Crostata dell’Epifania

La crostata dell’Epifania che ho deciso di preparare quest’anno per concludere il periodo di festività è un dolce inglese tratto da DOWTON ABBEY Il ricettario ufficiale di Natale. Di questo meraviglioso libro finemente illustrato ve ne ho parlato nell’articolo che ho scritto sul sito di Aifb-Associazione italiana foodblogger.

E’ una ricetta tradizionale apparsa per la prima volta sul libro Food in England di Dorothy Hartley pubblicato nel 1954 ma contiene ricette storiche tradizionali. Purtroppo nel libro appare solo un’immagine della torta, senza le dosi esatte che sono state ricavate dai numerosi ricettari inglesi dell’epoca.

Se come me siete amanti delle crostate ve ne lascio alcune veramente strepitose.

crostata dell'epifania
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaInglese
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per la crostata dell’Epifania

250 g farina 0
100 g zucchero a velo
125 g burro
2 tuorlo
1 cucchiaio acqua
1 cucchiaio latte
1 pizzico sale
q.b. confettura (da 3 a 12 diverse confetture di vari colori)
466,77 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 466,77 (Kcal)
  • Carboidrati 65,54 (g) di cui Zuccheri 37,00 (g)
  • Proteine 6,82 (g)
  • Grassi 20,82 (g) di cui saturi 12,70 (g)di cui insaturi 8,15 (g)
  • Fibre 1,94 (g)
  • Sodio 75,66 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 125 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Preparazione della crostata dell’Epifania

Mettete la farina setacciata con il pizzico di sale, lo zucchero e il burro freddo tagliato a pezzetti in una ciotola e iniziate a impastare con la punta delle dita fino a ottenere un composto sabbioso.

Sbattete un tuorlo con il cucchiaio di acqua fredda e versatelo sulle bricioline. Mescolate velocemente per compattare il composto. Trasferitelo sulla spianatoia leggermente infarinata e finite di lavorarlo. Dovrete ottenete un composto liscio e omogeneo. Rivestitelo con la pellicola trasparente e riponetelo in frigorifero a rassodare per almeno mezz’ora.

Trascorso il tempo di riposo prelevate l’impasto dal frigorifero e stendetelo ad un’altezza di circa tre millimetri. Fatelo mettendo l’impasto tra due fogli di carta forno. Prendete la base della tortiera da 25 cm di diametro e con l’aiuto di un coltellino affilato ricavate la base dall’impasto steso. Bucherellate la superficie e tenete da parte.

Raccogliete tutti gli avanzi dell’impasto e lavorateli delicatamente sul piano di lavoro infarinato. Formate un rettangolo spesso circa 6 mm e ricavate delle strisce larghe circa 1,5 cm e lunghe circa 25 cm.

Con tre di queste strisce create il primo triangolo, una volta soddisfatti del disegno procedete facendo la stessa cosa con altre tre strisce ma spostando in modo da formare una stella a sei punte. Sigillate con l’uovo sbattuto con il latte sotto tutte e sei le strisce e pareggiate bene i bordi sul margine del fondo della crostata.

Riprendete di nuovo l’impasto e formate di nuovo un lungo rettangolo spesso circa 2 mm. Per coprire tutto il bordo dovete ricavare una striscia lunga 82 cm circa. Potete fare anche due o tre pezzi e metterli uno vicino all’altro.

Spennellate il bordo con il composto di tuorlo e latte e applicate la striscia. E’ molto importante coprire per bene i punti di raccordo della stella.

Distribuite delicatamente le confetture negli spazi aperti della stella, giocando con i colori per creare qualcosa che ricordi una vetrata colorata.

Con la forchetta decorate il bordo esterno della crostata.

Cuocete la crostata dell’Epifania in forno caldo a 170° C per 20-25 minuti finché la crostata non sarà ben dorata. Lasciala raffreddare completamente prima di servirla.

Cibo per la mente

Le crostate decorate con complessi motivi ornamentali erano comuni nell’Inghilterra del diciassettesimo e diciottesimo secolo. Il famoso chef e autore di libri di cucina Robert May ne propone molti esempi illustrati nel suo The Accomplisht Cook, che fu pubblicato nel 1660, anno della Restaurazione. se in quei secoli, le crostate imbandivano le tavole dei nobili, nel Novecento appartenevano ormai a un contesto più rustico e modesto.

crostata dell'epifania

Sul sito di Aifb – Associazione Italiana Foodblogger ho scritto un interessantissimo articolo sull’Epifania, vi lascio il link in modo che possiate scoprire l’origine della festa e tutte le ricette tradizionali che vi sono legate. La festa dell’Epifania: origine e tradizioni della festa della Befana.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook  il mio profilo Instagram  la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.