Crea sito

Pandoro classico con lievito madre

Il pandoro classico con lievito madre è uno dei dolci tipici delle festività natalizie. Molto facile da realizzare, necessita solamente di una lunga lievitazione per l’utilizzo del lievito naturale. Ma alla fine si otterrà un pandoro soffice e profumato dal gusto inconfondibile.

pandoro classico con lievito madre
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 45-50 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: per due stampi da 750 g
  • Costo: Medio

Ingredienti

Primo impasto

  • 180 g Farina Manitoba
  • 180 g Lievito madre
  • 50 g Zucchero
  • 2 Uova intere

Secondo impasto

  • primo impasto lievitato
  • 450 g Farina Manitoba
  • 170 g Zucchero
  • 1 cucchiaio Miele
  • 250 g burro morbido
  • 4 Uova intere
  • 2 Tuorli
  • 10 g Sale
  • Semini di una bacca di vaniglia
  • scorza grattugiata di un limone
  • 30 g Cioccolato bianco

Per decorare

  • Zucchero a velo

Preparazione

  1. pandoro classico con lievito madre

    Per la preparazione del pandoro bisogna avere il lievito madre abbastanza attivo, quindi i rinfreschi vanno gestiti in questo modo: per una settimana rinfrescare il lievito madre due volte al giorno con la farina che si utilizza per impastare. Dopo fare tre rinfreschi in un giorno ad intervalli di tre-quattro ore e la sera procedere con il primo impasto.

    Per la realizzazione del pandoro consiglio di usare la planetaria.

    Nella ciotola della planetaria versare la farina e il lievito madre a pezzettini, aggiungere metà delle uova leggermente sbattute ed azionare la macchina, munita di gancio, a velocità minima. Unire lo zucchero e quando il composto inizia a prendere consistenza, aggiungere gradatamente le uova rimanenti. Continuare ad impastare fino a quando l’impasto si presenterà liscio e si staccherà dalle pareti della ciotola.

    Capovolgere l’impasto sulla spianatoia, pirlarlo e posizionarlo dentro una ciotola leggermente imburrata, coprire con la pellicola trasparente e mettere a lievitare nel forno spento con la luce accesa, ci vorranno almeno 12 ore di lievitazione, l’impasto deve triplicare.

    Trascorso il tempo della lievitazione, mettere il burro morbido ( tranne un cucchiaino ) in una ciotola insieme alla scorza grattugiata del limone e ai semini della bacca di vaniglia, amalgamare il tutto e mettere da parte. Sciogliere nel microonde il cioccolato bianco insieme al cucchiaino di burro.

    Procedere con il secondo impasto, mettendo nella ciotola della planetaria il primo impasto, aggiungere il miele ed azionare la macchina. Unire lo zucchero e a cucchiate metà della farina, quindi in più riprese le uova e i tuorli leggermente sbattuti, alternando con la rimanente farina.

    A questo punto aggiungere il cioccolato bianco e continuare ad impastare e quando l’impasto si stacca dalle pareti della ciotola, unire il burro aromatizzato, un po’ alla volta, non aggiungerne altro se il primo non sia stato ben assorbito. Per ultimo unire il sale e quando l’impasto risulterà ben incordato, liscio e che non appiccica, ribaltarlo sul piano di lavoro leggermente imburrato e lasciarlo riposare una decina di minuti. Dividere l’ impasto in due parti di uguale peso, pirlare ogni parte e posizionarle negli stampi da pandoro imburrati, con la chiusura rivolta sotto. Coprire con la pellicola trasparente e mettere nuovamente a lievitare.

    Quando l’impasto del pandoro avrà raggiunto il bordo dello stampo, si può procedere alla cottura. Cuocere in forno preriscaldato a 170° per 45-50 minuti circa, mettendo un pentolino di acqua dentro il forno.

    A cottura ultimata, sfornarlo e lasciarlo nello stampo per circa un’ora, quindi capovolgerlo su un vassoio e lasciarlo raffreddare completamente.

    Servire il pandoro classico con lievito madre con una abbondante spolverata di zucchero a velo.

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.