Crea sito

Hamburger fattoria veneta

L’hamburger “fattoria veneta” è la mia proposta per il contest Talent For Food che è giunto alla terza edizione. Ho partecipato alla prima edizione, potete leggere la mia proposta qui, ed è stato un vero piacere apprendere che sono stata selezionata anche per questa edizione.

Un progetto molto ambizioso, quello di far conoscere le eccellenze della filiera agroalimentare del Veneto per valorizzare e reinterpretare le ricette della Cucina Veneta. L’obbiettivo è quello di promuovere le specialità locali, reinterpretandole e farle conoscere ad una platea più ampia proprio grazie a noi Food Blogger.

Ci è stata spedita una Mistery Box ricca di buonissimi prodotti veneti e noi Food Blogger dobbiamo utilizzare almeno cinque dei prodotti contenuti in essa per la preparazione di una ricetta dolce o salata.

All’interno della Mistery Box ho trovato:

Olio di semi di girasole altoleico biologico della Agricola Grains

Farina La Biologica Integrale di Agugiaro & Figna

Preparato per brodo granulare di Bovis

Dialsì pasta di riso indica e quinoa di Dialcos

Farina di lenticchie rosse di Molino Favero

Pandoro classico di Fraccaro Spumadoro

Caffè nativo di Goppion Caffè

Zafferano in polvere di Italdroghe

Savoiardi di Gastone Lago

Mostarda di fragoline di Lazzaris 

Preparato per pane ai cereali di Molino Cosma

Farina bio di grano duro senatore cappelli di Molino Rachello

Farina 00 100% grano italiano di Molino Rossetto

Pane con quinoa e semi di chia di Roberto industria alimentare

Pasta madre di farro essiccata con lievito di Ruggeri

Crema di carciofi di serBosco

Pasta biologica di farro dicocco di Sgambaro Molino e Pastificio

Brodo Well biologico di carne concentrato di Well alimentare italiana

 

Io ho deciso di preparare una ricetta che a casa ci piace molto. Un Hamburger “fattoria veneta” preparato con un mix di farine e aromatizzato allo zafferano, farcito con un burger di coniglio, un rosti di patate e crema di carciofi. Sono solita preparare i buns per i nostri hamburger in casa e la ricetta che trovate qui di seguito è quella super collaudata che utilizzo da anni, personalizzata per l’occasione con i magnifici ingredienti che mi hanno inviato.

Questi sono gli ingredienti della Mistery Box che ho deciso di utilizzare:

Farina 00 Molino Rossetto

Farina Integrale Agugiaro&Figna

Pasta madre di farro essiccata Ruggeri srl

Zafferano italdroghe srl

Olio di semi di girasole Agricola Grains spa

Crema di carciofi serBosco srl

Il risultato finale è un hamburger soffice, profumato e saporito.

hamburger fattoria veneta
  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per i buns

  • 300 g Farina 00
  • 100 g Farina integrale
  • 175 ml Latte fermentato
  • 80 g Pasta madre di farro essiccata
  • 40 g Zucchero
  • 10 g Sale
  • 1 bustina Zafferano
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 1 Albume
  • 25 g Olio di semi di girasole
  • q.b. Semi di zucca tostati

Per il rosti

  • 500 g Patate
  • q.b. Olio di semi di girasole
  • q.b. Sale

Per i burger

  • 400 g Polpa di coniglio
  • 4 cucchiai Crema di carciofi
  • q.b. Olio di semi di girasole
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Mettete le farine, la pasta madre essiccata, il sale, lo zucchero e lo zafferano nella ciotola della planetaria. Aggiungete il latte fermentato, l’uovo e il tuorlo. Azionate la planetaria con il gancio montato e lasciate impastare alcuni minuti. Aggiungete l’olio di semi di girasole e proseguite finché la pasta non sarà liscia e morbida.

    Mettete la pasta in una ciotola leggermente unta con un filo d’olio di semi di arachide e coprite con la pellicola trasparente. Lasciate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio.

    Io ho impastato i buns alla sera e ho lasciato lievitare fino alla mattina alle sette circa.

  2. Appena la pasta è pronta, mettetela sul piano di lavoro leggermente infarinato. Sgonfiate l’impasto e dividetelo in otto parti. Rotolando ogni pezzo di impasto sul piano di lavoro, facendo un movimento circolare con la mano chiusa a coppa, formate delle sfere.

    Appoggiate le sfere sulla placca rivestita di carta forno infarinata ben distanziate tra di loro. Mettetele in un luogo caldo e lasciatele raddoppiare. Io le ho messe nel forno spento con la lucina accesa per un’ora e mezza.

  3. Accendete il forno a 180°. Sbattete l’albume con un pochino di acqua e spennellate delicatamente le palline di pasta. Distribuite sulla superficie i semi di zucca tostati.

    Infornate per 15 minuti. Lasciateli raffreddare completamente prima di tagliarli.

  4. Nel frattempo che i panini si raffreddano, preparate i rosti e i burger di coniglio.

  5. Tagliate la polpa di coniglio molto finemente, conditela con un filo d’olio di semi di girasole e un pizzico di sale. Potete tranquillamente inserire la polpa in un cutter.

    Prelevate circa 100 grammi di polpa macinata e formate il burger, anche detto patty. Io ho l’attrezzo per formare i patty, ma se non lo avete compattate tranquillamente la carne con le mani inumidite. Procedete in questo modo per tutti e quattro i patties, appoggiateli su un piatto e metteteli in frigorifero per almeno 10 minuti.

  6. Sbucciate le patate, lavatele e riducetele a filetti con la grattugia a fori grossi. Scaldate l’olio in una padella antiaderente e unitevi le patate. Salate  e mescolate con due palette. Quando le patate inizieranno ad ammorbidirsi compattatele con le palette, dando loro la forma di una frittatina. Considerate come dimensione quella dei buns. Lasciate che si formi una crosticina dorata quindi giratele e lasciate dorare anche l’altro lato. Ci vorranno circa 15 minuti.

    Appoggiatele sul un piatto con della carta assorbente e tenetele al caldo.

  7. Cuocete i patties sulla piastra ben calda a fuoco vivo per 4 minuti per parte.

    Tagliate a metà i panini e dorateli per 2 minuti sotto il grill del forno. Appoggiate sulle basi i burger di coniglio, quindi i rosti e un cucchiaio abbondante di crema di carciofi. Chiudete con la corona e infilzate l’hamburger fattoria veneta con uno stecchino lungo.

    Servite immediatamente con un pochino di crema di carciofi a parte, per chi volesse aggiungerne ancora.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.