Crea sito

Migliaccio napoletano

Il Migliaccio napoletano è un dolce tipico di Carnevale a base di semolino, latte e ricotta, una torta compatta e allo stesso tempo morbida e cremosa.
Un dolce  tipico non solo di Napoli ma di tutta la Campania che in origine si preparava con la farina di miglio per poi essere sostituita con il semolino.
Infatti gli ingredienti che si utilizzano per prepararlo sono:
Semolino
Ricotta
Zucchero
Latte
Acqua
Uova
Arance
Limoni
Burro
Vaniglia
Acqua di fiori d’arancio
Zucchero a velo

La cosa che più traspare dalla lista di ingredienti è la mancanza di farina 00 sostituita dalla farina di semola e del lievito per dolci, e la presenza della ricotta e di una quantità di aromi e agrumi che conferiscono al migliaccio un sapore speciale.
Ma quindi come si prepara il migliaccio? Ecco i passaggi necessari:
1. Prepariamo il semolino portando a bollore una miscela di latte e acqua a cui aggiungiamo burro e zucchero e che profumiamo con scorze di limone e arancia. Quando giungerà a bollore versiamo il semolino mescolando continuamente con una frusta perché così potremo ottenere un composto liscio e senza gli odiosi grumi. Sarà pronto quando avrà raggiunto la consistenza simile a quella della polenta. A questo punto eliminiamo le scorze di agrumi e facciamo raffreddare molto bene.
2. Mescoliamo a parte uova, zucchero, ricotta setacciata, il semolino ben freddo, le scorze grattugiate di arancia e limone, i semi della bacca di vaniglia e l’acqua di fiori d’arancio. Il risultato finale sarà quello di un’impasto molto cremoso e aromatico.
3.Rimane l’ultimo passaggio: versiamo l’impasto in una teglia da 20 cm (se usate una teglia più grande logicamente il migliaccio non sarà troppo alto, a meno che non aumentate le dosi indicate) e lo cuociamo in forno statico a 175° massimo 180° per circa 50 minuti, tempo come sempre variabile a seconda del forno utilizzato.
Com’è evidente, Il Migliaccio è davvero semplice da preparare ed è un dolce compatto ma allo stesso tempo morbidissimo. Anzi ha una consistenza particolarmente cremosa che si scioglie in bocca grazie alla ricotta, nonché un sapore molto delicato e piacevole. E poi è uno dei pochi dolci non fritti che si preparano in questo periodo, ragione in più per preparare il Migliaccio napoletano!
Vedi la videoricetta delle Castagnole alle mele:

Migliaccio napoletano
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni6-8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare il Migliaccio napoletano

  • 180 gSemolino
  • 250 gZucchero
  • 250 gRicotta di pecora (o vaccina)
  • 500 mlLatte
  • 300 mlAcqua
  • 3Uova
  • 2Arance
  • 2Limoni
  • 50 gBurro
  • 1 baccaVaniglia
  • 1 cucchiainoAcqua di fiori d’arancio
  • q.b.Zucchero a velo

Strumenti per preparare il Migliaccio napoletano

  • 1 Pentola
  • 1 Ruoto
  • 1 Frusta a mano
  • Frusta elettrica
  • Forno

Preparazione del Migliaccio napoletano

  1. Preparate il Migliaccio napoletano innanzitutto portando a ebollizione in una pentola l’acqua con il latte e le scorze di 1 arancia e 1 limone.

  2. Aggiungete 50 g di zucchero e il burro e mescolate in modo che lo zucchero e il burro si sciolgano.

  3. Versate a pioggia il semolino e mescolate per qualche secondo con una frusta per evitare grumi e cuocete finché avrete ottenuto una sorta di polentina densa e liscia.

  4. Spegnete il fuoco, eliminate le scorze e trasferite il semolino in una ciotola. Coprite a contatto con pellicola per alimenti e lasciate raffreddare.

  5. A parte con le fruste elettriche montate le uova con lo zucchero rimasto (200 g), le scorze grattugiate del limone e dell’arancia restanti e i semi della bacca di vaniglia ottenuti aprendo la bacca nel senso della lunghezza e raschiando il suo interno con la punta di un coltellino.

  6. Aggiungete quindi la ricotta che avrete prima setacciato e amalgamate bene il tutto.

  7. Frullate il composto con le fruste elettriche e unite man mano la crema di semolino, mescolando fino ad ottenere un impasto liscio e cremoso.

  8. Infine aggiungete l’acqua di fiori d’arancio.

  9. Scaldate il forno a 175°. Versate l’impasto in una teglia di 20 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata.

  10. Cuocete il migliaccio per 50 minuti nella parte intermedia del forno.

  11. Lasciate raffreddare il dolce per almeno 1 ora nello stampo, quindi sformatelo su un piatto da portata e spolverizzatelo con zucchero a velo.

  12. Migliaccio napoletano
  13. Migliaccio napoletano

Simo e Cicci consigliano

Potete conservare il Migliaccio napoletano a temperatura ambiente o in frigo chiuso in un contenitore ermetico per circa 2-3 giorni.

Potete realizzare una versione più ricca del migliaccio aggiungendo gocce di cioccolata, uvetta, canditi, ecc.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.