Crea sito

Pandoro al cacao con lievito madre

Il pandoro al cacao con lievito madre è il delizioso dolce della tradizione italiana. E’ un lievitato che racchiude tutto il gusto dei sapori antichi. La sua preparazione può apparire un tantino difficile, ma con un po’ di pazienza si può ottenere un pandoro unico. Questo pandoro al cacao con lievito madre è morbido e soffice, realizzato con ingredienti semplici e genuini. Io l’ho voluto arricchire aggiungendo del cacao amaro per dare una marcia in più. Sarà una soddisfazione presentare a tavola un dolce preparato con le proprie mani.

img_4382

PANDORO AL CACAO CON LIEVITO MADRE

Ingredienti per uno stampo

  • 320 di farina manitoba
  • 150 gr di lievito madre
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 140 gr di burro morbido
  • 30 gr di cacao amaro
  • 170 gr di uova intere
  • 20 gr di tuorlo d’uovo
  • 5 gr di sale
  • una bacca di vaniglia
  • scorza di limone grattugiata
  • un cucchiaio di miele

Procedimento

Per la buona riuscita del pandoro occorre avere il lievito madre in tutta la sua forza, perciò conviene rinfrescarlo almeno una volta al giorno per una settimana. Poi fare tre rinfreschi ravvicinati prima di iniziare ad impastare.

Inoltre per preparare il pandoro al cacao con lievito madre è consigliabile essere in possesso della planetaria.

Preparare tutti gli ingredienti pesati e metterli sul piano di lavoro, in modo da non dimenticarne qualcuno.

Dopo questi accorgimenti si può iniziare ad impastare: nel cestello della planetaria mettere il lievito madre a pezzetti, avviare a velocità media ed aggiungere poco alla volta le uova con il tuorlo,  leggermente sbattute, alternandole alla farina. Impastare fino a quando l’impasto non si incorderà e si staccherà dalla ciotola.

Aggiungere lo zucchero e il miele, i semini della bacca di vaniglia e la scorza di limone grattugiata.

Continuare ad impastare fino a quando non si avrà ottenuto un impasto liscio ed omogeneo.

Adesso è il momento di aggiungere il burro morbido, un pezzetto alla volta, non aggiungerne altro se il primo non è stato già assorbito. In questi passaggi ci vuole pazienza, ma sono necessari per la buona riuscita del pandoro.

Per ultimo aggiungere il sale e continuare ad impastare fino a completa incordatura.

Trasferire l’impasto sul piano di lavoro, leggermente unto e con una spatola dare delle pieghe.

Mettere in una ciotola unta di burro, coprire con la pellicola e fare lievitare, mettendo la ciotola nel forno spento con la luce accesa.

I tempi della lievitazione dipendono da vari fattori: la forza del lievito e la temperatura esterna. Comunque ci vorranno dalle 10 – 12 ore affinché l’impasto raddoppi.

Trascorso il tempo della lievitazione rovesciare l’impasto sul piano di lavoro leggermente unto, pirlare e mettere nello stampo apposito unto di burro, coprire con la pellicola e mettere di nuovo a lievitare nel forno spento con la luce accesa.

Quando l’impasto avrà raggiunto il bordo dello stampo, cuocere in forno preriscaldato a 180°, mettendo dentro il forno un pentolino con acqua.

Per la cottura ci vorranno 45 minuti circa, tutto dipende dal forno. A cottura ultimata, togliere lo stampo dal forno, fare intiepidire e dopo capovolgere il pandoro al cacao con lievito madre su un vassoio. Fare raffreddare completamente.

img_4377

Al momento di servirlo spolverarlo con lo zucchero a velo. Si può conservare benissimo per qualche giorno in una busta per alimenti. Volendo, il pandoro si può anche congelare, avvolgendolo nella pellicola e poi chiuso in una busta per congelare.

img_4380