Crostata crema e nutella

La crostata crema e nutella l’ho preparata per festeggiare il compleanno di mia figlia a scuola ed è stata un successone, se la sono divorata. L’ho preparata con la pasta frolla all’olio che è più leggera e più morbida.

Crostata crema e nutella

crostata crema e nutella

 

Per la pasta frolla all’olio:

  • 500 g di farina
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 200 ml di olio di semi
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

Per la crema:

  • 3 tuorli
  • 150 g di zucchero
  • 50 g di farina
  • 1 bustina di vanillina
  • 500 ml di latte
  • nutella qb ( a vostro gusto, io ho messo 3 cucchiaioni)

Preparare la crema, scaldare il latte fino a portarlo ad ebollizione. Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina e la vanillina, mescolare e aggiungere pian piano il latte e sempre mescolando mettere sul fuoco e portare ad ebollizione, spegnere e aggiungere la nutella e mescolare bene.
Preparare la pasta frolla, sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio e poi la farina con il lievito e impastare con le mani fino a formare un impasto liscio. Lasciare riposare l’impasto in frigo per almeno 30 minuti. Stendere poi una parte della frolla (più della metà) con il mattarello tra due fogli di carta forno e metterla nella teglia con la stessa carta forno sottostante, modellare un po’ i bordi e aggiungere la crema stendendola da tutte le parti. Stendere la pasta frolla avanzata, fare le strisce e metterle incrociate sopra alla crema, oppure con delle formine per biscotti ritagliare appunto delle formine e metterle sopra la crostata e infornare in forno già caldo e statico a 180° per circa 30 minuti (regolatevi con il vostro forno).

crostcremnuteinte

 

Puoi seguirmi su Facebook alla pagina Le passioni di MAM
e nel gruppo Le ricette di MAM

 

Precedente Ricette con il lievito madre ricettario gratuito in pdf Successivo Bruschette alla pizza

8 commenti su “Crostata crema e nutella

    • lepassionidima il said:

      si si senza burro, è buonissima…a scuola i bimbi se la sono divorata, Matilde non c’era peccato

I commenti sono chiusi.