Crea sito

MIGLIACCIO – Dolce di Carnevale con ricotta e semolino

Il MIGLIACCIO è un dolce di CARNEVALE di antica origine Campana. Una torta cremosa a base di ricotta e semolino, che in antichità era sostituito con il miglio, da cui prende il nome.

L’impasto è profumato con scorze di limone, arancia e vaniglia. Potete arricchirlo anche con l’aroma millefiori o con canditi e uva passa.

Uno dei pochi dolci di Carnevale cotto al forno e non fritto. Insieme alle chiacchiere e alle castagnole, non può mancare in questo periodo. Una torta deliziosa, dalla consistenza umida e cremosa, che si scioglie in bocca! Sentirete che bontà, andrà a ruba. Ottima come dolce a fine pasto o da gustare durante una pausa golosa.


  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzionistampo da 22-24 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gricotta (meglio se di pecora)
  • 5uova (medie)
  • 100 gsemolino
  • 500 mllatte
  • 250 gzucchero
  • 2limoni (solo scorza )
  • 50 gburro
  • Mezzabacca di vaniglia (oppure 1 cucchiaino di essenza di vaniglia o 2 bustine di vanillina)
  • 2arance (solo scorza )
  • q.b.zucchero a velo
  • 1 cucchiainoacqua millefiori (facoltativa- vedere consigli a fine ricetta)

Preparazione

  1. Per preparare il MIGLIACCIO iniziate dalla preparazione dell’IMPASTO:

    Versate, in una pentola, il latte e il burro. Unite le scorze intere di un’arancia e di un limone e la bacca di vaniglia.

    Accendete il fuoco e quando il latte è caldo, unite il semolino ” a pioggia”, facendolo amalgamare bene con una frusta.

  2. Cuocete il composto, per qualche minuto, fino a farlo diventare cremoso. Dopo spegnete il fuoco, mettete la crema di semolino in un piatto e copritela con della pellicola o un contenitore. Fatela raffreddare bene. ( eliminate gli aromi).

  3. Quando è pronta, lavorate con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero e la scorza grattugiata di un’arancia e di un limone. Devono triplicare di volume e diventare spumosi.

    Aggiungete prima la ricotta e dopo la crema di semolino, a cucchiaiate. Lavorate l’impasto del MIGLIACCIO con le fruste, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

  4. Versate l’impasto del MIGLIACCIO in uno stampo rotondo, da 22-24 cm di diametro, precedentemente coperto con della carta forno.

    Cuocete la torta a 180° in forno statico per 40 minuti circa, regolatevi con i tempi del vostro forno. Deve diventare morbida all’interno e dorata in superficie.

    Se fosse ancora troppo liquida, aumentate i tempi di cottura. Se utilizzate uno stampo più piccolo, per far venire il dolce più spesso, aumentate i tempi di cottura a 1 ora.

  5. Quando il MIGLIACCIO è cotto, sfornatelo e fatelo raffreddare per almeno 1 ora, prima di toglierlo dallo stampo. Prima di servirlo cospargetelo con abbondante zucchero a velo. Sarà più buono il giorno dopo. Il migliaccio si conserva a temperatura ambiente e può anche essere congelato.

VARIANTI E SUGGERIMENTI:

-Potete sostituire le scorze di arancia e limone con 1 fialetta di aroma millefiori. Oppure arricchire l’impasto aggiungendone solo 1 cucchiano.

– Potete arricchire l’impasto del MIGLIACCIO con cubetti di canditi e uvetta ammollata prima nel rum.

– Potete sostituire il burro con 40 gr di olio di semi

– Il semolino non è la farina di semola. Ma una farina di grano duro, apposita per preparare zuppe, gnocchi e creme. La trovate nel reparto dolci o farine del supermercato, in piccoli pacchetti.

SEGUIMI:

SEGUIMI SU FACEBOOK e INSTAGRAM e ISCRIVITI ALLE MIE NOTIFICHE per ricevere la ricetta del giorno Gratis!

 vuoi ricevere le mie ricette su FACEBOOK iscriviti alla mia NEWSLETTER QUI ma ricordati ogni giorno di cliccare su “RICHIEDI CONTENUTO DEL GIORNO” per ricevere la ricetta

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un Commento

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.