Crea sito

Pasta alla Nerano

La pasta alla Nerano è formata da pochi e semplici ingredienti: zucchine, spaghetti e formaggio.
Ma a fare la differenza in questa pasta è un ingrediente speciale, oltre alle zucchine fritte, il provolone del monaco. Si chiama così perché nell’antichità i casari che sbarcavano nel porto di Napoli all’alba con il loro carico di provoloni, per proteggersi dall’umidità erano soliti indossare mantelli di tela di sacco simili a quelli dei monaci.
Questo provolone è un formaggio semiduro a pasta filata, stagionato, prodotto nella Penisola Sorrentina solo con latte crudo.
La nascita di questa ricetta invece la si deve alla proprietaria del ristorante “Maria Grazia” a Marina di Nerano, bella località sulla costiera amalfitana, e risalirebbe all’incirca agli anni 50.

Un altro grande classico della cucina partenopea è il sartù di riso, da provare assolutamente con la mia ricetta.

pasta alla nerano
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
925,39 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 925,39 (Kcal)
  • Carboidrati 31,41 (g) di cui Zuccheri 0,95 (g)
  • Proteine 21,19 (g)
  • Grassi 83,74 (g) di cui saturi 18,39 (g)di cui insaturi 3,04 (g)
  • Fibre 3,76 (g)
  • Sodio 2.895,12 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 320 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la pasta alla Nerano

  • 320 gspaghetti
  • 800 gzucchine
  • 100 gprovolone (del monaco)
  • 80 gpecorino (grattugiato)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.basilico (alcune foglie)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • q.b.olio extravergine d’oliva (per friggere)

Preparazione della pasta alla Nerano

  1. Lavate e asciugate le zucchine, spuntatele e tagliatele a rondelle sottili in modo più uniforme possibile.

    Friggetele in abbondante olio extravergine di oliva fino a dorarle. Scolatele mano a mano su un piatto in cui avete messo un foglio di carta assorbente.

  2. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

    Nel frattempo aggiungete all’olio della frittura delle zucchine lo spicchio d’aglio pelato e tagliato a metà e qualche foglia di basilico. Lasciate insaporire l’olio per un paio di minuti, tanto è ancora molto caldo dalla frittura delle zucchine, quindi non c’è neanche bisogno di accendere la fiamma sotto.

  3. Prelevate un paio di cucchiai abbondanti di olio e metteteli nella padella in cui salterete la pasta. Aggiungete le zucchine fritte e versatevi gli spaghetti scolati al dente, conservando un pochino di acqua di cottura.

  4. Lasciate mantecare un paio di minuti, aggiungendo un pochino di acqua di cottura, quindi spegnete il fuoco.

    Aggiungete i formaggi grattugiati e ancora un pochino di acqua di cottura e mescolate per bene per creare una bella crema.

  5. Pepate e servite subito caldissimi nei piatti individuali.

  6. pasta alla nerano

Il provolone del monaco

  1. Il suo nome nasce più di 300 anni fa. I pastori che vivevano sul Vomero dovettero trasferirsi a causa dell’espansione urbana di Napoli. Alcune famiglie trovarono dimora sui Monti Lattari e iniziarono a sfruttare gli ampi pascoli per produrre formaggio, in particolare il caciocavallo.

    I pastori quando scendevano dalle colline di Vico Equestre a Napoli erano soliti ripararsi con dei mantelli che ricordavano tantissimo gli abiti dei monaci.

    Furono soprannominati i “monaci” e i loro caciocavalli, ricercati e apprezzati sulla piazza napoletana divennero “i provoloni del monaco”.

    Nel 2010 il Provolone del Monaco ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP) a livello europeo.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.