Crea sito

Pavlova all’arancia

La Pavlova all’arancia è un dolce di grande effetto costituito da una base di meringa croccante all’esterno e molto morbida all’interno e una deliziosa crema all’arancia.
Una vera e propria nuvola sia nell’aspetto che nella consistenza: la pavlova ha un bordo esterno croccante come le classiche meringhe e una parte centrale morbidissima che assomiglia a un grande marshmallow.
La ragione del suo nome così particolare è data dal cognome della persona per cui è stata creata: una celebre ballerina russa Anna Pavlova, ma la paternità di questo dolce è contesa da Australia e Nuova Zelanda. Ciò che è fuor di dubbio è che la Pavlova è famosissima non solo in questi due paesi ma in tutto il mondo.
Gli ingredienti necessari per preparare la Pavlova sono essenzialmente 4:
Albumi
Zucchero
Succo di limone
(o aceto di vino bianco)
Amido di mais
Ecco gli step principali per preparare la Pavlova all’arancia:
1.Gli albumi vengono montati fino a quando diventano morbidi e quindi lo zucchero viene aggiunto molto gradualmente, un cucchiaio alla volta, fino a quando la meringa è talmente leggera, lucida e così spessa che si potrebbe rovesciare la ciotola senza temere che cada per terra.
2. La meringa viene quindi inserita in una tasca da pasticcere, distribuita a forma di cerchio su un foglio di carta da forno e cotta a lungo a bassa temperatura. In questo modo cuocerà uniformemente e si asciugherà fino a quando non diventa croccante all’esterno mantenendo un po ‘di umidità all’interno.
3. Dopo aver fatto raffreddare perfettamente la pavlova, è pronta per essere farcita. Noi abbiamo scelto crema all’arancia e arance e pere caramellate, ma si può optare per panna e altra frutta fresca a piacere.
Sicuramente la Pavlova all’arancia non è un dolce difficile da preparare ma un dolce che ci aiuta ad esercitare grande pazienza perché ha bisogno di una lunga cottura a bassa temperatura e di asciugarsi perfettamente in forno: in questo modo difficilmente si formeranno crepe (ma se proprio dovessero formarsi basterà coprirle con creme, panna o frutta). In ogni caso nella ricetta e nei nostri consigli in fondo all’articolo troverete tutti i nostri consigli per la perfetta riuscita della pavlova.
Perfetta per consumare gli albumi in eccesso, la Pavlova all’arancia è un dessert perfetto per occasioni e ricorrenze speciali, fresco, delizioso, da decorare con tutta la frutta fresca di stagione che preferite!

Pavlova all'arancia
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni6-8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaInternazionale

Ingredienti per preparare la meringa

  • 150 gAlbumi (circa 5 albumi)
  • 300 gZucchero
  • 5 mlSucco di limone
  • 5 gAmido di mais (maizena)

Ingredienti per la crema all’arancia

  • 2Arance biologiche
  • 2Uova
  • 75 gZucchero
  • 50 gBurro
  • 15 gFecola di patate

Ingredienti per decorare

  • 2Arance
  • 1Pera
  • 50 gZucchero

Strumenti per preparare la Pavlova all’arancia

  • Frusta elettrica
  • Carta forno
  • Teglia
  • Sac a poche
  • Pentola
  • Bocchetta a stella
  • Forno

Preparazione della Pavlova all’arancia

  1. Preparate la Pavlova all’arancia innanzitutto partendo dalla preparazione della meringa: versate gli albumi in una ciotola e iniziate a montarli con le fruste elettriche (oppure in planetaria).

  2. Mentre mescolate con le fruste, aggiungete poco alla volta lo zucchero aumentando gradualmente la velocità delle fruste.

  3. Continuate a montare gli albumi finché lo zucchero sarà completamente sciolto e gli albumi saranno lucidi e avranno una consistenza morbida e schiumosa.

  4. Infine unite, sempre continuando a mescolare, il succo di limone e l’amido di mais.

  5. Disegnate su un foglio di carta da forno un disco di 20 cm di diametro (potete tracciare i contorni con una matita e usare il foglio girandolo dal lato opposto a quello in cui avete disegnato).

  6. Attaccate il foglio su una placca da forno semplicemente distribuendo sulla placca 4 cucchiai di meringa: in questo modo il foglio non si muoverà e aderirà perfettamente alla placca.

  7. Inserite la meringa in una tasca da pasticcere con bocchetta a stella e realizzate un cerchio con la meringa.

  8. Infornate la meringa nel forno preriscaldato a 100° e cuocete per circa 2 ore (o anche 3 ore se notate che la meringa non è ancora perfettamente asciutta).

  9. Spegnete il forno e lasciate raffreddare la meringa nel forno aperto ma spento.

  10. Nel frattempo preparate la crema all’arancia: lavate le arance e asciugatele. Grattugiate la scorza delle arance e spremetene il succo.

  11. Sciogliete in un pentolino a bagnomaria il burro. 

  12. Sbattete le uova con lo zucchero e versatele nel pentolino con il burro. 

  13. Diluite la fecola nel succo d’arancia e mescolate in modo da scioglierla completamente senza lasciare grumi.

  14. Unite il succo e la scorza grattugiata d’arancia alle uova e mescolate proseguendo la cottura della crema fino a quando si addenserà.

  15. Preparate la decorazione eliminando la buccia dalle arance e dividendole a spicchi. Pelate la pera e tagliatele a fettine.

  16. Caramellateli in una padella antiaderente con lo zucchero.

  17. Assemblate la pavlova all’arancia decorandola con la crema all’arancia e con la frutta caramellata.

  18. Pavlova all'arancia
  19. Pavlova all'arancia

Simo e Cicci consigliano

La Pavlova all’arancia si conserva in frigo fino a 1 giorno ma conviene assempblare la Pavlova al momento di servirla altrimenti la crema scioglierà la meringa.

Usate attrezzi super puliti (ciotola e fruste). Qualsiasi residuo di grasso è nemico della pavlova e farà si che gli albumi non montino alla perfezione. Per lo stesso motivo assicuratevi di dividere perfettamente gli albumi dai tuorli perché qualsiasi piccolo residuo di tuorlo impedirà agli albumi di montarsi alla perfezione.

Lasciate la porta del forno chiusa dopo che la meringa ha terminato la cottura. Il calore residuo nel forno continuerà ad asciugarlo.

Per verificare se la pavlova è cotta è meglio evitare di aprire il forno mentre la pavlova è in cottura. Inoltre lasciate raffreddare la pavlova nel forno (spento), idealmente per diverse ore o durante la notte.

Potete preparare e cuocere la pavlova fino 12-24 ore in anticipo e lasciare a temperatura ambiente fino a quando necessario, ad esempio lasciandola in forno. Altrimenti, basta coprirlo con un canovaccio pulito.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.