).

•••••

Delizie alle amarene e cioccolato fondente

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

8 Commenti su Delizie alle amarene e cioccolato fondente

  1. Ciao, l’ho appena preparato e riposto in frigo… chissà… Due domande: quando sbriciolo lo streusel rassodato, devo un po’ compattarlo oppure no? Devo sbriciolarlo finemente oppure anche grossolanamente va bene? Il cremoso non è venuto densissimo anzi direi abbastanza liquido (per capirci non della stessa densità di una crema pasticcera) è normale?
    Grazie per la splendida ricetta, speriamo sia un successo!!!! Un caro saluto. Silvia

    • Ciao Silvia, innanzitutto grazie per avermi dato fiducia. :)
      Per quanto riguarda lo streusel, le briciole saranno piuttosto irregolari, da quelle grosse come una mandorle, a quelle grosse come un’arachide. Del resto, nello stampo, è sufficiente distribuirle e praticare una leggera pressione, poichè in cottura si attaccheranno tra loro naturalmente.
      Per quanto riguarda il cremoso, da caldo dovrebbe essere un poco meno denso della crema pasticcera, ma raffreddandosi diventerà via via sempre più sodo. Dopo il tempo di riposo in frigorifero dovrebbe rassodarsi al punto da poter essere tagliata con il coltello.

      Se ti fa piacere, fammi sapere come è andata. :)
      A presto e buona serata!

      • Veramente una favola!!! Ottima ricetta grazie mille e ancora grazie per la celere risposta! Unica dubbio è che lo streusel era molto duro (difficile anche da tagliare con il coltello) forse ho sbagliato qualcosa… sicuramente riproverò presto presto!!!
        Grazie Silvia!

        • Sono contenta che ti sia piaciuta e grazie per essere passata a dirmelo! :)
          Se lo streusel era troppo duro, è possibile che sia stato lavorato un po’ troppo: andrebbe infatti lavorato lo stretto necessario ad assorbire le polveri e non andrebbe compattato oltre. Di solito è questo a renderlo troppo croccante.

          Ad ogni modo, sono sicurissima che la prossima volta sarà perfetto :)

          Grazie ancora Silvia, ti auguro una buona domenica! :)
          A presto!

    • Ciao Fabi, no, la base rimane nello stampo, poichè in questo modo potrai stendervi sopra il cremoso, livellandolo bene per tutta la superficie della base. I bordi dello stampo (e la carta forno con cui lo avrai rivestito), infatti, fungeranno da “sponda”, per avere uno strato della stessa altezza su tutto il dolce. Una volta raffreddato l’intero dolce, basterà prelevarlo impugnando i lembi di carta da forno (magari usane un po’ di più, in modo che da poter far presa sulla parte che fuoriesce), tagliare a cubetti e trasferirli sul vassoio da portata.
      Se hai bisogno di altri chiarimenti, chiedi pure. :)

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.