Pizza di scarola

La Pizza di scarola è un lievitato tipico della cucina napoletana, una pizza ripiena buonissima ricca di sapore e di profumi mediterranei. Si tratta di un impasto lievitato morbido che viene farcito con un ricco ripieno a base di scarola ripassata in padella con olio, aglio, olive, capperi, pinoli, uvetta e acciughe. Una ricetta che prevede ingredienti semplici ed economici che danno vita ad una pizza dalla bontà unica. Secondo la tradizione la pizza di scarola è un must della vigilia di Natale e di capodanno, ma in realtà è talmente buona che possiamo prepararla per tutto l’inverno o comunque finché la scarola è nella sua stagione. Inoltre il bello della pizza di scarola è che buona gustata al momento, ma diventa superlativa se preparata con un giorno d’anticipo e assaporata fredda. Ora non resta che mettere le mani in pasta e preparare al più presto questa fantastica pizza di scarola!
INGREDIENTI PER PREPARARE LA PIZZA DI SCAROLA
Per l’impasto
500 g di farina
250 g di acqua
10 grammi di lievito di birra
20 grammi di olio extravergine d’oliva
8 g di Sale
Per il ripieno
1kg di scarola
2 spicchi d’aglio
2 cucchiai di capperi sotto sale
3 acciughe sott’olio
150 g di olive nere di Gaeta
2 cucchiai di pinoli tostati
Un cucchiaio di uvetta
Peperoncino (facoltativo)
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

COME PREPARIAMO LA PIZZA DI SCAROLA
1. Prepariamo un impasto classico con acqua farina, lievito, olio e sale. Una volta ottenuto un panetto liscio ed omogeneo lo lasciamo lievitare in una ciotola unta e luogo caldo al riparo da correnti finché raddoppia il suo volume.
2. Prepariamo il ripieno cuocendo la scarola con un soffritto di olio, aglio, acciughe, capperi, olive nere denocciolate, pinoli tostati e uvetta. A fine cottura regoliamo di sale ed eliminiamo l’aglio.
3. Quando l’impasto sarà ben lievitato, stendiamo più della metà in una sfoglia in grado di rivestire il fondo e i bordi di una teglia da 28 cm di diametro. Lo farciamo e lo ricopriamo con l’impasto restante, sigillando bene i bordi, punzecchiandolo in superficie con i rebbi di una forchetta e cospargendolo di olio d’oliva. Lasciamo lievitare per un’altra ora.
4. Manca solo la cottura: 200° per 35-40 minuti circa e la pizza di scarola è pronta!


Scopri anche:
PIZZA DI SCAROLA IN PADELLA
LASAGNE CON SCAROLA
PASTA CON SCAROLA E OLIVE NERE
FOCACCIA RIPIENA CON MELANZANE

Per non perdere nessuna ricetta seguici sulla nostra pagina Facebook cliccando mi piace QUI, sulla pagina Instagram cliccando “segui” QUI o su TikTok.


Pizza di scarola
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti per preparare la Pizza di scarola

Per l’impasto

500 g farina
250 g acqua
20 g olio extravergine d’oliva
10 g lievito di birra fresco
8 g sale

Per il ripieno

1 kg scarola (indivia)
2 spicchi aglio
2 cucchiai capperi sotto sale
150 g olive di Gaeta (o olive verdi)
3 acciughe sott’olio
2 cucchiai pinoli (tostati)
1 cucchiaio uvetta
4 cucchiai olio extravergine d’oliva
peperoncino (facoltativo)
sale

Strumenti

1 Pentola
1 Fornello
1 Teglia
1 Forno

Passaggi per preparare la Pizza di scarola napoletana

Per l’impasto della pizza

Preparate innanzitutto l’impasto della pizza di scarola: sciogliete il lievito nell’acqua tiepida.

Versate la farina in una ciotola, aggiungete l’acqua in cui avete sciolto il lievito, l’olio e impastate tutti gli ingredienti a mano o in planetaria. In ultimo unite il sale e impastate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Oliate una ciotola, mettetevi l’impasto e lasciatelo lievitare il luogo caldo e al riparo da correnti finché raddoppierà il suo volume.(L’ideale e il forno spento con la luce accesa).

Per il ripieno

Nel frattempo preparate il ripieno della pizza di scarola: sciacquare bene la scarola sotto acqua corrente, eliminate le foglie più rovinate e asciugatela bene.

In una pentola piuttosto capiente soffriggete l’aglio con l’olio, quindi unite le acciughe, le olive denocciolate, i capperi sciacquati sotto l’acqua per eliminare il sale, l’uvetta, i pinoli tostati, e, se lo usate, il peperoncino.

A questo punto aggiungete anche la scarola e lasciatela appassire a fuoco medio fin quando sarà diventata tenera ed asciutta. A fine cottura regolate di sale ed eliminare gli spicchi d’aglio.

Come assemblare la pizza di scarola e cottura in forno

Stendete poco più della metà dell’impasto lievitato con il mattarello e con esso rivestite una teglia oliata di 28 cm di diametro coprendo sia il fondo della teglia che i bordi. Riempite con la scarola e coprite con l’altra parte di impasto stesa. Ripiegate i bordi della pizza verso l’interno in modo da sigillarla perfettamente e far sì che il ripieno non fuoriesca. Bucherellate la superficie della pizza con i rebbi di una forchetta e spennellatela con dell’olio d’oliva. Lasciatela lievitare per un’altra ora in luogo caldo.

Riscaldate il forno a 200 gradi e cuocetevi la pizza di scarola per circa 35-40 minuti o finché noterete che è ben dorata in superficie. Fatela raffreddare coprendola con un canovaccio e poi servitela tagliandola a fette.

Pizza di scarola

Simo e Cicci consigliano

Potete conservare la pizza di scarola napoletana fino a 2-3 giorni. È consigliabile prepararla con almeno un giorno di anticipo perché con il riposo diventa ancora più buona.

Se usate il lievito disidratato, ne basteranno 5 g.

Se non amate il sapore agrodolce dell’uvetta, potete non utilizzarla. Lo stesso vale per i pinoli.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.