Oroscopo in cucina: il Leone

Quello del Leone è il segno zodiacale che andremo a raccontare questo mese. Come sapete sarà Cristina Poltronieri, naturopata con il pallino per lo zodiaco ad accompagnarci in questo viaggio attraverso i segni zodiacali.

Le caratteristiche del segno del Leone

E’ il quinto segno dello Zodiaco ed è governato dal Sole.
E’ un segno Maschile, il suo elemento è il Fuoco, la qualità è Fissa.
Il suo colore è il color oro; la pietra portafortuna è il diamante e il giorno fortunato è la Domenica. Il simbolo astrologico del Leone è rappresentato dalla testa e dalla criniera del Leone.
Il Sole occupa, nello Zodiaco Tropicale, i gradi del Leone, per approssimazione, dal 23 Luglio al 22 Agosto.

Il segno del Leone, come il suo animale simbolo, è estremamente sicuro di sé, in una misura tale che gli si attribuiscono tratti di regalità. Ha una fierezza che lo connota in maniera inconfondibile.
Può considerarsi, come l’Ariete, un segno molto dinamico e virile. Rispetto all’Ariete, tuttavia, è meno impulsivo e riesce a esprimere le sue energie in maniera calma, mai ansiogena.

Dall’altro della sua regalità, il Leone si può permettere di essere generoso, o addirittura magnanimo. Da notare che non è mai chiaro se il Leone sia generoso perché ha a cuore la persona che riceve i suoi doni, o se sta esprimendo il proprio esibizionismo. Difatti, uno dei lati tipici di questo segno è di avere la tendenza allo stare al centro dell’attenzione, senza sforzi, in maniera del tutto naturale, come si addice a una maestà. In comune con l’Ariete ha però una certa impazienza. Rifiuta l’attesa, poiché si considera un regnante e vuole dominare anche sul Tempo. Governato dal Sole, non apprezza l’oscurità.

Il Leone è inoltre estremamente coraggioso. Non prende mai però rischi solo per il brivido che ne consegue: nella sua generosità, è, semplicemente, sempre pronto al sacrificio di sé.

Il grande orgoglio del Leone può, a volte, comportare una certa ingenuità. Del resto, la vita di questo segno è legata alla maestà e alla regalità e si occupa con difficoltà delle piccolezze del mondo.

Anche in amore, il Leone è molto generoso. Difficilmente tradisce, perché è molto concentrato su sé stesso e non cade in piccolezze. In caso di tradimento subito, sa perdonare. Ovviamente, fino al momento in cui la sua regalità non viene messa in dubbio.

Anatomicamente, il segno è legato alla circolazione e al cuore oltre che, come il simbolo fa supporre, al cuoio capelluto. Alcuni ipotizzano che fra i Leoni ci siano meno calvi che fra altri segni. Ad ogni modo, il legame fra Leone e cuore è molto forte e potrebbe portare i soggetti del segno ad avere problemi cardiocircolatori.

leone
L’arcano del segno del Leone, la Forza e il disegno realizzato da Eleonora Sita

Il Leone in cucina

Il segno del Leone fa notare la propria regalità anche nei momenti in cui ci si riunisce per pranzi e cene.
Si utilizza la parola “riunisce” perché succede raramente che le persone del segno del Leone mangino da sole. Vedono il rito dell’alimentazione come uno dei momenti in cui possano affermare il senso di superiorità insito nel proprio segno.

A loro piace particolarmente essere serviti, similmente a quanto, in natura, succede al leone maschio, che è il primo a cibarsi dopo che le leonesse hanno catturato la preda.

Solitamente, quando sono invitati a pranzo o a cena, la persona che cucina per loro si rende immediatamente conto che qualcosa di particolare deve essere preparato per loro.
Trattandosi di un segno di fuoco, a ogni modo, le piccole quantità non gli sono sufficienti: gradisce anche che i piatti siano sostanziosi.

Il segno del Leone è noto per avere problemi circolatori: per questa ragione deve cercare di limitare la tendenza ad assumere piatti grassi, che possono essere dannosi per le arterie e il cuore. Deve, fra l’altro, bere poco alcool: preferibilmente moderate quantità di vino rosso, che è un toccasana per il flusso sanguigno.
Dovrà anche aumentare il consumo di vitamine, in particolare quella di tipo C, che si trova in agrumi e pomodori.

Ricetta: bombette pugliesi

Per gli amici del Leone abbiamo pensato ad una ricetta a base di carne, e vogliamo regalargli le bombette pugliesi che sono degli involtini di carne fresca di maiale ripieni e cotti alla brace, tipici della Valle d’Itria e diffusi in Puglia soprattutto nelle province di Bari, Brindisi e Taranto. Le ricette, variabili da località a località, solitamente prevedono un ripieno a base di formaggio e spezie.

Ingredienti

  • 8 fettine di capocollo di maiale
  • 8 fettine di pancetta tesa
  • 80 g di caciocavallo semi stagionato
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Stendete fettine di carne su un tagliere e adagiate su ciascuna una fettina di pancetta, il caciocavallo a scagliette e cospargete con un cucchiaino di prezzemolo tritato insieme all’aglio.
Arrotolate il tutto in modo da ottenere degli involtini tondeggianti e fissateli con degli stecchini. Salate e pepate quindi fateli rosolare in una padella antiaderente insieme a un paio di cucchiai di olio per 10 minuti senza girarli.

Trascorso questo tempo girateli con molta attenzione (se usate una forchetta abbiate cura di non forarli) e proseguite la cottura per altri 15-20 minuti. Servite le bombette pugliesi con un contorno di insalata o patate.

Gli altri segni zodiacali:

Acquario

Pesci

Ariete

Toro

Gemelli

Cancro

La Radio non è un frigo

Anche per il Leone vi ricordo l’appuntamento mensile con Cristina nella nostra, mia e di Claudio Casolari, trasmissione in radio. Se mi seguite sui social avrete visto che da un paio di mesi sono una delle due voci della trasmissione “LA RADIO NON E’ UN FRIGO” che va in onda su LINEA RADIO-WEB RADIO STATION tutti i venerdì alle ore 12:30 e in replica la domenica mattina alle ore 10:30.

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.