Crea sito

Babà al rum

Babà al rum

Jpeg
Le ricette di Arcangela

La ricetta di questo babà è quella di Luca Montersino, anche se le dosi sono state leggermente modificate, il procedimento è lo stesso. Ho provato varie ricette, tutte scartate, questa solamente mi ha conquistata, sia per il gusto che per la sofficità dell’impasto. Per la buona riuscita del dolce occorre pazienza e molta attenzione, ma seguendo dettagliatamente il procedimento, tutto sarà più facile.

INGREDIENTI per due stampi da savarin

  • 600 gr di farina manitoba
  • 250 gr di burro morbido
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di lievito di birra o una bustina di ” mastro fornaio “
  • 600 gr di uova intere pesate senza guscio
  • 10 gr di sale

 

PER LA BAGNA

  • 600 gr di acqua
  • 300 gr di zucchero
  • buccia di limone
  • un bicchiere di rum ( io ho usato una bagna acquistata in un negozio che vende articoli per pasticceria e vi posso assicurare che il gusto ci guadagna )

PER DECORARE

  • panna fresca da montare, oppure quella a lunga conservazione
  • a scelta pistacchi, nocciole, gocce di cioccolato, fragole, ecc.

 

PROCEDIMENTO

Per fare il babà bisogna essere in possesso di una planetaria, impastare a mano sarà un’impresa ardua e il risultato non sarà assicurato.

Mettere la farina, lo zucchero e il lievito sbriciolato nel cestello dell’impastatrice con il gancio a foglia. Avviare la macchina a velocità minima e mescolare. In una ciotola rompere le uova e sbatterle leggermente con una forchetta. Versare metà delle uova nella planetaria, l’impasto si presenta semiduro. Aumentare la velocità della planetaria, aggiungere altre uova e continuare ad impastare. A questo punto cambiare il gancio a foglia, con quello a spirale e cominciare ad unire il burro, in pezzettino alla volta, non aggiungere altro se il precedente non è stato assorbito. Alternare uova e burro, sempre poco alla volta, non aggiungere altri ingredienti se l’impasto non si stacca dalle pareti della ciotola, cioè se l’impasto non è incordato. Questo procedimento richiede molta pazienza, se l’impasto dovesse perdere la sua elasticità, il babà non avrebbe la struttura desiderata. Bisogna alternare uova e burro fino ad esaurimento degli ingredienti. Per ultimo aggiungere il sale e continuare ad impastare. Quando l’impasto risulterà ben elastico e lucido, è pronto. Imburrare il piano di lavoro e rovesciare l’impasto su di esso. Spalmarsi anche un po’ di burro nelle mani e con l’aiuto di una spatola, dare delle pieghe all’impasto.

Jpeg
Le ricette di Arcangela

L’impasto dovrà presentarsi così.

Dividerlo in due parti e con ognuna formare una palla.

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Con la mano formare un buco al centro

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Mettere l’impasto nello stampo ben imburrato

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Coprire con un canovaccio e mettere a lievitare in un luogo caldo, fino a quando l’impasto non raggiungerà il bordo dello stampo.

Trascorso il tempo, cuocere in forno preriscaldato a 170° per trenta minuti circa, con un pentolino di acqua dentro il forno, questo servirà a mantenere l’umidità.

Trascorso il tempo di cottura, sfornare il babà

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Quando sarà tiepido, rovesciarlo dentro un’ampia ciotola e farlo raffreddare completamente

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Intanto preparare la bagna

In una pentola versare l’acqua, unire lo zucchero e la buccia di limone, portare ad ebollizione. Fare bollire per dieci minuti, spegnere, togliere la buccia di limone e unire il rum. Mescolare bene e con un mestolo versare il liquido ancora caldo sul babà, in modo uniforme. Fare raffreddare bene.

Montare la panna, se è quella fresca aggiungere un po’ di zucchero a velo. Per mezzo di una sac a poche con bocchetta a stella, decorare a piacere, aggiungendo quello che più aggrada ( pistacchi tritati, nocciole tritate, gocce di cioccolato, fragole, ecc. )

Il liquido che avanza va messo in una bottiglia, servirà ad irrorare il babà quando verrà gustato in tutta la sua bontà e sofficità.

Jpeg
Le ricette di Arcangela

Il babà va conservato in frigo insieme alla bagna rimasta.