Crostata alla menta e cioccolato

Crostate alla nutella, crostate alla ricotta, crostate alla marmellata, crostate alla crema… Adoro i classici, ma oggi avevo voglia di cambiare; ecco quindi un dolce insolito, a partire già dal colore: la crostata alla menta e cioccolato.

Avete presente quei famosi piccoli cioccolatini alla menta? Ecco, avevo in mente questi, quando mi è venuto in mente di preparare un dolce con la menta. D’altra parte, l’accoppiata menta e cioccolato è sempre vincente ed avevo voglia di preparare qualcosa di diverso dal solito.

La crostata alla menta e cioccolato non richiede molto tempo e può essere preparata in anticipo; ha un gusto fresco ed una consistenza speciale, basata sui contrasti tra la pasta frolla senza uova, croccante e friabile, e la crema, cedevole ma sostenuta al tempo stesso, che resiste al taglio senza scivolare e che, al contempo, si scioglie in bocca.

E non è l’unico contrasto: anche i sapori, nella crostata alla menta e cioccolato, sono un’altalena tra il dolce e l’amarognolo, un pendolo di gusti che sarà apprezzato dagli amanti del genere. A noi, questa deliziosa crostata un po’ fuori dagli schemi, è piaciuta molto, dunque la ripropongo anche a voi, in tutto il suo colore ed il suo sapore brillante e fresco. :-)

Crostata alla menta e cioccolato

•••••

crostata alla menta e cioccolato

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | stampo 35 x 10 cm

per la frolla al cacao
200 g di farina 00
100 g di burro
50 g di cacao amaro
30 g di zucchero
5-6 cucchiai di acqua (all’occorrenza)

per la crema alla menta
165 g di cioccolato bianco
120 g di panna
50 g di latte
45 g di sciroppo alla menta (meglio se piperita)
25 g di zucchero
2 tuorli

procedimento

Preparare la frolla al cacao. In una ciotola, setacciare insieme la farina, il cacao e lo zucchero. Nella ciotola della planetaria (o in una terrina), disporre il burro ammorbidito a pezzetti e, con il gancio a foglia (o un cucchiaio di legno), lavorarlo incorporando le polveri setacciate. Unire quindi l’acqua necessaria ad ottenere un composto compatto e coeso. Formare velocemente un cilindro con le mani, schiacciarlo leggermente in superficie e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per circa 30 minuti.

Nel frattempo, preparare una crema inglese, sbattendo le uova con lo zucchero in un pentolino, senza incorporare aria. Unire gradualmente la panna seguita dal latte, facendo attenzione ad evitare la formazione di grumi. Porre il pentolino sul fornello, meglio se con uno spargifiamma, e cuocere a fuoco basso fino a 82°C, continuando sempre a mescolare. Se non si dispone di un termometro, prestare molta attenzione per non fare impazzire la crema: non dovrà bollire, ma dovrà addensarsi fino a velare il cucchiaio. Il risultato sarà una crema omogenea, liscia e fluida.

Spezzettare grossolanamente il cioccolato bianco ed incorporarlo alla crema, mescolando con cura fino a scioglierlo completamente. Unire quindi lo sciroppo alla menta e amalgamare bene, fino a che la crema non risulterà perfettamente omogenea. Coprire con pellicola a contatto e far raffreddare.

Riprendere la pasta frolla al cacao, porla tra due fogli di carta da forno e stenderla con un matterello fino ad ottenere un rettangolo adatto a rivestire lo stampo. Imburrare lo stampo pennellandolo con burro fuso, quindi adagiarvi la pasta frolla al cacao, rifilare i bordi con un coltello e bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta. Cuocere in forno elettrico ventilato preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti. Far intiepidire.

Riempire la frolla con la crema alla menta preparata in precedenza, livellare bene e riporre in frigorifero per almeno 6 ore, meglio se tutta la notte.

un consiglio in più

Per decorare la crostata alla menta e cioccolato, ho usato i ritagli di pasta frolla ottenuti dopo avere rifilato i bordi dello stampo. Ho fatto delle piccole sfere di frolla e le ho cotte in una piccola teglia a parte, per circa 10 minuti mentre cuocevo la crostata. Dopo aver distribuito la crema all’interno nella frolla, ho distribuito casualmente le palline, premendole nella crema per farle affondare.

Un’altra possibilità, a mio parere ancora migliore come risultato, è quella di decorare la superficie con cioccolato fondente, in gocce oppure distribuendo piccoli cioccolatini.

Un’avvertenza: non assaggiate la frolla da sola, nè la crema alla menta. Non vi sembreranno deliziose: la frolla vi sembrerà troppo amara e la crema, specialmente calda, vi sembrerà troppo dolce. L’unione dei due elementi, invece, crea un equilibrio che mi è parso perfetto. :-)

•••••

Crostata alla menta e cioccolato

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

15 Commenti su Crostata alla menta e cioccolato

  1. Ciao, scusa ti volevo chiedere un consiglio. Ho fatto la crostata, ma la crema alla menta mi è venuta molto liquida. Dove ho sbagliato?

    • Ciao Tiziana, mi spiace tu abbia avuto un problema. Ti è rimasta troppo liquida anche dopo il rassodamento in frigo?
      Essendo una crema composta da più elementi, i motivi potrebbero essere diversi: uno di questi potrebbe essere la cottura insufficiente della crema inglese, che dovrebbe essere fluida e non liquida (dovrebbe, appunto, velare il cucchiaio). Un’altra possibilità è il rassodamento insufficiente in frigorifero, che non consente quindi al cioccolato di “addensare” la crema alla menta.

      Fammi sapere, così capiamo insieme qual è stato l’intoppo in modo che non si ripeta più. :)

      A presto,
      Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.