Pizza con farina di grano arso

La pizza con farina di grano arso è una di quelle esperienze che chiunque ami la pizza deve provare. Il colore dell’impasto, il profumo che lascia nelle mani, non si può descrivere, io mene sono innamorata, infatti nel mio blog potete trovare diverse ricette con questa farina.

Mangiare una pizza con farina di grano arso e farcirla con ingredienti mirati significa assaporare qualcosa di unico, ricco e carico di gusto…Stracciatella pugliese o mozzarella di bufala, zucchine, fiori, peperoni tagliati a listarelle e pomodorini datterino (magari gialli) … insomma,mangiando una pizza con farina di grano arso condita in modo tanto saporito e fantasioso potreste anche commuovervi!

L’amore per la pizza è abbastanza tangibile scorrendo la sezione dedicata sul mio blog, se la visitate scoprirete altre ricette come la pizza al piatto classica napoletana o la pizza in teglia.

Sandra

pizza con farina di grano arso

Ingredienti per 3 pizze al piatto

Se volete farla con lievito di birra

  • meno di 1 g di lievito di birra secco oppure 2 g di quello fresco
  • 95 g di farina di grano arso (potete diminuire la percentuale di grano arso e sosotiuire con la farina bianca se preferite un sapore meno intenso)
  • 280 g caputo rossa o simili per pizza o adatta a tempi medi di lievitazione
  • 250 g di acqua
  • 7 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero

Se volete farla con licoli

  • 95 g di farina di grano arso (potete diminuire la percentuale di grano arso e sosotiuire con la farina bianca se preferite un sapore meno intenso)
  • 245 g  caputo rossa o simili per pizza o adatta a tempi medi di lievitazione
  • 215 g di acqua
  • 70 g di licoli
  • 7 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero

Se volete farla con pasta madre solida

  • 105 g di pasta madre solida
  • 215 g di acqua
  • 95 g di farina di grano arso (potete diminuire la percentuale di grano arso e sosotiuire con la farina bianca se preferite un sapore meno intenso)
  • 210 g di farina caputo rossa o simile per pizza o adatta a tempi medi di lievitazione
  • 7 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero

NOTE: La durata della  “lenta lievitazione con lievito di birra” è proporzionale alla quantità di lievito che si inserisce nell’impasto,le dosi indicate da me in ricetta portano ad un completamento della prima lievitazione che va dalle 6 alle 8 ore,dipende dalla temperatura che avete in casa e dalla stagione in cui andate a preparare questa ricetta,nel caso in cui la lievitazione dovesse avvenire in tempi rapidi rispetto al previsto potete far sostare in frigo i panetti pronti per la seconda lievitazione , in modo tale che avvenga in maniera più lenta, tirandole fuori dal frigo un’oretta prima della stesura per farla acclimatare.

Come si preparara la pizza con farina di grano arso

Ho preparato questo impasto con il bimby ma è perfettamente eseguibile anche a  mano o con planetaria!

Inserite nel boccale l’acqua,un cucchiaino di zucchero e il lievito 20 sec/Vel 2 ,fate partire la modalità spiga e aggiungete gradualmente la farina,lasciate impastare per  3 minuti circa  e quando manca 1 minuto al termine mettete il sale.

Ribaltate l’impasto sul piano e fate una bella palla pirlata. Ungete d’olio una ciotola e ricoprite con pellicola,mettetelo al calduccio e lasciate che raddoppi,nel mio caso, ad una temperatura di circa 19°-20°gradi, ha impiegato circa 6 ore .

Sgonfiate l’impasto e stendetelo con le dita a forma di rettangolo,fate un giro di pieghe a tre e pirlate bene, coprite con una ciotola a campana e lasciate riposare 15 minuti.

Dividete l’impasto a seconda della dose che avete preparato,io per 3.

Pirlate bene ogni pallina stando attenti che siano ben chiuse sotto.

Lasciate lievitare ancora fino al raddoppio usando un vassoio di plastica unto leggermente di olio e ricopritele senza schiacciare troppo con la pellicola, e mettetele al calduccio sotto una copertina.

Al raddoppio sistemate la pietra refrattaria nel forno sul ripiano in alto ma non troppo attaccato alla serpentina,accendete il forno funzione  grill 250° e lasciate scaldare la pietra per almeno 30 minuti,la pietra deve essere veramente molto calda.

Intanto stendete le pizze sul ripiano ben infarinato e trasferite un disco per volta sull’apposita pala in legno ben cosparsa di semola.

Farcite le pizze secondo i vostri gusti,personalmente preferisco mettere la mozzarella solo gli ultimi 3 minuti di cottura.Trasferite con un colpo secco la pizza sulla pietra ormai calda e lasciatela cuocere circa 6 minuti o fino a cottura desiderata.

Seguimi sui social: Instagram FACEBOOK PINTEREST YOUTUBE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.