Rane fritte

Oggi secondo il Calendario del Cibo Italiano di AIFB si celebra la Giornata nazionale delle lumache e rane. Io, insieme a Daniela Ceravolo, ne siamo le ambasciatrici.
Una giornata molto speciale per noi, siamo liete di parlarvi di questi due cibi diventati un pochino di “nicchia”.
La loro storia è antica, si perde nei ricordi del tempo, basta pensare che già greci e romani allevavano le lumache per poi mangiarle.
Il nostro è un articolo scritto a 4 mani, dove Daniela si è occupata della parte delle lumache ed io di quella delle rane; alimento più vicino alla tradizione culinaria della mia terra.

Vi invito alla lettura del nostro articolo sul sito di AIFB, proprio per scoprire la storia e le caratteristiche di questi due piccoli animaletti.

rane fritte

Rane fritte

Ingredienti (per 4 persone)
1 kg di rane (solo a parte inferiore)
100 g di burro
2 cucchiai di farina
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
Prezzemolo q.b.
Limone a spicchi
Sale e pepe q.b.

Preparazione
Lavate e asciugate accuratamente le coscette di rana.
Salate, pepate e infarinate, togliendo l’eccesso di farina.
Versate in una padella l’olio e in burro e cuocete le rane fino a quando saranno dorate e croccanti.
Mano a mano che sono pronte, mettete le coscette su un foglio di carta assorbente.
Regolate di sale e servite subito cospargendo le rane con il prezzemolo tritato e il limone tagliato a spicchi.

 

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.