Crea sito

Trippa in umido alla genovese

Oggi è una giornata uggiosa e c’è un’aria fresca rispetto agli altri giorni e allora ne ho approfittato per cucinare la trippa in umido alla genovese.
Lo so che a molti questo piatto non piace , ma a mio marito fa impazzire e visto che oggi ,dopo tanto tempo è tornato a lavoro , gliel’ho preparo .
La trippa è una frattaglia ,ricavata da diverse parti dello stomaco , utilizzata in molte cucine regionali come la Toscana ,il Lazio e la Liguria .
E proprio da quest’ultima ho attinto per preparare il mio piatto.
La tradizione ligure prevede l’aggiunta di patate e fagioli ,ma io per renderla più leggera ho omesso i legumi .
Oramai la preparazione di questa ricetta è alla portata di tutti,perché la trippa in commercio è quasi sempre precotta perciò basta un paio d’ore ,giusto per insaporirsi con gli altri ingredienti ed è pronta.
Della trippa in umido alla genovese ne esistono diverse varianti ,quella che vi propongo oggi è con le patate e il sughetto di pelati una vera delizia per il palato.
Vi suggerisco di preparare dell’ottimo pane casereccio perché qui la scarpetta e d’obbligo.
Basta chiacchere, è ora di cucinare tutte in cucina!!!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gTrippa di bovino (Precotta e tagliata a striscioline)
  • 300 gPatate
  • 1Cipolla bianca
  • 1Carota
  • 1 costaSedano
  • 250 gPomodoro pelato
  • 1 bicchiereVino bianco
  • 4 foglieAlloro
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Pentola di coccio grezza
  • Pelapatate
  • Ciotola

Preparazione della trippa in umido alla genovese

  1. Lavare sotto l’acqua corrente la trippa.

  2. Mettere in una pentola di coccio l’olio ,e il battuto di sedano,carota ,le foglie di alloro e la cipolla. Lasciare stufare per un paio di minuti.

  3. Quando le verdure di saranno dorate ,aggiungere la trippa a pezzi e lasciarla rosolare .

  4. Aggiungere il bicchiere di vino e farlo evaporare per alcuni minuti.

  5. Una volta evaporato il vino, versare i pelati ,coprire con il coperchio e lasciare cuocere a fuoco medio per un’ ora .

  6. Intanto la trippa cuoce,tagliare le patate a tocchetti di media dimensione .

  7. Passata un’ora, inseriamo i tocchetti di patate nella trippa, e lasciamo cuocere a fuoco basso per una mezz’ora.E solo a questo punto possiamo aggiungere il sale.

  8. Trascorso il tempo,la nostra trippa in umido alla genovese è pronta . Non ci resta che servirla ancora calda accompagnata ad un buon vino rosato.Buon appetito !!!

Variazioni

A nostro piacimento si può aggiungere il peperoncino nel soffritto iniziale,ed una spolverata di pecorino per completare il piatto.

Note

Il sale si deve aggiungere nel momento in cui si aggiungono le patate,perché se viene messo all’inizio la trippa potrebbe rimanere dura e callosa.

/ 5
Grazie per aver votato!