Crea sito

Schiacciata con l’uva fragola

La schiacciata con l’uva fragola è una focaccia dolce tipica delle toscana, viene preparata con uva canaiola o in mancanza con uva fragola, questi due tipi di uva non sono adatti alla produzione di vino ed è sicuramente questo che ha spinto i contadini ad inventarsi la ricetta della schiacciata con l’uva fragola.

Del resto la cucina toscana abbonda di ricette “povere” che sfruttano al meglio tutto ciò che la terra offre, in un modo o nell’altro! La schiacciata con l’uva fragola è una scoperta per me che sono appassionata di impasti per pizze e focacce, impastare una focaccia dolce famosa come la schiacciata con l’uva fragola mi ha aperto un mondo, ci sarà da sperimentare con altre prelibatezze tra la frutta durante la stagione estiva.

Sandra

Schiacciata con l'uva fragola

Dosi per una Schiacciata con l’uva fragola 30×40, se preferite una focaccia alta usate una teglia poco più piccola

Ingredienti 

Se usate  lievito di birra

  • 2 g di lievito di birra secco oppure 6 di quello fresco per una lenta lievitazione
  • 260 g di farina 0
  • 260 g di farina manitoba o una 350w
  • 350g di acqua
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 pz di sale
  • 30 ml di olio evo + quello che serve per ungere teglia e superficie
  • 40 g di zucchero + quello che serve da cospargere sulla focaccia
  • 1 kg di uva fragola oppure la canaiola

Se usate il licoli

  • 100g di licoli
  • 235 g di farina 0
  • 235 g di farina manitoba oppure una 350w
  • 300g di acqua
  • 1 cucchiaino di malto (Se non lo avete non mettete niente)
  • 1 pz di sale
  • 30 ml di olio evo + quello che serve per ungere teglia e superficie
  • 40 g di zucchero + quello che serve da cospargere sulla focaccia
  • 1 kg di uva fragola oppure la canaiola

Se usate la pasta madre solida

  • 150 g pasta madre solida
  • 210 g farina 0
  • 210 g farina manitoba oppure una 350w
  • 300 g di acqua
  • 1 cucchiaino di malto (Se non lo avete non mettete niente)
  • 1 pz di sale
  • 30 ml di olio evo + quello che serve per ungere teglia e superficie
  • 40 g di zucchero + quello che serve da cospargere sulla focaccia
  • 1 kg di uva fragola oppure la canaiola

Procedimento Schiacciata con l’uva fragola

 Nel boccale o nella ciotola della planetaria inserite il lievito spezzettato, il malto o il miele e l’acqua, fate partita modalità impasto e incorporate la farina a cucchiaiate, una volta raggiunta una certa omogeneità unite lo zucchero e fatelo assorbire bene, finite con l’olio e un pizzico di sale e portate ad incordatura.

L’incordatura si riconosce dal fatto che durante il movimento la palla di impasto lascia le pareti del boccale pulite…L’intera operazione di impasto dovrebbe durare circa 8 minuti.

Schiacciata con l'uva fragola

Ribaltate l’impasto sul piano di lavoro e lasciatelo riposare 15 minuti coperto con ciotola a campana, al termine del riposo fate un giro di pieghe a tre e pirlate a palla ben chiusa aiutandovi con un tarocco.

Le pieghe a 3
pizza manola
le pieghe a tre


Coprite ancora a campana per lasciare riposare 15-20 minuti, ripetete l’operazione ancora 1 volta e trasferite l’impasto in ciotola leggermente unta. Coprite con pellicola e attendete il raddoppio, se impastate la sera e volete star tranquilli potete  fare la sosta frigo adesso, riprenderete l’impasto al mattino e se raddoppiato lasciate acclimatare e procedete come da ricetta.

Dividete in due l’impasto e iniziate a stendere la due metà in due teglie unte di olio evo, se incontrate difficoltà nello stenderle perché “l’impasto ritorna indietro” è perfettamente normale, coprite con pellicola e lasciate riposare 15 minuti e poi continuate a stendere....tenete presente che i due strati dovranno essere molto sottili per ottenere “la schiacciata”, maneggiate con cura e pazienza l’impasto per non danneggiarlo e lasciate riposare più volte per poter gradualmente raggiungere lo spessore, altrimenti usate una teglia più piccola (30×30) e otterrete una focaccia con l’uva molto alta e morbida, dipende dai vostri gusti. 

Distribuite metà dell’uva lavata e asciutta su tutta la superficie e cospargete con una presa o due di zucchero, ora stendete l’altra metà dell’impasto e spostatelo sul primo strato di uva.

Distribuite l’uva rimasta sulla superficie, aggiungete ancora zucchero e un filo di olio, coprite con pellicola e lasciate lievitare ancora, fino ad un visibile aumento di volume.

Preriscaldate il forno statico a 180° e intanto pigiate poco poco gli acini in superficie nella pasta…infornate per 35 minuti circa, se dovesse scurirsi troppo presto la superficie coprite con alluminio e proseguite la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.