Crea sito

Giornata nazionale dell’agnello

Oggi, secondo il Calendario del Cibo di Aifb è la Giornata dell’agnello.
Ambasciatrice la bravissima Giulietta Bodrito del blog Se cucino…sorrido!
L’agnello è il piatto tipico della tradizione pasquale italiana.
Il suo consumo in quest’occasione è riconducibile già all’Antico Testamento della Bibbia dove al popolo ebraico viene prescritto di mangiare un agnello integro durante il giorno di Pasqua.
Per gli Ebrei, infatti, la tradizione di mangiare l’agnello a Pasqua ricorda il sacrificio offerto al Dio d’Israele dal suo popolo prima di abbandonare l’Egitto.
La sera prima dell’Esodo, infatti, Mosè ordino al suo popolo di sacrificare un agnello, di intingere le porte delle proprie abitazioni con il suo sangue e di arrostirlo e mangiarlo con pane azzimo.
Questa tradizione è stata tramandata anche nella Pasqua cristiana quando, però, l’agnello diventa il simbolo del sacrificio di Gesù Cristo per la salvezza dell’umanità e diviene quindi simbolo di un sacrificio compiuto da Dio per l’umanità e non viceversa come nella tradizione ebraica.
Nella mia terra non siamo legati in modo profondo a questa usanza, in Emilia non consumiamo l’agnello a Pasqua. Tradizione più sentita e viva in altre regioni d’Italia. Però a noi piace molto, in particolare ci piacciono le costolette, piccole e carnose, servite con verdure croccanti, da mangiare afferrando l’ossicino con le mani! Quindi abbiamo fatto nostra questa usanza e ne siamo molto contenti, soprattutto perché a Pasqua si è soliti spolverare la griglia e accendere la carbonella!

Scottadito ai pomodorini

Scottadito ai pomodorini

Ingredienti (per 4 persone)
16 costolette di agnello
uno spicchio di aglio
un rametto di rosmarino
un ciuffo di salvia
un ciuffo di maggiorana
500 g di pomodorini
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione
Lavate le erbe aromatiche, prelevate foglie e aghi, asciugateli e tritateli con lo spicchio d’aglio sbucciato e privato del germoglio interno.
Spennellate le costolettine di agnello molto bene con l’olio e cospargetele con il trito aromatico da entrambi i lati.
Scaldate una larga padella antiaderente, adagiatevi le costolette e cuocetele per 2 minuti per parte; salatele e sistematele su un piatto da portata e tenetele al caldo.
Nel frattempo lavate ed asciugate i pomodorini, tagliateli a metà e saltateli nella stessa padella in cui avete cotto gli scottadito, aggiungendo un filo d’olio extra vergine di oliva. Salateli e lasciateli insaporire per alcuni minuti. Adagiate i pomodorini sulle costolette e servite subito in tavola.

Una risposta a “Giornata nazionale dell’agnello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.