Crea sito

Tortelloni cotechino e purè

Anche quest’anno Cibò So Good lancia la sfida ai foodblogger e io l’ho raccolta con la mia interpretazione del “Cotechino con il purè”, racchiudendolo all’inteno di un tortellone.
Ma partiamo dall’inizio.
Il tema del contest è “Un mondo di pasta ripiena”, e ci viene richiesto di proporre una interpretazione personale di un piatto della tradizione gastronomica legata al nostro territorio.
Le due ricette vincitrici si sfideranno in diretta, a Bologna, in occasione dell’evento Cibò So Good, dal 3 al 5 febbraio 2017.
Io adoro il cotechino, con o senza purè, lo mangerei sempre! Devo averne parlato varie volte, ormai vi sarete stancati di sentire questa storia, ma non so resistere. Il cotechino qui a Modena lo mangiamo anche a ferragosto, racchiuso all’interno di un goloso panino. Quindi la scelta è stata quasi obbligata, e devo dire perfettamente azzeccata.

Tortelloni cotechino e purè

Tortelloni cotechino e purè

Ingredienti (per persone)
Per la sfoglia
300 g di farina 00 da sfoglia
3 uova
Per il ripieno
250 g di cotechino
200 g di patate
80 g di Parmigiano Reggiano
1 uovo
Burro
Alcune foglie di salvia
Sale q.b.

Tortelloni cotechino e purè

Preparazione
Disponete, con un buco al centro, la farina a fontana sul tagliere di legno. Aggiungete le uova e iniziate a mescolare con la forchetta, incorporando mano a mano la farina. Terminate di impastare con le mani e lavorate la sfoglia fino a ottenere un impasto liscio e morbido. Formate una palla e lasciatela riposare, chiusa nella pellicola trasparente, per almeno mezz’ora.
Nel frattempo preparate il ripieno.
Seguendo le istruzioni sulla confezione cuocete il cotechino. Una volta cotto, togliete il cotechino dal suo involucro e lasciate raffreddare. Tagliate il cotechino a fette e poi a cubetti piccolissimi, mettete la dadolata in una ciotola.
Avvolgete le patate con la pellicola trasparente adatta al microonde, praticate alcuni fori con la lama di un coltello (sia sulla pellicola, che sulle patate) e cuocete alla massima temperatura per 6-7 minuti. Lasciate intiepidire, tagliate le patate in due parti, senza togliere la pellicola, e schiacciate con lo schiacciapatate, raccogliendo la polpa nella ciotola con il cotechino.
Aggiungete l’uovo, il Parmigiano Reggiano, regolate di sale e mescolate con cura.
Riprendete la sfoglia e, con l’aiuto della nonna papera, stendete la sfoglia in strisce sottili, appoggiate la farcitura aiutandovi con due cucchiaini in mucchietti grandi come noci. Ritagliate la sfoglia in quadrati di circa 7 cm di lato. Ripiegate a triangolo, premete bene per far uscire tutta l’aria e per sigillare bene i bordi. Con un movimento circolare, avvicinate i due estremi del triangolo e chiudete formando un tortellone.
Proseguite in questo modo fino all’esaurimento degli ingredienti.
Cuocete i tortelloni cotechino e purè in abbondante acqua salata.
Sciogliete un poco di burro in una padella, aggiungete alcune foglie di salvia e appena i tortelloni vengono a galla, scolateli con l’aiuto di un mestolo forato e adagiateli nella padella con il burro. Lasciate mantecare alcuni minuti.
Servite in tavola cospargendo con una generosa dose di Parmigiano Reggiano.

35ab1618-830c-47e5-9650-994364be59cc

Finaliste della sfida a colpi di pasta ripiena sono state Lorella Giugni del blog In cucina con Lorella  e Barbara Tagliabue del blog Son nata Paperoga. Domenica 5 febbraio le due bravissime blogger si sono cimentate nella preparazione dei loro tortelli e la disputa ha visto primeggiare Barbara con la sua proposta Veggy intitolata: “Cappellacci di funghi, pere e ricotta salata”.

Complimenti alle due finaliste e soprattutto alla vincitrice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.