Crea sito

Pizza Eva Bimby | Pizza in teglia con lievito madre

Ecco la ricetta della famosa pizza Eva! La ricetta inconfondibile dei Fables de Sucre , una delle mie primissime esperienze con lievito madre.

Non avevo mai sentito neanche parlare di “maturazione in frigo” ed ho scoperto la grande comodità di impastare in anticipo i miei impasti di pizza, pane e pan brioche. Infatti la Pizza Eva si impasta  e si mette in frigo per 24 o meglio ancora per 48 ore.

Le mie dosi si differenziano dalla ricetta originale per ottenere una pizza più sottile, come potete vedere nella foto!

Sul mio blog trovate anche altri tipi di impasto per pizze con farine diverse, la mia “pizza in teglia con lievito madre” per esempio, è davvero strepitosa, dopo aver fatto pratica con questa collaudatissima ricetta, mi sono sbizzarrita con vari tipi di farine trovando un mix particolarmente ben riuscito e che vi suggerisco di provare, anche perché ci troverete le dosi per prepararla con il lievito di birra, nell’eventualità che non abbiate il lievito madre!

pizza eva bimby

 

 

Ingredienti:

  • 46 g di licoli (da aumentare a 69g se scegliete la maturazione di sole 24 ore in frigo)
  • 260 g di farina di tipo 0
  • 100 g di farina manitoba
  • 230 g di acqua
  • 1/2 cucchiaino di malto d’orzo
  • 1 cucchiaio e mezzo di olio extravergine di oliva
  • 1/2 cucchiaio raso di sale

Per il condimento:

  • Salsa di pomodoro
  • fior di latte q.b.
  • sale
  • olio evo qb
  • basilico.
 

Prepariamo la Pizza Eva

Impastare tutti gli ingredienti aggiungendo l’acqua gradualmente tranne il sale e olio, attivate la modalità spiga per 4 minuti ,quando l’impasto inizia ad incordare aggiungete l’olio in più riprese, infine aggiungete il sale.

Se i 4 minuti dovessero essere terminati,e non avete ancora finito di mettere tutto l’olio il sale, oppure non siete riusciti ad ottenere una buona incordatura, mettete il boccale con tutto l’impasto nel frigo e lasciatelo a riposo per 5 minuti, quindi riprendete ad impastare per ancora 2 o 3 minuti al massimo. Quando l’impasto in movimento si staccherà dalle pareti del bimby, vorrà dire che è incordato.

Trasferite l’impasto su una spianatoia  e pirlate aiutandovi con un tarocco, fate una bella palla, copritelo con una ciotola a campana e fate riposare mezz’ora.

Trascorso questo tempo fate le pieghe a tre dette anche a portafoglio, stendete delicatamente l’impasto a forma più o meno quadrata, dividetelo idealmente in tre, ripiegate i lembi su se stessi fino a riformare un quadrato, l’operazione va ripetuta due volte.

Quando sarà giunto il giorno della “pizza a cena”, tirate fuori l’impasto dal frigo più o meno all’ora di pranzo, lasciate acclimatare un’oretta e poi lo riponete al caldo a lievitare, dopo circa 4/5 ore stendetelo su una teglia ben oleata, delicatamente e con le mani leggermente unte, ci saranno già molte fantastiche e promettenti bolle, ricoprite con pellicola e lasciate lievitare ancora un paio d’ore.

Riscaldate il forno a 250° statico e quando avrà raggiunto la temperatura condite la pizza con la sola salsa di pomodoro e infornate sulla parte più bassa per i primi 10 minuti, in seguito mettete la mozzarella e continuate la cottura posizionando la teglia al centro per altri 15 minuti.

Buon appetito!

 

Iscriviti al mio canale Telegram 

per ricevere  gratuitamente in anteprima tutte le nuove ricette sul blog direttamente sul tuo cellulare.

Seguimi su Facebook

Lascia il tuo “Mi piace” sulla mia PAGINA FACEBOOK, ti basta cliccare Qui ,lasciare il tuo e selezionare “Mostra per primi” ,così mi seguirai e non perderai le mie ricette.

Iscriviti al gruppo

e condividi anche le tue ricette clicca qui

 su Instagram 

 Ti basta cliccare qui per visitare e seguire il mio profilo

su PINTEREST

per vedere le immagini delle mie ricette e trovare ispirazione per i tuoi menù di ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.