Crea sito

Pastiera di Riso Beneventana

La ricetta della Pastiera di riso Beneventana la porto nel cuore, mia madre la preparava nel periodo di Pasqua praticamente solo per me, perché da bambina non amavo i canditi ed il gusto troppo zuccherino della Pastiera di grano Napoletana classica (cosa che invece al giorno d’oggi per fortuna apprezzo fin troppo!)
Ricordo ancora in particolare, quella che preparò una volta, intagliando un coniglietto di pasta frolla da mettere in superficie al posto delle classiche losanghe, e per rendere ancora più appetitosa la farcitura, al posto dei canditi, che nella pastiera di riso Beneventana sono anche loro opzionali, mise una manciata di pinoli che io adoro! In pratica io in quei giorni non mangiavo altro, attratta dal suo gusto scioglievole e delicato, e dal particolare ed inimitabile aroma del liquore allo strega, fetta dopo fetta la finivo tutta io, tra colazione, pranzo e cena 😀 .
Riemergo con un sorriso sulle labbra da questo tuffo nel passato e torno al presente a scrivere la ricetta di mia madre, anche se Pasqua è oramai passata, potrebbe tornarvi utile il prossimo anno!

Sandra

pastiera di riso beneventana
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per uno stampo da 22 cm

Per la pasta frolla

  • 250 gfarina
  • 100 gburro
  • 100 gzucchero a velo (o semolato)
  • 1uovo
  • 2 glievito in polvere per dolci
  • 1 pizzicosale
  • 1/2 baccavaniglia (oppure una bustina di vanillina)

Per il ripieno della pastiera di riso

  • 120 griso
  • 500 glatte (da aumentare a seconda di quanto ne assorbe il riso)
  • 250 gricotta vaccina (ma se vi piace va bene anche quella di pecora)
  • 200 gzucchero
  • 2uova
  • 1 cucchiainocannella in polvere (raso)
  • Mezzo bicchierinoliquore Strega
  • 1scorza di limone (Bio)
  • Mezza baccavaniglia
  • 1 pizzicosale
  • 50 gcanditi (o macedonia o pinoli OPZIONALE)

Preparazione della pastiera di riso di Benevento

Per la pasta frolla

  1. In una ciotola amalgamate il burro a pezzetti, i semi del baccello di vaniglia e lo zucchero, lavorate il composto pazientemente e con un cucchiaio di legno.

    Aggiungete l’uovo ed il pizzico di sale sempre continuando a mescolare con il cucchiaio di legno, infine aggiungete il lievito e la farina setacciati insieme.

    Continuate ad amalgamare finché non sarà necessario trasferire sulla spianatoia e fatene una bella palla omogenea. Avvolgetela nella pellicola e lasciatela in frigo a rassodare almeno 1 ora.

Per il ripieno

  1. Cuocete il riso nel latte insieme ai semi del baccello di vaniglia, portate a cottura il riso mescolando spesso, deve diventare una crema, se necessario aggiungete altro latte finché non sarà ben cotto e cremoso. Appena pronto spegnete e fate raffreddare per bene.

  2. Quando il riso sarà freddo, in una ciotola a parte frullate la ricotta con lo zucchero e le uova, aggiungete il liquore, la cannella, il pizzico di sale e la buccia grattugiata di limone Bio, mescolate bene per ottenere un composto fluido e cremoso. Unite il riso e amalgamate il tutto.

  3. Stendete la pasta frolla ad uno spessore di 4 mm, imburrate lo stampo, possibilmente utilizzate quello svasato in alluminio, e sistemate dentro la frolla, intagliandola a pochi millimetri dal bordo, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.

    Versate il ripieno nello stampo e ora stendete di nuovo la frolla rimanente per intagliare le losanghe.

  4. Infornate a 170° ventilato per circa 1 ora, fate la prova stecchino per verificare che sia ben cotta anche al cuore e aspettate che la doratura in superficie sia perfetta.

    Lasciate riposare la pastiera di riso Beneventana almeno 1 giorno prima di gustarla, sarà ancora più gustosa e profumata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.