Crostata di grano saraceno

La crostata di grano saraceno è un dolce rustico e molto gustoso, preparato con solo la farina di grano saraceno quindi completamente privo di glutine.
La farina di grano saraceno è diffusa soprattutto in Valtellina ed in Alto Adige e la ritroviamo in tante preparazioni sia dolci che salate.
I due piatti più famosi sono senza ombra di dubbio i “pizzoccheri” e la “polenta taragna”.
La caratteristica principale di questa farina è proprio la rusticità, che consente di preparare dolci golosi e semplici, perfetti per la colazione o la merenda di tutti i giorni.
Io ho deciso di utilizzarla per preparare una crostata in occasione di un pranzo a casa di amici. Il sapore quasi “scorbutico” del grano saraceno si sposa alla perfezione con gusto dolce della confettura di frutti di bosco, e vi devo confessare che ha ottenuto molti consensi.
Prepariamola insieme.
Se amate questo tipo di farina e volete fare dei golosi biscotti vi lascio la ricetta molto volentieri. Qui sono in una versione “festaiola”, infatti li ho preparati come segnaposto per un natale di alcuni anni fa, ma i biscotti sono universali.

crostata di grano saraceno
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la crostata di grano saraceno

  • 500 gfarina di grano saraceno
  • 200 gburro
  • 200 gzucchero
  • 2uova
  • 1 bustinalievito in polvere per dolci
  • 1 pizzicosale
  • 200 gconfettura di frutti di bosco

Preparazione

  1. Mettete in una ciotola tutte le polveri, mescolate brevemente quindi aggiungete il burro e le uova.

  2. Impastate velocemente fino a ottenere un composto omogeneo. La farina di grano saraceno è un pochino più complicata da maneggiare, non contenendo glutine si fa un po’ fatica ad amalgamarla, ma appena il burro si assorbe alla farina il composto è già pronto.

  3. Lasciate rassodare mezz’ora quindi stendete la frolla tra due fogli di carta forno ad una altezza di circa mezzo centimetro.

    Rivestite una tortiera del diametro di 28 centimetri, con il bordo apribile, con la carta forno e adagiatevi la base. Rifilate i bordi tenendo da parte l’esubero di pasta che vi servirà per la decorazione.

  4. Versate la confettura di frutti di bosco, distribuitela in modo uniforme sulla base e decorate la superficie con strisce di pasta per formare il classico intreccio.

  5. Cuocete la crostata di grano saraceno in forno caldo a 180° per circa 40 minuti.

    Appena pronta sfornatela e lasciatela intiepidire nello stampo, quindi aprite il bordo e lasciatela raffreddare completamente prima di trasferirla sul piatto da portata.

  6. crostata di grano saraceno

Che cos’è il grano saraceno

  1. grano saraceno pianta

    Il grano saraceno (Polygonum fagopyrum), detto anche grano nero, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Poligonacee. Il nome scientifico fagopyrum deriva dal latino fagus (faggio) e dal greco piròs (frumento); quest’origine etimologica è data dalle molte somiglianze tra le due piante: fagus perché la morfologia dei semi triangolari del grano saraceno è analoga a quella dei semi del faggio, piròs perché dai semi del grano nero, tramite un processo di macinazione, si ottiene uno sfarinato simile alla farina di frumento.

    A causa delle sue proprietà nutrizionali, e dei notevoli impieghi alimentari, il grano saraceno viene spesso classificato come un cereale, nonostante non appartenga alla famiglia delle Graminacee.

  2. Il grano saraceno ha origini molto antiche. La sua coltivazione inizia nelle zone della Siberia, della Manciuria e della Cina. Con il passare del tempo, essere coltivato anche in Giappone, in India e in Turchia. In Italia sbarca nel XV secolo, grazie al commercio marittimo attraverso il Mar Nero, e solo dopo il medioevo acquisisce una distribuzione ed una coltivazione degna di nota anche a livello europeo.

    Il grano saraceno è tuttora molto utilizzato nella cucina tradizionale; rientra infatti in molte ricette mondiali e nella tradizione culinaria italiana.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.