Crea sito

Pane e panelle

Oggi secondo il Calendario del Cibo si festeggia la Giornata Nazionale del Pane e Panelle e io ne sono l’ambasciatrice. Non mi vergogno a dire che per me è una bella sfida, non è un cibo che mi appartiene e che fa parte della tradizione della mia terra. A Modena non si trova Pane e Panelle, nonostante sia numerosa la comunità siciliana. Quindi se volete assaggiare questo cibo buonissimo non vi resta che organizzare una vacanza a Palermo, oppure seguire i consigli della ricetta che trovate nel mio articolo. La preparazione è un pochino lunga, ma molto semplice e ne rimarrete conquistati.

Vi invito ad andare sul sito di AIFB e leggere il mio articolo, in cui da brava modenese ho cercato di spiegare il cibo di strada più famoso a Palermo. Si perché questo cibo, che a volte abbandona il pane è tipico di questa città.

pane e panelle

Pane e Panelle

Ingredienti
500 g di farina di ceci
1,5 l di acqua
Un mazzetto di prezzemolo
Sale q.b.
Olio di semi di girasole q.b.

Preparazione
Versate in una casseruola l’acqua e a pioggia la farina di ceci. Mescolate con una frusta per eliminare tutti i grumi e accendete il fuoco.
Lasciate cuocere, sempre mescolando con la frusta, a fuoco basso per almeno un’ ora.
Il composto sarà cotto quando mettendo un cucchiaio al centro questo rimarrà dritto.
Versate il composto in una teglia da forno, bagnata bene con l’acqua, ad una altezza di circa ½ cm.
Stendete bene e lasciate raffreddare per circa mezz’ora.
Ricavare le Panelle della forma che preferite e friggetele in olio di semi di girasole. Lasciatele asciugare su di un foglio di carta assorbente. Tagliate la Mafaldina nel verso della lunghezza e farcitela con le Panelle ancora calde.

Come ho raccontato nel mio articolo sul sito di AIFB, questa ricetta mi è stata insegnata dal bravissimo cuoco palermitano, Sebastiano.

4 Risposte a “Pane e panelle”

  1. Ciao Michela, ho letto con piacere e un po’ di acquolina in bocca il tuo articolo. Mi è tornato in mente Sciascia e il suo “Il giorno della civetta” ,che si apre proprio con la scena del venditore di panelle e il suo tipico grido per richiamare l’attenzione. Ahimé ancora non sono riuscita a gustare questa prelibatezza. La dovrò fare io stessa magari. A presto, Giovanna

    1. Grazie Giovanna per le belle parole, effettivamente se non ti rechi a Palermo difficilmente potrai gustare le Panelle.
      Però prova a seguire la ricetta e vedrai che sorpresa. Le mafaldine si trovano comunemente anche nei panifici qui da noi.
      Aspetto il tuo giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.