Pane all’anice di Pasqua

Il pane all’anice di Pasqua è una ricetta tipica dell’Alto Adige, una regione che amo molto sia per i suoi meravigliosi paesaggi ma anche per la sua cucina, fatta di pochi ingredienti ma genuini, molto gustosi e radicati nella cultura e nelle tradizioni sudtirolesi.
Tra queste, oggi voglio parlavi dell’usanza di preparare il pane all’anice, “ Osterfochaz” in tedesco, un pane che possiamo definire semi dolce, con una consistenza molto soffice simile ad un panbrioche che si gusta con i salumi, il prosciutto arrosto, i formaggi e il cren la mattina di Pasqua.
Io l’ho gustato anche da solo ed è veramente buono e secondo me sta benissimo anche spalmato con un velo di confettura.
Il pane all’anice si può realizzare a forma di pagnotta oppure a forma di ghirlanda come ho fatto io, unendo 5 panini che poi in cottura si attaccano.
Mi è piaciuto molto prepararlo poiché il procedimento è insolito, diverso dagli impasti a cui sono abituata: i semi di anice si fanno macerare nel vino bianco, e una volta filtrato, il liquido si scalda aggiungendo il burro e il latte e si sprigiona un profumo inebriante!
In questo periodo in cui mi sono dedicata alle ricette di Pasqua ho notato che l’anice è ricorrente in molte ricette, anche di regioni diverse.
Per esempio si usa in Abruzzo nella Pizza dolce di Pasqua, o nei biscotti all’anice tanto amati nelle Marche.
Ma ora torniamo in Alto Adige e mettiamoci a lavoro!
Seguimi in cucina!

pane anice
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni2 ghirlande da 5 panini ciascuno o una ghirlanda grande da 10 panini (900 g circa di impasto totale)
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 5 gsemi di anice
  • 90 gvino bianco
  • 10 gsucco di limone (1 cucchiaio circa)

Pre-Impasto (Biga)

  • 50 gfarina Manitoba (o altra farina forte)
  • 25 gzucchero
  • 60 glatte (tiepido)
  • 20 glievito di birra fresco

Impasto

  • 50 gburro
  • 50 glatte
  • 220 gfarina Manitoba
  • 200 gfarina tipo 1
  • 4tuorli
  • 15 gzucchero
  • 3 gsale
  • q.b.scorza di limone
  • 5 gsemi di anice

Per la Superficie

  • 1uovo
  • 2 cucchiailatte
  • q.b.zucchero a velo

Preparazione

  1. pane anice

    Vediamo insieme come si prepara il pane all’anice.

    Per prima cosa bisogna mette in infusione i semi di anice con il vino bianco per almeno 2 ore.

    In una ciotolina metti i semi di anice, versa il vino bianco e aggiungi il succo di limone.

    Mescola e copri con la pellicola alimentare e lascia in infusione per circa 2 ore, se rimane più tempo ancora meglio.

  2. Preparazione della biga, pre impasto

    Sciogli il lievito di birra fresco nel latte tiepido con lo zucchero.

    Aggiungi la farina, mescola e copri la ciotola con la pellicola alimentare e lascia riposare per circa 30 minuti finché in superficie non si formano tutte bollicine.

  3. Preparazione impasto

    Filtra il vino messo in infusione con i semi di anice.

    Scalda il latte con lo zucchero, aggiungi il burro e una volta sciolto togli dal fuoco e unisci il vino filtrato.

    Mescola bene e lascia intiepidire.

    Aggiungi la scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale.

    Sbatti i tuorli e uniscili al composto.

  4. Nella ciotola della planetaria versa le farine e la biga.

    Con il gancio mescola e aggiungi il composto di tuorli, latte, burro e vino.

    Fai lavorare per bene finché l’impasto del pane all’anice non è ben amalgamato.

    Puoi anche farlo a mano.

  5. Infarina il piano di lavoro e rovescia l’impasto.

    Lavora per qualche minuto l’impasto con le mani, se si attacca aggiungi ancora farina, puoi scegliere sia manitoba che la tipo 1.

    Forma una palla e riponila nella ciotola, copri con la pellicola alimentare e fai riposare in un luogo caldo o nel forno spento con la luce accesa.

    I tempi di lievitazione dipendono molto dalla temperatura che si ha in casa ma anche quella esterna: un conto è impastare a gennaio e un conto nei mesi più caldi.

    Se è una bella giornata io sono solita mettere la ciotola vicino al vetro della finestra in modo che il sole fa un bell’effetto serra.

  6. Fai lievitare l’impasto del pane pasquale all’anice fino al raddoppio.

    Trascorso il tempo di lievitazione, riprendi l’impasto e sgonfialo delicatamente con le mani.

    Allargalo e distribuisci i semi di anice.

    Richiudi l’impasto su se stesso e impasta per qualche minuto.

    Con questa dose, 900 g di impasto circa, viene una ghirlanda abbastanza grande, io ho preferito realizzarne due più piccoline.

    Per una ghirlanda dividi l’impasto in 5 parti uguali, se invece vuoi realizzarne due come ho fatto io, dividi l’impasto in 10 parti da circa 100 g ciascuna.

    Dopo aver diviso l’impasto, prendi ogni porzione, schiacciala delicatamente, arrotola e richiudi le estremità sotto formando così una pallina ben rotonda.

    Fodera la teglia con la carta forno e disponi i panetti uno accanto all’altro in cerchio.

    Spennella il pane all’anice con l’uovo sbattuto con il latte e fai lievitare fino al raddoppio.

    Spennella di nuovo con l’uovo e il latte, cospargi con qualche seme di anice e inforna nel forno preriscaldato a:

    160° gradi se usi la modalità ventilato per circa 30 minuti

    oppure

    180° gradi se usi statico per circa 35 minuti.

  7. Sforna il pane all’anice e una volta intiepidito cospargi con lo zucchero a velo.

    Puoi conservare il pane all’anice in un sacchetto per alimenti così da mantenere la morbidezza.

    E’ ottimo anche tagliato a fettine e tostato oppure scalda i panini per qualche minuto nel forno.

    Il pane all’anice si può anche congelare.

  8. Grazie per aver scelto di preparare questa ricetta tipica dell’Alto Adige insieme a me!

    leggi anche Pizza dolce di Pasqua

    leggi anche Pizza di Pasqua al formaggio

    leggi anche Ciambella al pecorino con salvia e miele

    leggi anche Challah-Pane ebraico del Sabato

    leggi anche Pane alle olive nere e timo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.