Crea sito

Crostata Amalfitana con crema e amarene

Quando parliamo della ricetta della CROSTATA AMALFITANA con crema pasticcera al limone e amarene, intendiamo sottolineare il fatto che la differenza tra una normale crostata farcita di crema e amarene e la CROSTATA AMALFITANA appunto, è il fatto che la sia la crema pasticcera di cui è farcita, che la pasta frolla che la racchiude, sprigionano il profumo e il sapore dei limoni della costiera amalfitana!
Infatti, quando alla bontà della crema pasticcera preparata con i limoni profumati di Amalfi, si aggiungono anche le deliziose amarene sciroppate, che in questo periodo non mancano mai nelle nostre case, proprio perché la festa del papà si avvicina, per fare le zeppole di San Giuseppe, altro dolce irresistibile farcito di crema pasticcera e amarene.
Sandra

crostata amalfitana
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per una crostata amalfitana con crema e amarene da 24 cm di diametro

Per la pasta frolla

  • 300 gfarina 0
  • 150 gburro (a temperatura ambiente se lavorate a mano, preferibilmente freddo se utilizzate il bimby)
  • 100 gzucchero a velo (oppure zucchero semolato molto fine)
  • 1uovo (medio)
  • 3 glievito chimico in polvere
  • 1limone (della costiera Amalfitana)
  • 1 pizzicosale

Per la crema pasticcera

  • 500 mllatte
  • 4tuorli
  • 100 gzucchero
  • 30 gfarina 0
  • 20 gamido di mais (maizena)
  • 1limone (della costiera Amalfitana)
  • qualcheamarena (sciroppata)

Preparazione della crostata amalfitana con crema e amarene

Prepariamo la crema pasticcera al limone

  1. Portate a sfiorare il bollore il latte in cui avrete grattugiato finemente la buccia del limone ricavata con un raschietto apposito, evitate di includere la parte bianca della scorza che è amara e non farebbe bene alla nostra crema. Spegnete e tenete da parte.

  2. In una pentola dal fondo spesso mescolate i tuorli e lo zucchero con le fruste elettriche fino a quando il composto non diventa chiaro. Aggiungete la maizena e la farina setacciate continuando a mescolare finché il composto risulta amalgamato.

    Versate il composto nel latte caldo con la buccia di limone girando sempre e rimettete sul fuoco, continuate a mescolare con un buon ritmo e passando la frusta su tutto il fondo della pentola per evitare la formazione di grumi.

  3. Lasciate sobbollire per qualche minuto a fiamma bassa finché non vedrete la crema addensarsi.

    Versate la crema in una terrina e lasciatela raffreddare coprendo con pellicola trasparente a contatto.

Prepariamo la pasta frolla

  1. Se volete lavorarla a mano:

    In una ciotola amalgamate il burro morbido (a temperatura ambiente) e fatto a pezzetti, la buccia di limone finemente grattugiata e lo zucchero a velo (se preferite, usate lo zucchero semolato normale ), lavorate il composto pazientemente e con un cucchiaio di legno.

    Aggiungete le uova una per volta e il pizzico di sale sempre continuando a mescolare con il cucchiaio di legno, infine aggiungete il lievito e la farina setacciati insieme.

    Continuate ad amalgamare finché non sarà necessario trasferire sulla spianatoia e fatene una bella palla omogenea. Avvolgetela nella pellicola e lasciatela in frigo a rassodare almeno 1 ora.

  2. Se volete impastare con il bimby o altro robot da cucina:

    Se utilizzate il bimby: Inserite nel boccale lo zucchero, riducetelo in zucchero a velo, impostando 30 secondi / vel 10, (potete omettere questo passaggio e lasciare lo zucchero integro se preferite una frolla più rustica) aggiungete tutti gli altri ingredienti (il burro freddo di frigorifero)e impostate 20 sec/vel 5. 

    Finite di compattare l’impasto a mano su una spianatoia.

    Avvolgete l’impasto nella pellicola e lasciatelo riposare 1 ora in frigo nella parte più fredda, che è quella più bassa in genere.

Assembliamo la Crostata Amalfitana con crema e amarene

  1. Imburrate lo stampo da crostata e stendete la frolla fino ad arrivare ad uno spessore di circa 5 mm, mettetela nello stampo e ritagliate i bordi in eccesso.

    Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versate la crema pasticcera oramai fredda, stendetela in maniera uniforme su tutta la superficie e aggiungete le amarene sciroppate sgocciolate.

  2. Stendete la frolla rimanente e create le strisce da mettere sopra a incrocio, create una maglia stretta ma non troppo.

    Preriscaldate il forno a 180° ventilato e infornate la crostata per 40 minuti, coprite la superficie con un foglio di carta alluminio se dovesse scurire troppo.

  3. Lasciate raffreddare la crostata amalfitana con crema e amarene e servitela cospargendola di zucchero a velo.

    Qualora non doveste consumarla in breve tempo conservatela in frigo per un paio di giorni.

  4. Se volete utilizzare gli albumi che restano da questa ricetta provate i BISCOTTI BRUTTI MA BUONI alle noci, una ANGEL CAKE agli amaretti , la TORTA NOCI E ALBUMI oppure divertitevi a fare delle bellissime MERINGHE

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.