Pici all’aglione per Quanti modi di fare e rifare

Eccoci tutti insieme per questo appuntamento di marzo per i Quanti modi di fare e rifare con un nuovo piatto ed una propria versione.

 Pici all'aglione per Quanti modi di fare e rifare

Oggi siamo da Stella che ci ha gentilmente ospitato nella sua cucina e abbiamo potuto apprezzare questo fantastico piatto di Pici all’aglione bello fumante! Mette davvero gola!
pici sono un tipo di pasta fatta a mano, simili agli spaghetti ma più larghi, tipici del sud della Toscana, della val d’Orcia e della val di Chiana, della provincia di Siena, della provincia di Grosseto e della confinante provincia di Viterbo dove però sono chiamati umbrichelli. Una pasta simile è presente anche in Umbria, dove prende vari nomi a seconda delle zone (umbricelli, stringozzi ecc.). Sì, ho rubato tutto da wikipedia 😀

Vediamo un po’ .. come di possono rifare?
Sì! Ecco .. ho deciso di preparare udon (sicuro Anna mi picchia), li ho trovati molto simili ai pici, anche se rispetto alla classica preparazione che facciamo noi in Italia della pasta senza uova, questa ha un elaborazione un pochino più complessa. In più ho voluto aggiungere la rucola selvatica per dare un tocco in più a questo piatto.

Ingredienti per udon per 3 persone (ricetta di Rika):

  • 300 g di farina 00
  • 15 g di sale
  • 140 g di acqua

Per il condimento

SONY DSC

Per preparare gli udon si scioglie il sale con l’acqua tiepida, poi si aggiunge lentamente alla farina e si mescola tutto fino ad avere un impasto consistente.

20140224_093136

Si lascia riposare per 20 minuti,

20140224_094137

poi si riprende e tra due fogli di carta forno l’ho schiacciata forte con il mattarello e con dei pugni leggeri, l’ho girata su se stessa e ho schiacciato ancora, il tutto per altri 20 minuti.

20140224_101355

Ho sistemato bene la pasta e l’ho lasciata riposare per 1 ora,

20140224_104459

dopodiché l’ho stesa, infarinata e tagliato delle striscioline come le tagliatelle.

20140224_115613

 

SONY DSC

Intanto si prepara il condimento con dell’olio e 4 spicchi di aglio schiacciati. Una volta che sono stati rosolati e l’olio ha preso il sapore dell’aglio li ho levati e ho aggiunto la conserva di pomodoro a pezzi e lasciato cuocere per un paio di minuti.

In una pentola grande ho messo l’acqua a bollore (senza sale) e ho messo la rucola a sbollentare per 5 minuti,

20140224_121526

dopodiché l’ho levata e messa nel sugo a insaporirsi. Nella stessa pentola che ho fatto bollire la rucola ho messo la pasta e fatto cuocere finché è venuta a galla,

20140224_122331

insomma, come la classica pasta. Ho scolato bene gli udon e conditi nel sugo.

Una delizia!

Grazie Stella per averci fatto conoscere questo piatto!

Ci vediamo ad aprile con la prossima ricetta!

Il 6 aprile 2014 con la Torta Pasqualina di Carla Emilia

Menù di Quanti modi di fare e rifare 2014

 
Precedente Tucèn ed fa’sol e ov per Quanti modi di fare e rifare Successivo Purè di patate

20 commenti su “Pici all’aglione per Quanti modi di fare e rifare

  1. Buongiorno carissima Laly,
    che profumino super invitante si odora varcando la porta della tua bella cucina! Non esitiamo un minuto ad accomodarci a tavola ed assaggiare, in compagnia, la meravigliosa, golosa versione dei Pici che hai preparato! Tanti complimenti per la tua bravura e creatività ai fornelli e un grazie affettuoso da Anna e Ornella che ti aspettano il prossimo mese da Carla Emilia per la Torta Pasqualina!
    Un abbraccio la Cuochina

     
  2. Mi piace moltissimo questa nota di amarognolo che hai voluto dare con l’aggiunta della rucola, io ho lasciato il sughetto semplice semplice ma ho dei pici che ho congelato e la prossima volta li proverò col tuo intingoletto. Un abbraccio

     
  3. artù il said:

    La tua versione rivisitata è a dir poco stupenda, le immagini e le idee che ci hai proposto mi lasciano a bocca aperta!!!!

     
  4. ciao Laly,
    troppo simpatico tutto!
    Sei stata molto brava: intanto abbiamo imparato a fare gli udon (le apine non conoscere!)
    e anche l’utilizzo della rucola te lo COPIEREMO
    Un bacio dalle 4 apine

     
  5. mm_skg il said:

    Che buona idea la rucola! Non ho mai assagiato lessarla pensavo che fosse consumata solo cruda…
    Alla prossima!

     
  6. Ciao! è un piacere conoscere il tuo bellissimo blog!
    E che spettacolo questi pici-udon! 🙂
    sei davvero brava e mi piace anche il tocco di rucola! ottima variante! 😉
    alla prossima!

     

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.