Crea sito

Castagnole al forno morbide con alchermes

Castagnole al forno morbide con alchermes ottime come le classiche castagnole fritte, morbide e friabili. Se a carnevale non avete voglia di friggere, provatele subito! Il nome castagnola, deriva dalla loro forma, molto simile a quella di una castagna, sono semplici e veloci da fare, inoltre si possono aromatizzare come più vi piace. Se volete realizzarle senza utilizzare alcolici, l’alchermes può essere sostituito da succo di arancia, succo di limone oppure altro succo di frutta. Potrete sostituirlo anche con il vostro liquore preferito: limoncello, strega, vermuth, fragolino. Insomma queste castagnole, si possono preparare secondo il vostro gusto, magari preparatele in tutte le varianti perchè fidatevi, sono davvero tutte buonissime!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni40-45
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 360 gfarina 00
  • 60 gzucchero
  • 2uova
  • 60 gburro (morbido)
  • 50 mllatte (a temperatura ambiente)
  • 1 bustinalievito per dolci
  • 1 pizzicosale
  • buccia limone grattugiata
  • 100 mlalchermes
  • q.b.zucchero semolato (per guarnire)

Preparazione

  1. Mettete tutti gli ingredienti : farina, zucchero, le uova, il sale, il lievito, la buccia del limone grattugiata ed il burro ammorbidito in una ciotola. Se usate il mixer metteteli nella ciotola del mixer, incominciate ad impastare a mano, oppure a media velocità con il mixer. Aggiungete il latte poco alla volta, fino ad ottenere un panetto morbido. Se molto appiccicoso aggiungete poca farina. Fate riposare l’impasto in frigo per 30 minuti. Formate poi delle palline, aiutandovi con un cucchiaio per prendere un poco d’impasto alla volta. Posizionatele distanziate una dall’altra su una teglia ricoperta da carta forno. Cuocetele a 200° per circa 10 minuti, non prolungate di molto la cottura per evitare che s’induriscano. Sfornate le castagnole e bagnatele prima nell’alchermes e poi passatele nello zucchero semolato. Eccole, son pronte per essere mangiate!

/ 5
Grazie per aver votato!

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.