Taralli all’anice con semi di finocchio

Questi taralli all’anice con semi di finocchio sono buonissimi e sfiziosi. Il procedimento è abbastanza semplice, vengono prima bolliti e poi messi inforno e una volta pronti possono essere usati anche per accompagnare un antipasto.

INGREDIENTI:

  • 1 kg di farina 00
  • 300 g di vino bianco
  • 250 g di olio di oliva
  • semi di finocchio (io ho messo i semi di anice)
  • sale
  1. In una ciotola capiente versate farina sale, olio, il vino tiepido e i semi di anice (in questo ordine). Mescolate il tutto formando un impasto piuttosto oleoso, formate una palla e lasciatela riposare per 30 minuti.20130222_155745
  2. Finito il tempo di riposo staccate dei pezzi di impasto, fate dei “serpentelli” dategli la forma del classico tarallo chiudendo bene le estremità.20130222_173407
  3. Preparate una pentola d’acqua che porterete a bollore, salatela leggermente e tuffate i taralli che toglierete una volta venuti a galla. Poggiateli su un canovaccio ad asciugare e una volta asciutti disponeteli su una teglia con carta forno e infornate a 200° (forno già caldo) per circa 30 minuti fino a doratura.

10

 

Ecco pronti i taralli all’anice con semi di finocchio. Gustateli freddi.

 

 
Precedente Torta Mimosa Successivo Canestrelli, occhi di bue

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.