Crea sito

Zuccotto di pandoro al torroncino

Di questi tempi uno zuccotto di pandoro al torroncino a me non sembra affatto fuoriluogo. Ci ho pensato bene e non volevo pubblicarlo a Febbraio, con il carnevale di mezzo, ma sapendo per certo, che non sono la sola ad avere ancora per casa qualche residuo natalizio, ho deciso di condividere con voi il dessert fantastico che ho portato dalla nonna ieri. E dopo aver mangiato le tradizionali LASAGNE DI CARNEVALE , le chiacchiere e l’immancabile migliaccio…ho tirato fuori questo fantastico zuccotto semifreddo al torroncino! E’ davvero delizioso, e se proprio non avete nessun reperto natalizio da impiegare in questa fantastica ricetta, salvate il link perché è davvero molto molto natalizia e varrà la pena di procurarsi un termometro alimentare se non lo avete, per imparare a fare anche una deliziosa crema al torroncino, che è una ricetta utile anche per fare il più semplice e conosciuto semifreddo assoluto da servire con una ganache al cioccolato e nocciole.

Sandra

zuccotto di pandoro

Ingredienti per uno zuccotto di pandoro

  • 1 pandoro
  • 120 g di torrone bianco alle mandorle o nocciole duro
  • 500 ml di panna da montare (250 ml per la crema al torroncino e 250 ml per la finitura)
  • 3 tuorli (ricette con albumi avanzati qui)
  • 90 g di zucchero
  • 80 ml di acqua
  • 50 g di cioccolato fondente tritato
  • 1/2 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina o 1 cucchiaino di estratto
  • occorre anche un termometro alimentare

Per la bagna

  • 100 ml di acqua
  • 10 g di zucchero
  • mezza fialetta aroma arancia oppure la scorza di una arancia Bio

Preparazione

Prepariamo la bagna all’arancia che ci servirà fredda e come prima cosa. In una pentolina su fiamma media, sciogliamo lo zucchero nell’acqua in cui avremo messo mezza scorza di arancia bio, in assenza potete utilizzare mezza fialetta di aroma arancia da aggiungere quando lo sciroppo di zucchero sarà freddo (no millefiori). Lasciate raffreddare bene e intanto preparate la crema al torroncino.

Tagliate a tocchetti il torrone e con un piccolo frullatore a lame tritate finemente il torrone e tenetelo da parte, tritate anche il cioccolato fondente riducendolo in scaglie.

In una casseruolina piccola sciogliete i 90 g di zucchero in 80 ml di acqua, accendete il fornello piccolo e lasciate addensare, inserite il termometro per tenere sotto controllo la temperatura quando arriverà a 115 gradi (impiegherà circa 15 minuti) iniziate a montare i tuorli.

Appena il termometro segnerà 121° aggiungete lo zucchero caramellato a filo sui tuorli di uovo senza smettere di montare. Sentirete un delizioso odore di caramello, il tipico profumo della crema al torroncino appunto, montate i tuorli fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Unite il cioccolato e il torrone tritati al composto di uova montate e mescolate con le fruste. Il composto sarà piuttosto compatto.

Montate i primi 250 g di panna con la vaniglia e aggiungetene poca per volta al composto di torrone e uova, mescolando dal basso verso l’alto per stemperare e non smontare la panna.

Cercate una ciotola per insalata non troppo grande della capacità di 1 litro e mezzo di acqua (io ho usato uno stampo per parrozzo da 1 kg)

Tagliate a fette spesse 2 cm il pandoro, partendo dalla parte alta. Create la base nello stampo posizionando la prima stella posizionata sul fondo e tagliate le altre fette in 4 parti incastrandole tra loro.

Bagnate con lo sciroppo all’arancia la base e farcite con metà della crema al torroncino, livellate bene e posizionate una seconda stella di pandoro, baganate con lo sciroppo all’arancia.

Versate la crema al torroncino rimanente e chiudete con una terza stella di pandoro il fondo del vostro zuccotto, bagnate ancora con arancia e pressate leggermente. Chiudete con pellicola e mettete in freezer almeno per una notte.

Montate la panna rimanente prima di servire il vostro zuccotto di pandoro al torroncino, sformate e ricoprite la cupoletta con la panna montata. a piacere potete cospargere con cacao amaro oppure con un filo di ganache al cioccolato fondente e granella di nocciole.

Seguimi sui social: Instagram FACEBOOK PINTEREST YOUTUBE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.