Crema pasticcera

Del modo con cui preparo la crema pasticcera, avevo già parlato in un’altra occasione. Oggi rispolvero l’argomento per parlarvi della crema pasticcera veloce, cioè un metodo diverso per prepararla che permette di ottenere una crema perfetta come quella classica, in meno di 5 minuti.

Inizialmente ero un po’ titubante all’idea di preparare la crema pasticcera veloce con la cottura in forno a microonde; poi, ho trovato il giorno “giusto”, quello con la giusta ispirazione e la calma necessaria a metabolizzare un eventuale insuccesso, ed ho provato. Il risultato mi ha stupita, perchè i tempi si accorciano sensibilmente e il risultato è perfetto, sporcando soltanto una frusta ed una ciotola. Perfetta quando non si ha voglia di star troppo sui fornelli oppure quando il tempo stringe!

Per me, la crema pasticcera veloce è stata una scoperta fantastica, al punto che, da molto tempo ormai, la preparo sempre in questo modo. Sapete, cucinare mi piace, ma se posso farlo anche con poca fatica, mi piace ancora di più. :-P

Crema pasticcera

•••••

crema pasticcera veloce

scarica la ricetta stampabile

ingredienti

500 ml di latte
100 g di zucchero
75 g di farina 00
4 tuorli
aroma di vaniglia
un limone

procedimento

In una ciotola in vetro adatto per il microonde, sbattere i tuorli con lo zucchero, lavorandoli alcuni minuti fino ad ottenere una crema chiara e compatta. Unire la farina mescolando vigorosamente per prevenire la formazione dei grumi, fino ad ottenere un composto denso ed uniforme. Versare a filo il latte e continuare a mescolare fino a che sarà perfettamente incorporato. Aggiungere la scorza grattugiata di un limone e l’aroma di vaniglia.

Procedere con la cottura in forno a microonde per 2 minuti alla massima potenza (Jet); estrarre la ciotola, mescolare vigorosamente con la frusta e rimettere in forno. Cuocere alla massima potenza per 1 minuto, estrarre la ciotola, mescolare vigorosamente e rimettere in forno, quindi iniziare una sequenza di cotture da 30 secondi alla massima potenza, mescolando con la frusta tra una e l’altra. Ripetere le cotture fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

un consiglio in più

E’ opportuno non farsi prendere dalla tentazione di far cuocere per tempi troppo lunghi, in particolare le prime volte, per non incorrere nel rischio di fare impazzire la crema.

Per prevenire la formazione della “pellicina” durante il raffreddamento, coprire la crema pasticcera veloce con la pellicola a contatto.

•••••

Crema pasticcera veloce

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

Se non hai il forno a microonde, potrebbe interessarti questa
RICETTA con il METODO CLASSICO!

Crema pasticcera veloce

2 Commenti su Crema pasticcera veloce (meno di 5 minuti)

  1. Personalmente, preferisco la crema senza aggiunta di vaniglia, ma son gusti.
    Io uso le stesse dosi, tranne che per la farina (25 grammi anzichè 75, praticamente un cucchiaio pieno)e le uova, che calcolo in base alle persone che dovranno gustarla: 1 uovo a persona e non più di 3 ogni 500 ml di latte.
    Sempre personalmente a me piace con un retrogusto al limone più corposo ma non amaro, quindi uso la tecnica della semiinfusione con un mix di limone grattugiato e ritagli (max 2 cm di lato e non più di 3-4 pezzi) della buccia, da mettere rigorosamente in fase di inizio cottura. Man mano che la crema viene mescolata e riscaldata si estrae la parte aromatica della scorza interna e non la parte amara, cosa che invece avviene se si usa solo la parte superficiale grattugiata…l’inconveniente di questa ricetta,per me, è che con il microonde non si riuscirebbe ad estrarre bene l’aroma, per via dei tempi troppo rapidi.Comunque ottimo il consiglio della pellicola! Lo proverò, non ci avevo mai pensato, grazie!

    • Ciao Paolo,
      indubbiamente ognuno ha le sue abitudini, in particolare nelle preparazioni di base della pasticceria e non solo (basti pensare alla besciamella, o alla pasta fresca). Per questa ragione, ciascuno di noi ha la sua ricetta ritagliata in base ai propri gusti, alle proprie tradizioni e, talvolta, in base al tempo a disposizione, che per qualcuno è davvero tiranno, portando a prediligere talvolta il metodo veloce al metodo classico.

      Grazie quindi per aver condiviso con Lifferia e i suoi lettori la tua ricetta e, naturalmente, contentissima di esserti stata utile con il “trucchetto” della pellicola. :)

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.