Piadina con esubero di pasta madre

Per chi, come me, accudisce tanto amorevolmente la propria pasta madre, capita settimanalmente di dover utilizzare l’esubero. L’esubero è quella parte di pasta madre che rimane dopo il rinfresco e che normalmente viene buttata oppure riciclata in vari modi. Io questa volta ho preparato le piadine.

piadina con esubero di pasta madre

Ingredienti (per 6 piadine)
300 g di pasta madre in esubero
300 g di farina 0
150 g di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di sale

Preparazione
Sciogliete la pasta madre in esubero nell’acqua tiepida.
Aggiungete la farina, l’olio e il sale e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Trasferite l’impasto sul tagliere, spolverato di farina, e lavoratelo fino a farlo diventare liscio ed elastico. Coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e dividetelo in 6 palline.
Stendetele con l’aiuto del mattarello ad uno spessore di circa 2 mm.
Scaldate una padella bassa e larga e cuocete la piadina, bucherellando la superficie con i rebbi di una forchetta, per alcuni minuti per lato.
La piadina si presta a essere farcita in svariati modi a seconda del vostro gusto personale. Noi la amiamo con prosciutto e mozzarella oppure con squacquerone e rucola.
E’ ottima anche tagliata a spicchi e servita al posto del pane.

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.