Crea sito

Arancine creole per MTChallenge

Con le arancine creole spero di non far inorridire qualche siciliano!
Scherzi a parte, le arancine creole sono la proposta creativa per la sfida numero 0 del nuovo MTChallenge – Taste the World. La ricetta tradizionale da cui partire la trovate in questo articolo, e per la sfida creativa ho pensato di recuperare parte del red rice che mi era rimasto confezionando delle golose arancine di riso. Ho utilizzato per il ripieno il bacon della ricetta originale a cui ho aggiunto mozzarella a cubetti e scaglie di Parmigiano Reggiano. Un ripieno molto goloso che bilancia il red rice che invece è molto delicato.
Unica accortezza, il riso basmati lega pochissimo, ha poco amido, ho rimediato aggiungendo un uovo in modo da formare le arancine con facilità. Una impanatura classica con uovo e pangrattato finiscono il tutto.

arancine-creole
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura7 Minuti
  • Porzioni8 arancine
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaAmericana

Ingredienti per l’arancina creola

  • 120 griso Basmati
  • 90 gpassata di pomodoro
  • 240 mlbrodo di pollo
  • 1/4cipolla bianca (tritata)
  • 1/2 spicchioaglio (tritato)
  • 1/2 cucchiainozucchero
  • 1/2 cucchiainosale
  • 1/2 cucchiainopepe
  • 1/2 fogliaalloro

Ingredienti per la farcitura e frittura dell’arancina creola

  • 3uova
  • 30 gbacon (a dadini)
  • 50 gmozzarella (a dadini)
  • q.b.pangrattato
  • 1 lolio di arachide

Preparazione del red rice

  1. Tagliate a cubetti o a striscioline il bacon e fatelo cuocere in una padella fino a quando non sarà croccante e non avrà rilasciato tutto il suo grasso. Scolate il bacon e tenetelo da parte.

  2. Aggiungete nella padella la cipolla tritata e fatela cuocere nel grasso del bacon, fino a quando non sarà traslucida, ci vorranno circa 2-3 minuti.

    Aggiungete l’aglio tritato e proseguite la cottura per un’altro minuto. Unite il riso e cuocetelo, mescolando, fino a quando i chicchi non avranno perso la loro trasparenza. Unite quindi tutti gli altri ingredienti, mescolate e portate a bollore a fiamma alta.

    Abbassate la fiamma, mettete il coperchio e proseguite la cottura per 20-25 minuti, mescolando di tanto in tanto.

  3. Quando il riso è cotto, spegnete il fuoco e lasciate riposare per 5 minuti sempre coperto.

    Eliminate la foglia di alloro, sgranate il riso con una forchetta e trasferitelo in una ciotola.

Preparazione delle arancine creole

  1. Lasciate intiepidire il red rice e regolate di sale.

    Aggiungete un uovo e mescolate bene in modo da ottenere un composto omogeneo.

  2. Tagliate a cubetti la mozzarella e versatela in una piccola ciotola. Aggiungete il bacon che avete tenuto da parte e le scaglie di Parmigiano Reggiano. Mescolate con cura.

  3. Con l’aiuto di un cucchiaio, prelevate una porzione di riso, praticate al centro un foro e aggiungetevi un poco di ripieno. Richiudete per bene e lasciate rassodare.

    Procedete in questo modo fino all’esaurimento di tutti gli ingredienti.

  4. Passate le arancine prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.

    Friggetele in abbondante olio di semi di girasole ben caldo e, una volta ben dorate, scolatele su un foglio di carta assorbente.

    Servitele calde ma non bollenti.

Curiosità sulle arancine

L’Accademia della Crusca sulla questione arancina o arancino si è pronunciata ufficialmente: “Il gustoso timballo di riso siculo deve il suo nome alla somiglianza con il frutto rotondo e dorato dell’arancio, cioè l’arancia, quindi si potrebbe concludere che il genere corretto è quello femminile: arancina. Ma non è così semplice”. 

L’origine del nome: arancia

L’origine di questa pietanza, come di tutte quelle a base di riso nell’Italia meridionale, è da collocare durante la dominazione araba, tra il IX e l’XI secolo. Gli Arabi avevano infatti l’abitudine di appallottolare un po’ di riso allo zafferano nel palmo della mano, per poi condirlo con la carne di agnello. Come notava Giambonino da Cremona nel XIII secolo nel suo Liber de ferculis, gli Arabi tendevano a chiamare tutte le loro polpette con un nome che rimandasse a un frutto in qualche misura simile: ecco allora le arancine, ispirate all’agrume di cui l’isola era ricca.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

5 Risposte a “Arancine creole per MTChallenge”

  1. Grazie per questa tua interpretazione, con un’apertura maggiore ai sapori italiani.
    L’MTC adesso è cambiato e la Community lavora separatamente, in un gruppo in cui si condividono informazioni e suggerimenti. La sfida resta, ma il focus è sulla conoscenza delle culture che via via affrontiamo. Se ti fa piacere farne parte, scrivimi a alessandra.gennaro@gmail.com che ti spiego tutto bene e se ti fa piacere, puoi essere dei nostri.
    Grazie ancora per la partecipazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.