Crea sito

Torta alle rose con ciliegie di Vignola

La torta di rose con ciliegie di Vignola è la mia proposta per il contest “Rinfrescami”, organizzato da Molino Della Giovanna.
Sono onorata di far parte delle blogger selezionate e ho deciso di proporre questo dolce perché secondo me, è perfetto se preparato con la farina Rinfresco. E’ una farina 00, preparata con grano lavato, da semi selezionati perfetti per il rinfresco del lievito madre e per la preparazione dei dolci lievitati della tradizione. E’ l’ideale, quindi, per colombe e panettoni, pan brioche e grandi lievitati in genere.
Poi è raccomandata dal maestro Igino Massari, quindi è una certezza.

torta alle rose con ciliegie di Vignola

Ho voluto testarla di persona con una ricetta della tradizione lombarda amata da tutti. Devo ammettere di aver fatto qualche modifica per renderla perfetta per la mia famiglia, e ho inserito nella farcitura le nostre amatissime ciliegie di Vignola igp, un vanto della mia terra. Sono perfette, perché essendo particolarmente croccanti rimangono consistenti anche dopo la cottura.

La torta delle rose è un dolce tipico della provincia di Mantova ed ha origini antiche.
Le prime tracce le possiamo trovare alla corte dei Gonzaga. Con l’arrivo di Isabella d’Este nel 1490, che divenne marchesa consorte di Mantova sposando Francesco II Gonzaga, la cucina mantovana venne influenzata da quella emiliana: la marchesa si avvalse infatti della consulenza di Cristoforo di Messisbugo, cuoco dei signori di Ferrara, che pare avesse creato appositamente per lei la “torta delle rose”. Si narra che questa torta fu preparata proprio in occasione delle nozze di Isabella.
Un’altra leggenda vuole invece che fu Gabriele D’Annunzio a richiedere al suo pasticcere di fiducia una torta che potesse sostituire le rose che era solito regalare alle sue amanti.

torta alle rose con ciliegie di Vignola

Torta alle rose con ciliegie di Vignola

Ingredienti
550 g di farina forte
15 g di lievito di birra fresco
10 g di sale
90 g di zucchero
1 tuorlo
170 g di acqua
115 g di latte
30 g di burro
1 Baccello di vaniglia
250 g di burro per la sfogliatura
1 uovo diluito con il latte per la finitura
Per la farcitura della torta
100 g di burro a pomata
100 g di zucchero a velo
10-15 ciliegie di Vignola igp

Preparazione
Preparare il lievitino. Sciogliete il lievito in 170 g di acqua e aggiungete 150 g di farina presa dal totale. Mescolate qualche minuto aiutandovi con una piccola frusta. Coprire con pellicola trasparente e lasciate riposare 1 ora.
Versate il lievitino nella ciotola della planetaria insieme a due, tre cucchiai di farina; impastate con la frusta K. Aggiungete il tuorlo, fate assorbire e unite metà dello zucchero.
Appena lo zucchero sarà assorbito aggiungete alcuni cucchiai di farina, lasciate assorbire e unite lo zucchero rimasto. Con la planetaria sempre in movimento, aggiungete latte e farina fino al completo esaurimento, aspettando che siano assorbiti perfettamente prima di aggiungere altro prodotto.
Inserite il sale e impastate bene fino a che l’impasto non sarà liscio ed elastico.
Aprite il baccello della vaniglia e raschiate i semini e aggiungeteli all’impasto. Inserite il burro poco alla volta e incordate l’impasto lavorandolo a lungo con il gancio.
Se fate questa operazione a mano ci vorranno circa 20-25 minuti.
Mettete l’impasto in una ciotola e copritelo con la pellicola trasparente. Lasciatelo riposare un’ora in frigorifero.
Circa dieci minuti prima di tirar fuori l’impasto dal frigo, prendete il burro, mettetelo tra due fogli di carta forno e aiutandovi col mattarello battetelo fino a farlo diventare un rettangolo di 26×20 cm. E’ importante che il burro, durante la manipolazione, mantenga la consistenza della plastilina.
Tirate fuori l’impasto e appoggiatelo sul tagliare leggermente infarinato. Stendetelo col mattarello in un rettangolo di circa 40×25 cm.
Togliete uno dei due fogli di carta forno dal burro e appoggiatelo sull’impasto, lasciando libero un bordo di un centimetro. Il burro dovrebbe occupare circa i 2/3 inferiori della striscia di impasto.
Piegate sul burro la parte superiore dell’impasto e sovrapponete su questa, la parte di impasto rimanente. Mettete il panetto ottenuto in frigorifero per 10 minuti, appoggiandolo su un vassoio coperto da carta forno.
Tirare fuori dal frigo e posizionare il panetto davanti a voi, avendo cura di tenere la parte aperta a destra. Picchiettate ora col mattarello il panetto in modo da distribuire il burro in modo uniforme e, al tempo stesso, di stenderlo in un rettangolo che abbia il lato corto davanti a voi, ad uno spessore di circa 7-8 mm.
Piegate verso il centro prima il lembo inferiore della sfoglia e poi quello superiore.
Girate il panetto di 90°, sempre tenendo il lato aperto a destra. Coprirlo con pellicola e metterlo su un vassoio in frigo per 40 minuti.
Fatta la prima piega.
Trascorso il tempo, tirate fuori il panetto, stendetelo con il mattarello e ripiegate in tre parti come avete fatto prima. Procedete in questo modo per due volte, lasciando il panetto in frigorifero 40 minuti tra una piega e l’altra.
Alla terza e ultima piega, porre ancora in frigo per 40 minuti.
Stendete l’impasto con il mattarello formando un rettangolo con lo spessore di circa sette millimetri.
lavorate il burro con lo zucchero a velo e spalmate il composto sulla superficie appena stesa.
Lavate ed asciugate le ciliegie di Vignola e tagliatele prima in due, eliminate il nocciolo e poi fatele a fettine. Disponete in modo regolare le ciliegie sulla superficie imburrata.
Arrotolate la base rettangolare, partendo dal lato lungo, per formare un salsiciotto.
Tagliate a fette regolari, alte sei-sette centimetri e disponetele nella teglia rotonda, rivestita di carta forno, appoggiando la girella in modo che si veda la spirale.
Potete utilizzare anche gli stampi in carta (tipo quelli per il panettone basso).
Lasciate lievitare le rose di pasta fino a quando non hanno occupato tutta la superficie del contenitore.
Lucidate la superficie con un uovo sbattuto, diluito con un pochino di latte, e cospargete con dello zucchero semolato.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 25 minuti.
Lasciate raffreddare completamente prima di sformare la torta alle rose con ciliegie di Vignola.

Con questa ricetta ho partecipato al Contest Rinfresco, organizzato da Molino Della Giovanna.

torta alle rose con ciliegie di Vignola

Per rimanere sempre aggiornati seguitemi anche sulla mia pagina Facebook, Le ricette di Michi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.